Navigation

  • Page 1

    GE Fanuc AutomationControlli numerici computerizzatiSerie 0i -- TBManuale dell’operatoreB--63834IT/01

  • Page 2

    s--1NORME DI SICUREZZAQuesta sezione descrive le norme di sicurezza per l’uso delle unità CNC. E’ essenziale che queste norme sianoosservate dall’utilizzatore per assicurare la sicurezza del funzionamento delle macchine equipaggiate con unitàCNC (tutte le descrizioni fornite in questa sez...

  • Page 3

    NORME DI SICUREZZAB--63834IT/01s--21 DEFINIZIONE DI DIFFIDA, AVVERTIMENTO E NOTAQuesto manuale include le norme di sicurezza che devono essere osservate per proteggerel’utilizzatore e per evitare di danneggiare la macchina. Le norme sono suddivise in diffide eavvertenze in base al loro peso in ...

  • Page 4

    B--63834IT/01NORME DI SICUREZZAs--32 DIFFIDE E AVVERTENZE DI CARATTERE GENERALEDIFFIDA1. Non tentare mai di lavorare un pezzo senza aver prima verificato il funzionamento dellamacchina. Prima di iniziare una produzione, assicurarsi che la macchina operi correttamenteattraverso una lavorazione di ...

  • Page 5

    NORME DI SICUREZZAB--63834IT/01s--4DIFFIDA8. Alcune funzioni possono essere state implementate su richiesta del costruttore della macchinautensile. Prima di usare una di queste funzioni, consultare il manuale predisposto dal costruttoredella macchina utensile per i dettagli e le eventuali avverte...

  • Page 6

    B--63834IT/01NORME DI SICUREZZAs--53 DIFFIDE E AVVERTENZE RELATIVE ALLAPROGRAMMAZIONEQuesta sezione fornisce le principali norme di sicurezza relative alla programmazione. Prima diiniziare a scrivere un programma leggere attentamente il manuale dell’operatore e il manuale diprogrammazione forni...

  • Page 7

    NORME DI SICUREZZAB--63834IT/01s--6DIFFIDA6. Controllo della corsaDopo l’accensione, eseguire un ritorno manuale al punto di riferimento come richiesto. Ilcontrollo della corsa non è possibile prima dell’esecuzione del ritorno manuale al punto diriferimento. Notare che quando il controllo de...

  • Page 8

    B--63834IT/01NORME DI SICUREZZAs--74 DIFFIDE E AVVERTENZE RELATIVE ALLE OPERAZIONIQuesta sezione presenta le norme di sicurezza relativa alle operazioni della macchina. Prima dioperare sulla macchina leggere attentamente il manuale dell’operatore e il manuale diprogrammazione forniti insieme al...

  • Page 9

    NORME DI SICUREZZAB--63834IT/01s--8DIFFIDA6. Spostamento del sistema di coordinate del pezzoGli interventi manuali, il funzionamento nello stato di blocco macchina o l’applicazionedell’immagine speculare possono spostare il sistema di coordinate del pezzo. Prima di farfunzionare la macchina s...

  • Page 10

    B--63834IT/01NORME DI SICUREZZAs--95 DIFFIDE RELATIVE ALLA MANUTENZIONE ORDINARIADIFFIDA1. Sostituzione della batteria della memoriaSostituire la batteria della memoria a CNC acceso, dopo aver messo la macchina nella condizionedi arresto in emergenza. Poiché questa operazione deve essere eseguit...

  • Page 11

    NORME DI SICUREZZAB--63834IT/01s--10DIFFIDA2. Sostituzione della batteria dell’encoder assolutoSostituire la batteria dell’encoder assoluto a CNC acceso, dopo aver messo la macchina nellacondizione di arresto in emergenza. Poiché questa operazione deve essere eseguita a CNC accesoe con l’a...

  • Page 12

    B--63834IT/01NORME DI SICUREZZAs--11DIFFIDA3. Sostituzione dei fusibiliPer alcune unità, il capitolo del manuale dell’operatore relativo alla manutenzione ordinariadescrive la procedura per la sostituzione dei fusibili.Tuttavia, prima di procedere alla sostituzione di un fusibile è necessario...

  • Page 13

    Indice GeneraleB--63834IT/01c-- 1NORME DI SICUREZZAs--1..................... ................................I. INTRODUZIONE1. INTRODUZIONE3........................ ................................1.1SCHEMA GENERALE DI UTILIZZO DI UNA MACCHINA UTENSILE6................1.2AVVERTENZE RELATIVE ALLA ...

  • Page 14

    B--63834IT/01INDICE GENERALEc-- 24.9FILETTATURA A PIU’ PRINCIPI58.......... ......................................4.10FUNZIONE DI SALTO (G31)60.............. ......................................4.11SALTO MULTIPASSO62................... ......................................4.12SALTO ALLA COPP...

  • Page 15

    INDICE GENERALEB--63834IT/01c-- 310.2.3Specifica di un gruppo di utensili in un programma pezzo111...................................11. FUNZIONI AUSILIARIE112.................. ................................11.1FUNZIONI AUSILIARIE (FUNZIONI M)113.... ......................................11.2P...

  • Page 16

    B--63834IT/01INDICE GENERALEc-- 414.1.5Correzioni185............................. ...........................................14.1.6Comandi G53, G28 e G30 quando è applicata la correzione della posizione utensile188...............14.2COMPENSAZIONE RAGGIO UTENSILE191... ..............................

  • Page 17

    INDICE GENERALEB--63834IT/01c-- 517.2FILETTATURA A PASSO COSTANTE305...... ......................................17.3RICHIAMO DI SOTTOPROGRAMMI306...... ......................................17.4CICLI FISSI307............................ ......................................17.5CICLI MULTIPLI RI...

  • Page 18

    B--63834IT/01INDICE GENERALEc-- 62.3TASTI FUNZIONE E TASTI SOFTWARE362... ......................................2.3.1Schema generale delle operazioni eseguite sui vari schermi362..................................2.3.2Tasti funzione363.......................... .......................................

  • Page 19

    INDICE GENERALEB--63834IT/01c-- 77.2VISUALIZZAZIONE DELLA STORIA DEGLI ALLARMI461...........................7.3CONTROLLO TRAMITE LO SCHERMO AUTODIAGNOSTICO462......................8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATI465........ ................................8.1FILE466...................................

  • Page 20

    B--63834IT/01INDICE GENERALEc-- 89.5CANCELLAZIONE DI PROGRAMMI522...... ......................................9.5.1Cancellazione di un programma522............ ...........................................9.5.2Cancellazione di tutti i programmi522.......... ............................................

  • Page 21

    INDICE GENERALEB--63834IT/01c-- 911.4.5Impostazione dello spostamento del sistema di coordinate del pezzo589...........................11.4.6Correzione utensile lungo l’asse Y591.......... ...........................................11.4.7Visualizzazione e immissione dei dati di impostazione594....

  • Page 22

    B--63834IT/01INDICE GENERALEc-- 101.4.2.2Blocchi del tipo di lavorazione per l’asportazione di materiale in tornitura653..................1.4.2.3Blocchi del tipo di lavorazione per la tornitura di finitura653...............................1.4.2.4Blocco della figura per l’asportazione di mater...

  • Page 23

    INDICE GENERALEB--63834IT/01c-- 11APPENDICEA. ELENCO DEI CODICI SU NASTRO723....... ................................B. ELENCO DELLE FUNZIONI E DEI FORMATI NASTRO726......................C. VALORI DEI COMANDI730.................. ................................D. NOMOGRAMMI733.......................

  • Page 24

    I. INTRODUZIONE

  • Page 25

    INTRODUZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/0131 INTRODUZIONEQuesto manuale è costituito dalle seguenti parti:I. INTRODUZIONEDescrive l’organizzazione in capitoli del manuale, i modelli per i qualiesso è applicabile e i manuali correlati. Inoltre, l’introduzione forniscealcune indicazioni per la ...

  • Page 26

    INTRODUZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/014Questo manuale usa i seguenti simboli:IP_ : Indica una combinazione come X_ Y_ Z_ (Usato nella parte II,PROGRAMMAZIONE);: Indica la fine del blocco. Corrisponde al codice ISO LF o al codiceEIA CR.La tabella che segue elenca i manuali relativi ai CNC Serie ...

  • Page 27

    INTRODUZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/015La tabella che segue elenca i manuali relativi ai sistemi di azionamentodella serie αiTitolo del manualeN. di specificaMOTORI ASSE GE FANUC IN CA serie αi DESCRIZIONE B--65262MOTORI ASSE GE FANUC IN CA serie αiMANUALE DEI PARAMETRIB--65270MOTORI MANDRIN...

  • Page 28

    INTRODUZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/016Nella lavorazione a controllo numerico, viene prima preparato ilprogramma; poi, la macchina opera sotto il controllo del programma.1) Preparate il programma in base al disegno del pezzo.La preparazione dei programmi è descritta nel Capitolo IIPROGRAMMAZIO...

  • Page 29

    INTRODUZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/017PezzoTornituraSfacciaturaEsecu--zionegoleProgrammare il percorso dell’utensile e le condizioni di taglio in base aldisegno del pezzo per ciascuna fase di lavorazione.

  • Page 30

    INTRODUZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/018AVVERTENZE1 Il funzionamento di una macchina utensile a controllonumerico non dipende soltanto dal CNC, ma dallacombinazione della macchina, del suo armadio elettrico, delservo sistema, del CNC, del pannello dell’operatore, ecc.Descrivere il funzionament...

  • Page 31

    II. PROGRAMMAZIONE

  • Page 32

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/01111 INTRODUZIONE

  • Page 33

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/0112L’utensile si muove sui tratti in linea retta e sugli archi che costituiscono ilprofilo del pezzo. (Vedere II- -4)ProgrammaG01 Z ...;UtensileZXPezzoFig. 1.1 (a) Movimento dell’utensile lungo un linea parallela all’asse ZProgrammaG01 X ...Z...;Uten...

  • Page 34

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/0113Il termine interpolazione si riferisce ad una operazione nella qualel’utensile si muove lungo una linea retta o un arco, nel modo illustrato nelleprecedenti figure.I simboli dei comandi programmati, G01, G02, ..., si dicono funzionipreparatorie e spec...

  • Page 35

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/0114ProgrammaG32X----Z----F----;ZFXUtensilePezzoFig. 1.1 (f) Filettatura conicaIl movimento dell’utensile ad una specifica velocità per la lavorazione delpezzo si dice avanzamento.UtensilePezzoAutocentranteFig. 1.2 Funzione avanzamentoLa velocità di ava...

  • Page 36

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/0115Su una macchina a controllo numerico esiste una posizione fissa.Normalmente, il cambio dell’utensile e la programmazione dello zeroassoluto, descritti più avanti, vengono eseguiti in questa posizione. Questaposizionesi dicepunto di riferimento.Punto ...

  • Page 37

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/0116CNCXZXZXZDisegno del pezzoProgrammaSistema di coordinateComandoPezzoMacchina utensileFig. 1.3.2 (a) Sistemi di coordinateEsistono due tipi di sistemi di coordinate (Vedere II- -7).1)Sistema di coordinate del disegno del pezzoIl sistema di coordinate è ...

  • Page 38

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/0117L’utensile si muove nel sistema di coordinate specificato dal CNC inaccordo con i comandi del programma generati facendo riferimento alsistema di coordinate del disegno del pezzo, e lavora quest’ultimo secondola formavolutadal disegno.Pertanto, per ...

  • Page 39

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/01182)Quando lo zero è sull’estremità opposta del pezzoXZ60303080100PezzoFig. 1.3.2 (e) Coordinate e quote sul disegnoXZPezzoFig. 1.3.2 (f) Sistema di coordinate sul tornio specificato dal CNC(fatto coincidere con il sistema di coordinate del disegno)

  • Page 40

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/0119I comandi di movimento dell’utensile possono essere specificati inprogrammazione assoluta o incrementale (vedere II- -8.1).L’utensile si porta sul punto che giace alla distanza specificata rispettoall’origine del sistema di coordinate, cioè, nell...

  • Page 41

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/0120Specificare la distanza tra la nuova posizione dell’utensile e la posizionecorrente.Distanza e direzione del movimentolungo ciascun asseUtensileComando di movimento dal punto A al punto Bφ30ABX40φ60U--30.0W--40.0ZFig. 1.3.3 (b) Comando incrementaleL...

  • Page 42

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/01212)Programmazione radialeNella programmazione radiale, specificare come quota dell’asse X ladistanza dal centro del pezzo (il raggio).Coordinate dei punti A e BA(15.0, 80.0), B(20.0, 60.0)ZX6080AB2015PezzoFig. 1.3.3 (d) Programmazione radialeLa velocit...

  • Page 43

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/0122Per l’esecuzione di sgrossature, semi- -finiture, finiture, filettature, gole,ecc. è necessario selezionare l’utensile appropriato. Questo si ottieneassegnando a ciascun utensile un numero e specificando tale numero nelprogramma.Numero utensile0106...

  • Page 44

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/0123L’insieme dei comandi forniti al CNC per il controllo della macchina si diceprogramma. Specificando i comandi opportuni, si ottiene il movimentodell’utensile lungo linee rette o archi, si attiva e si disattiva il motore delmandrino, ecc. I comandi d...

  • Page 45

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/0124Il blocco e il programma hanno la seguente configurazione.BloccoNumero disequenzaFunzionepreparatoriaFunzione diinterpolazioneFunzionemiscella-neaFunzionemandrinoFun-zioneuten-sileFinedelbloccoNfffffGffXff.f Yff.f Mff;TffSffFig. 1.7 (b) Configurazione d...

  • Page 46

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/0125Quando la stessa lavorazione compare in vari punti di un programma, puòvenire predisposto un programma specifico per tale lavorazione, che si dicesottoprogramma. Il programma originale, per contro, si dice programmaprincipale. Quando, durante l’esecu...

  • Page 47

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/0126Generalmente, per lavorare un pezzo sono necessari vari utensili. Gliutensili hanno lunghezze diverse. Modificare il programma a secondadell’utensile impiegato è molto fastidioso. Quindi, viene scelto un utensilestandard, e viene misurata la differen...

  • Page 48

    PROGRAMMAZIONE1. INTRODUZIONEB--63834IT/0127Alle estremità di ciascun asse della macchina sono installati dei micro difine corsa che impediscono all’utensile di uscire dalla zona prestabilita. Lazona in cui l’utensile può muoversi è la sua corsa.MotoreFine corsaTavolaZero macchinaSpecifica...

  • Page 49

    PROGRAMMAZIONE2. ASSI CONTROLLATIB--63834IT/01282 ASSI CONTROLLATI

  • Page 50

    2. ASSI CONTROLLATIPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0129Voce0i--TBAssi controllati base2 assiEstensione assi controllati (totale)Max. 4 assi (Incluso l’asse Cs)Assi controllati simultaneamente base2 assiEstensione assi controllabili simulta-neamenteMax. 4 assiNOTANelle operazioni manuali (jog, avanzame...

  • Page 51

    PROGRAMMAZIONE2. ASSI CONTROLLATIB--63834IT/0130Il sistema di incrementi è costituito dall’incremento minimo di immissionee dall’incremento minimo di comando. L’incremento minimo di immissioneè la più piccola unità di movimento programmabile. L’incremento minimodi comando è l’unit...

  • Page 52

    2. ASSI CONTROLLATIPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0131Non è consentito l’uso combinato dei sistemi metrico e in pollici.Esistono funzioni che non possono essere usate tra assi con differentiunità di misura (interpolazione circolare, compensazione raggio utensile,ecc.). Per il sistema di incrementi ...

  • Page 53

    PROGRAMMAZIONE3. FUNZIONI PREPARATORIE(CODICI G)B--63834IT/01323 FUNZIONI PREPARATORIE (CODICI G)Il significato del comando di un blocco è determinato dal codice Gspecificato per quel blocco.I codiciG si dividono neiseguentidue tipi.TipoSignificatoCodici G auto-cancellantiIl codice G è attivo p...

  • Page 54

    PROGRAMMAZIONE(CODICI G)3. FUNZIONI PREPARATORIEB--63834IT/01331. Se all’accensione o in caso di reset il CNC entra nello stato di clear(vedere il bit 6 (CLR) del parametro 3402), i codici G modali cambianocome segue.(1) Sono attiviicodiciG contrassegnatidanella tabella 3.(2) Per G20 e G21, è ...

  • Page 55

    PROGRAMMAZIONE3. FUNZIONI PREPARATORIE(CODICI G)B--63834IT/0134Tabella 3 Elenco dei codici G (1/2)Codice GGruppoFunzioneABCGruppoFunzioneG00G00G00Posizionamento (rapido)G01G01G0101Interpolazione lineareG02G02G0201Interpolazione circolare in senso orarioG03G03G03Interpolazione circolare in senso a...

  • Page 56

    PROGRAMMAZIONE(CODICI G)3. FUNZIONI PREPARATORIEB--63834IT/0135Tabella 3 Elenco dei codici G (2/2)Codice GGruppoFunzioneABCGruppoFunzioneG54G54G54Selezione del sistema di coordinate del pezzo 1G55G55G55Selezione del sistema di coordinate del pezzo 2G56G56G5614Selezione del sistema di coordinate d...

  • Page 57

    PROGRAMMAZIONE4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEB--63834IT/01364 FUNZIONI DI INTERPOLAZIONE

  • Page 58

    4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0137Il comando G00 muove l’utensile in rapido, nel sistema di coordinate delpezzo, portandolo sulla posizione specificata con un comando assoluto oconuncomando incrementale.Nel comando assoluto, si programmano le coordinate del punto finale....

  • Page 59

    PROGRAMMAZIONE4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEB--63834IT/0138< Programmazione radiale>G00X40.0Z56.0 ; (Comando assoluto)oG00U--60.0W--30.5; (Comando incrementale)Z56.030.530.0φ40.0XLa velocità in rapido non può essere specificata programmando un codice F.Anche se è specificato il posiziona...

  • Page 60

    4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0139L’utensile si muove in linea retta.G01 IP_ F_;IP_:Per un comando assoluto le coordinate del puntofinale e per un comando incrementale l’entità delmovimento dell’utensile.F_:Velocità dell’utensile (velocità di avanzamento)L’ute...

  • Page 61

    PROGRAMMAZIONE4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEB--63834IT/0140L’utensile si muove lungo un arco di cerchio.G17G03Arco nel piano XpYpArco nel piano ZpXpG18Arco nel piano YpZpXp_Yp_G02G03G02G03G02G19Xp_ Zp_Yp_ Zp_I_ J_R_F_ ;I_ K_R_F_J_ K_R_F_Tabella 4.3 Descrizione dei comandiComandoDescrizioneG17Spe...

  • Page 62

    4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0141NOTAGli assi U, V e W (paralleli agli assi base) possono essereusati solo con i sistemi B e C di codici G.Il senso orario (G02) e il senso antiorario (G03) dell’interpolazione circolarenel piano XpYp (piano ZpXp o piano YpZp) è definito...

  • Page 63

    PROGRAMMAZIONE4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEB--63834IT/0142Invece di specificare il centro dell’arco con I, J o K, può essere specificato conl’indirizzo R il raggio del cerchio cui l’arco appartiene.In questo caso, siconsiderano due tipi diarchi:minoridi 180 gradi e maggioridi 180 gradi. No...

  • Page 64

    4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0143Se un arco il cui angolo al centro è vicino a 180_ viene programmato con R, ilcalcolo delle coordinate del centro può generare un errore. In questo caso,specificare il centro dell’arco con I, J e K.XZKXKZZRG02X_Z_I_K_F_;G03X_Z_I_K_F_;G...

  • Page 65

    PROGRAMMAZIONE4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEB--63834IT/0144La funzione grazie alla quale il controllo del contorno viene eseguitoconvertendo un comando programmato nel sistema di coordinatecartesiane in un movimento dell’asse lineare (movimento dell’utensile) e inun movimento dell’asse rotat...

  • Page 66

    4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0145Nel modo interpolazione in coordinate polari i comandi vengonoprogrammati come coordinate cartesiane nel piano dell’interpolazione incoordinate polari. Nei comandi, si usa come indirizzo del secondo asse delpiano (l’asse virtuale) l’...

  • Page 67

    PROGRAMMAZIONE4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEB--63834IT/0146Prima di comandare G12.1, occorre impostare un sistema di coordinate delpezzo con l’origine sul centro dell’asse rotativo. Quando è attivo il modoG12.1, il sistema di coordinate non deve essere cambiato (G92, G52, G53,reset delle coor...

  • Page 68

    4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0147Esempio di programmazione dell’interpolazione in coordinate polari fral’asse X (asse lineare) e l’asse C (asse rotativo)C’(asse ipotetico)Asse CPercorso compensatoPercorso programmatoN204N205N206N203N202N201N208N207Asse XAsse ZN200...

  • Page 69

    PROGRAMMAZIONE4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEB--63834IT/0148Nel modo interpolazione cilindrica, il CNC converte l’entità del movimentocomandato in gradi per l’asse rotativo in una distanza lineare lungo unacirconferenza. Dopo questa conversione, possono essere eseguitel’interpolazione linear...

  • Page 70

    4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0149Nel modo interpolazione cilindrica è possibile comandare l’interpolazionecircolare fra l’asse rotativo e un asse lineare. Nei comandi si usa il raggio R,comeèdescritto nella sezione4.4.Il raggio deve essere specificato in mm (per la ...

  • Page 71

    PROGRAMMAZIONE4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEB--63834IT/0150Nel modo interpolazione cilindrica non possono essere eseguitiposizionamenti (inclusi i movimenti in rapido eseguiti per comandi comeG28, G80G89, ecc.). Dovendo eseguire un posizionamento, cancellareprima l’interpolazione cilindrica. L...

  • Page 72

    4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0151C2301901500mmZdeg11090701203060 70270N05N06N07N08N09N10N11N12N1336060O0001 (INTERPOLAZIONE CILINDRICA);N01 G00 Z100.0 C0 ;N02G01 G18W0H0;N03 G07.1 H57299 ;N04 G01 G42 Z120.0 D01 F250 ;N05C30.0;N06 G02 Z90.0 C60.0 R30.0 ;N07 G01 Z70.0 ;N08 ...

  • Page 73

    PROGRAMMAZIONE4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEB--63834IT/0152Con il comando G32 si possono filettature coniche e a spirale, oltre allafilettatura parallela a passo costante.L’encoder montato sul mandrino legge in tempo reale la velocità delmandrino stesso. Questa velocità viene convertita nella ...

  • Page 74

    4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0153XLXαLZZα≦45°→ passoLZα≧45°→ passoLXFilettatura conicaFig. 4.6 (e) LZ e LX per la filettatura conicaIn generale, l’errore di inseguimento del servo produrrà un errore nel passoall’inizio e alla fine della filettatura. Spec...

  • Page 75

    PROGRAMMAZIONE4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEB--63834IT/0154Asse ZAsse Xδ2δ130mm70Sono impiegati i seguenti valori:Passo :4mmδ1=3mmδ2=1.5mmProfondità di taglio :1mm (due passate)(Programmazione diametrale, in millimetri)G00 U--62.0 ;G32 W--74.5 F4.0 ;G00 U62.0 ;W74.5 ;U--64.0 ;(Per la seconda ...

  • Page 76

    4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0155DIFFIDA1 Durante la filettatura non è attiva la regolazione della velocità di avanzamento (fissa a 100%).2 Arrestare l’avanzamento del filettatore senza fermare il mandrino è molto pericoloso. Questoaumenterà di colpo la profondità ...

  • Page 77

    PROGRAMMAZIONE4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEB--63834IT/0156Specificando un incremento o un decremento del passo al giro, si possonoeseguire filettature a passo variabile.Fig. 4.7 Filettatura a passo variabileG34 IP_F_K_;IP: Punto finaleF : Passo in direzione longitudinale al punto inizialeK : Incr...

  • Page 78

    4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0157E’ disponibile la filettatura continua, grazie alla quale possono esserecomandati più blocchi di filettatura consecutivi, attraverso lasovrapposizione degli impulsi fra due blocchi consecutivi.In questo modo vengono eliminate eventuali ...

  • Page 79

    PROGRAMMAZIONE4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEB--63834IT/0158Specificando con l’indirizzo Q l’angolo fra la posizione del segnale di 1 girodel mandrino e l’inizio della filettatura, è possibile realizzare con facilità lefilettature a più principi.Filettature a più principiIP_ : Punto final...

  • Page 80

    4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0159Programma per l’esecuzione di una filettatura a due principi(con angoli iniziali di 0 e 180 gradi))G00 X40.0 ;G32 W--38.0F4.0Q0;G00 X72.0 ;W38.0 ;X40.0 ;G32 W--38.0 F4.0 Q180000 ;G00 X72.0 ;W38.0 ;Esempi

  • Page 81

    PROGRAMMAZIONE4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEB--63834IT/0160G31 comanda l’interpolazione lineare come G01. L’immissione di un segnaleesterno di salto durante l’esecuzione di questo comando interrompe il restodel blocco e fa eseguire il blocco successivo.La funzione di salto si usa quando il p...

  • Page 82

    4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0161G31W100.0 F100;U50.0;U50.050.0100.0Segnale di salto ricevuto quiMovimento effettivoMovimento senza segnaledi saltoXZFig. 4.10 (a) Il blocco successivo è un comando incrementaleG31Z200.00 F100;X100.0;X100.0Z200.0Segnale di salto ricevuto q...

  • Page 83

    PROGRAMMAZIONE4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEB--63834IT/0162In un blocco contenente P1, P2, P3 o P4 dopo G31, la funzione di saltomultipasso memorizza nelle variabili delle macroistruzioni le coordinatedella posizione in cui si alza un segnale di salto (4 punti o 8 punti; 8 puntise si usa il segnal...

  • Page 84

    4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0163Se viene limitata la coppia del motore (per esempio con un comando dilimitazione della coppia emesso dal PMC), un comando di movimentosuccessivo a G31 P99 (o a G31 P98) può generare lo stesso tipo diavanzamento in lavoro specificato da G0...

  • Page 85

    PROGRAMMAZIONE4. FUNZIONI DI INTERPOLAZIONEB--63834IT/0164G31 P98/99 non può essere usato per gli assi soggetti al controllo sincronosemplice o all’asse X o Z sottoposti al controllo dell’asse inclinato.Il bit 7 (SKF) del parametro N. 6200 deve essere settato in modo dadisabilitare la prova ...

  • Page 86

    5. FUNZIONI DI AVANZAMENTOPROGRAMMAZIONEB--63834IT/01655 FUNZIONI DI AVANZAMENTO

  • Page 87

    PROGRAMMAZIONE5. FUNZIONI DI AVANZAMENTOB--63834IT/0166Le funzioni di avanzamento controllano il movimento dell’utensile. Sonodisponibili le seguenti due funzioni:1. RapidoQuando viene specificato un comando di posizionamento (G00),l’utensile si muove alla velocità rapida stabilita per il CN...

  • Page 88

    5. FUNZIONI DI AVANZAMENTOPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0167Se fra due blocchi consecutivi di avanzamento in lavoro cambia la direzionedel movimento, può derivarne un arrotondamento dello spigolo (Fig.5.1(b)).0Percorso utensile programmatoPercorso utensile effettivoXZFig. 5.1 (b) Esempio di percorso ...

  • Page 89

    PROGRAMMAZIONE5. FUNZIONI DI AVANZAMENTOB--63834IT/0168La velocità di avanzamento per l’interpolazione lineare (G01),l’interpolazione circolare (G02, G03), ecc. si programma con un valorenumerico dopo il codice F.Nell’avanzamento in lavoro, il blocco successivo è eseguito in modo daminimi...

  • Page 90

    5. FUNZIONI DI AVANZAMENTOPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0169FAvanzamento al minuto(mm/min o pollici/min)Fig. 5.3 (b) Avanzamento al minutoDIFFIDAAlcuni comandi, come la filettatura, inibiscono laregolazione della velocità di avanzamento.Il modo avanzamento al giro si specifica con G99. L’avanzament...

  • Page 91

    PROGRAMMAZIONE5. FUNZIONI DI AVANZAMENTOB--63834IT/0170NOTAIl limite superiore della velocità di avanzamento si specificain mm/min o in pollici/min.Eccetto che durante l’accelerazione o la decelerazione,l’errore aritmetico del CNC per il valore comandato dellavelocità di avanzamento è cont...

  • Page 92

    6. PUNTO DI RIFERIMENTOPROGRAMMAZIONEB--63834IT/01716 PUNTO DI RIFERIMENTOSu una macchina utensile a CNC è definita una posizione speciale nellaquale, generalmente, viene eseguito il cambio utensile o viene stabilito ilsistema di coordinate, come si vedrà più avanti. Questa posizione è dettap...

  • Page 93

    PROGRAMMAZIONE6. PUNTO DI RIFERIMENTOB--63834IT/0172Il punto di riferimento è un punto fisso sulla macchina al quale l’utensilepuò essere portato facilmente con la funzione del ritorno al punto diriferimento.Per esempio, il punto di riferimento è usato come posizione di cambioutensile automa...

  • Page 94

    6. PUNTO DI RIFERIMENTOPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0173L’utensile può essere portato automaticamente sul punto di riferimentopassando per un punto intermedio lungo l’asse specificato. Alcompletamento del ritorno al punto di riferimento si accende la spiacorrispondente.XZPunto intermedioPunto di...

  • Page 95

    PROGRAMMAZIONE6. PUNTO DI RIFERIMENTOB--63834IT/0174Il posizionamento sul punto intermedio e il posizionamento sul punto diriferimento sono eseguiti alla velocità in rapido specificata per ciascun asse.Quindi, per sicurezza, la compensazione raggio utensile e la compensazionelunghezza utensile d...

  • Page 96

    7. SISTEMA DI COORDINATEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/01757 SISTEMA DI COORDINATEQuando viene specificata una posizione da raggiungere, il CNC muovel’utensile, portandolo a tale posizione. La posizione da raggiungere vienefornita tramite i valori delle coordinate, in un sistema di coordinate. Le coo...

  • Page 97

    PROGRAMMAZIONE7. SISTEMA DI COORDINATEB--63834IT/0176Lo zero macchina è una posizione standard della macchina, che vienenormalmente stabilita dal costruttore della macchina in base allecaratteristiche della macchina stessa.Il sistema di coordinate della macchina è un sistema di coordinate che h...

  • Page 98

    7. SISTEMA DI COORDINATEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0177Il sistema di coordinate utilizzato per la lavorazione di un pezzo si dicesistema di coordinate del pezzo. Il sistema di coordinate del pezzo deveessere preventivamente stabilito nel CNC (impostazione del sistema dicoordinate del pezzo).Il prog...

  • Page 99

    PROGRAMMAZIONE7. SISTEMA DI COORDINATEB--63834IT/0178Impostazione del sistema di coordinate conG50X128.7Z375.1; (Programmazione diametrale)Impostazione del sistema di coordinate conG50X1200.0Z700.0; (Programmazione diametrale)Esempio 1Esempio 2ZX375.1φ128.7ZX700.0φ1200.0Punto zeroPunto iniziale...

  • Page 100

    7. SISTEMA DI COORDINATEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0179Il programmatore può scegliere il sistema di coordinate del pezzo comesegue. (Ladescrizione deimetodidiimpostazione sitrova nella sezioneII- -7.2.1)(1) G50 o impostazione automatica del sistema di coordinate del pezzoDopo la selezione del sist...

  • Page 101

    PROGRAMMAZIONE7. SISTEMA DI COORDINATEB--63834IT/0180I sei sistemi di coordinate del pezzo specificati con G54/G59 possono esserecambiati variando i valori dell’offset esterno dello zero pezzo o dell’offsetdello zero pezzo.Questo può essere fatto in tre modi diversi:(1) Tramite il pannello M...

  • Page 102

    7. SISTEMA DI COORDINATEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0181Con il comando G10 è possibile cambiare individualmente ciascun sistema dicoordinate del pezzo.Con il comando G50 IP___; il sistema di coordinate del pezzo (selezionatocon uno dei codici G54/G59) si sposta per formare un nuovo sistema di coor-...

  • Page 103

    PROGRAMMAZIONE7. SISTEMA DI COORDINATEB--63834IT/0182Questa funzione presetta un sistema di coordinate del pezzo traslato con unintervento manuale rispetto al precedente sistema di coordinate. Il nuovosistema di coordinate del pezzo è spostato rispetto allo zero macchina da unoffset dello zero p...

  • Page 104

    7. SISTEMA DI COORDINATEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0183Prendendo il caso (a) come esempio, il sistema di coordinate del pezzo vienespostato della distanza dell’intervento manuale.PoPnWZnWZoSistema di coordinatedel pezzo G54 primadell’intervento manualeOffset dello zeropezzoSistema di coordinate...

  • Page 105

    PROGRAMMAZIONE7. SISTEMA DI COORDINATEB--63834IT/0184Se il sistema di coordinate impostato con il comando G50 o il sistema dicoordinate impostato automaticamente non corrisponde al sistema dicoordinate programmato, il sistema di coordinate impostato può esserespostato (vedere III- -3.1)Registrar...

  • Page 106

    7. SISTEMA DI COORDINATEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0185Quando si programma, è talvolta conveniente disporre, all’interno delsistema di coordinate del pezzo, di un secondo sistema di coordinate. Talesistema di coordinate è il sistema di coordinate locali.G52 IP_;Specifica il sistema di coordinat...

  • Page 107

    PROGRAMMAZIONE7. SISTEMA DI COORDINATEB--63834IT/0186DIFFIDA1. L’impostazione del sistema di coordinate locali non cambiai sistemi di coordinate del pezzo e della macchina.2. Se un comando G50 (impostazione del sistema dicoordinate) non specifica gli assi del sistema di coordinatelocali, il sis...

  • Page 108

    7. SISTEMA DI COORDINATEPROGRAMMAZIONEB--63834IT/0187Il piano per l’interpolazione circolare, la compensazione raggio utensile, larotazione del sistema di coordinate e i cicli di foratura si seleziona con uncodice G.La sottostante tabella indica la relazione fra i codici G e i piani selezionati...

  • Page 109

    PROGRAMMAZIONE8. VALORI DELLE COORDINATEEDIMENSIONIB--63834IT/01888 VALORI DELLE COORDINATE E DIMENSIONIQuesto capitolo tratta i seguenti argomenti:8.1 PROGRAMMAZIONE ASSOLUTA E INCREMENTALE (G90, G91)8.2 CONVERSIONE POLLICI/MILLIMETRI (G20/G21)8.3 PROGRAMMAZIONE DEL PUNTO DECIMALE8.4 PROGRAMMAZI...

  • Page 110

    PROGRAMMAZIONE8. VALORI DELLE COORDINATEEDIMENSIONIB--63834IT/0189Il movimento degli assi può essere programmato con comandi assoluti o concomandi incrementali. Nei comandi assoluti, vengono programmate lecoordinate del punto finale; nei comandi incrementali viene programmatala distanza da perco...

  • Page 111

    PROGRAMMAZIONE8. VALORI DELLE COORDINATEEDIMENSIONIB--63834IT/0190La programmazione in pollici o in millimetri può essere selezionata tramitecodice G.G20;Programmazione in polliciG21;Programmazione in millimetriQuesto codice G deve essere specificato in un blocco indipendente prima diimpostare i...

  • Page 112

    PROGRAMMAZIONE8. VALORI DELLE COORDINATEEDIMENSIONIB--63834IT/0191I valori numerici possono essere immessi con il punto decimale. Il puntodecimale può essere usato nella specifica di distanze, tempi o velocità.I seguenti indirizzi accettano il punto decimale: X, Y, Z, U, V, W, A, B, C, I,J, K, ...

  • Page 113

    PROGRAMMAZIONE8. VALORI DELLE COORDINATEEDIMENSIONIB--63834IT/0192Siccome la sezione dei pezzi lavorati su un tornio è generalmente circolare,le dimensioni di un pezzo possono essere programmate in due modi:specificandone il diametro o specificandone il raggio.Se viene specificato il diametro de...

  • Page 114

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/019. FUNZIONE VELOCITA’ MANDRINO(FUNZIONE S)939 FUNZIONE VELOCITA’ MANDRINO (FUNZIONE S)La velocità del mandrino può essere controllata specificando un valorenumerico per l’indirizzo S.Inoltre, può essere comandata la rotazione del mandrino per l’angolospecific...

  • Page 115

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/019. FUNZIONE VELOCITA’ MANDRINO(FUNZIONE S)94Quando viene specificato un valore dopo l’indirizzo S, il segnale del codicee il segnale strobe vengono inviati alla macchina per il controllo dellavelocità di rotazione del mandrino. In un blocco può essere programmatou...

  • Page 116

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/019. FUNZIONE VELOCITA’ MANDRINO(FUNZIONE S)95La velocità di taglio (velocità relativa fra l’utensile e il pezzo) si specificacon il codice S. La velocità di rotazione del mandrino viene calcolata inmodo che la velocità di taglio risultante venga mantenuta costant...

  • Page 117

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/019. FUNZIONE VELOCITA’ MANDRINO(FUNZIONE S)96G96 (attivazione della velocità di taglio costante) è un codice G modale.Dopo un comando G96, il sistema entra nel modo velocità di taglio costante(modo G96) e i valori di S specificati sono interpretati come comandi dell...

  • Page 118

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/019. FUNZIONE VELOCITA’ MANDRINO(FUNZIONE S)97Modo G96Modo G97Specificare la velocità di taglio in m/min(o piedi/min)Comando G97Memorizzazione della velocità di taglioin m/min (o piedi/min)Comando divelocità delmandrinoSpecificatoViene usata la velo-cità del mandrin...

  • Page 119

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/019. FUNZIONE VELOCITA’ MANDRINO(FUNZIONE S)98In un blocco in rapido specificato da G00, la velocità di taglio non vienecalcolata in base al variare della posizione dell’utensile, ma in base allaposizione finale del blocco, in quanto durante il rapido non c’è lavo...

  • Page 120

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/019. FUNZIONE VELOCITA’ MANDRINO(FUNZIONE S)99Con questa funzione, quando la velocità del mandrino devia dalla velocitàcomandata a causa delle condizioni di lavorazione, si ha un allarme disurriscaldamento (N. 704). Questa funzione è utile a prevenire grippaggi,ecc.G...

  • Page 121

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/019. FUNZIONE VELOCITA’ MANDRINO(FUNZIONE S)100La rilevazione avviene come segue:1. Quando l’allarme si verifica dopo che è stata raggiunta la velocità delmandrino comandata.Velocità mandrinoControlloControlloControllonon ese-guitorrqqddSpecifica diun’altra veloc...

  • Page 122

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/019. FUNZIONE VELOCITA’ MANDRINO(FUNZIONE S)101NOTA1. Quando l’allarme si verifica nel modo automatico, vieneattivato l’arresto in blocco singolo. L’allarme disurriscaldamento del mandrino compare sul CRT e vieneemesso il segnale di allarme “SPAL” (bit = 1), c...

  • Page 123

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/019. FUNZIONE VELOCITA’ MANDRINO(FUNZIONE S)102Nelle operazioni di tornitura, il mandrino, accoppiato al motore mandrino,viene fatto ruotare ad una data velocità, facendo ruotare il pezzo montatosul mandrino per la lavorazione. La funzione di posizionamento delmandrino...

  • Page 124

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/019. FUNZIONE VELOCITA’ MANDRINO(FUNZIONE S)103L’angolo di indexaggio si specifica come valore numerico con il segno negliindirizzi C o H. C e H devono essere specificati nel modo G00.(Esempio) C- -1000H4500Il punto finale si specifica programmandone la distanza dallo...

  • Page 125

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/019. FUNZIONE VELOCITA’ MANDRINO(FUNZIONE S)104La velocità di avanzamento durante il posizionamento corrisponde allavelocità in rapido specificata dal parametro N. 1420, alla quale è applicato ilcontrollo lineare dell’accelerazione/decelerazione. A questa velocità...

  • Page 126

    PROGRAMMAZIONE10. FUNZIONE UTENSILE(FUNZIONE T)B--63834IT/0110510FUNZIONEUTENSILE(FUNZIONET)Sono disponibili due funzioni relative agli utensili. Una è la funzione diselezioneutensileel’altra èlagestionevitautensili.

  • Page 127

    PROGRAMMAZIONE(FUNZIONE T)10. FUNZIONE UTENSILEB--63834IT/01106Quando viene specificato un valore numerico di 2 o 4 cifre con l’indirizzo T,vengono inviati alla macchina un codice e un segnale strobe.Questo serve soprattutto per controllare la selezione degli utensili.In un blocco può essere c...

  • Page 128

    PROGRAMMAZIONE10. FUNZIONE UTENSILE(FUNZIONE T)B--63834IT/01107Gli utensili vengono classificati in vari gruppi, per ciascuno dei quali vienespecificata la vita dell’utensile (tempo o frequenza di impiego). La funzioneche accumula i dati di impiego dell’utensile e seleziona al momentoopportun...

  • Page 129

    PROGRAMMAZIONE(FUNZIONE T)10. FUNZIONE UTENSILEB--63834IT/01108La vita utensile può essere specificata in tempo (minuti) o in frequenzadi impiego. La scelta si esegue con il parametro N. 6800#2, LTM.Possono essere specificati fino a 4300 minuti per il tempo e fino a 9999volte per la frequenza.Il...

  • Page 130

    PROGRAMMAZIONE10. FUNZIONE UTENSILE(FUNZIONE T)B--63834IT/01109O0001 ;G10L3 ;P001L0150 ;T0011 ;T0132 ;T0068 ;P002L1400 ;T0061;T0241 ;T0134;T0074;P003L0700 ;T0012;T0202 ;G11 ;M02 ;Dati del gruppo 1Dati del gruppo 2Dati del gruppo 3Non è necessario che i numeri dei gruppi specificati con P sianoco...

  • Page 131

    PROGRAMMAZIONE(FUNZIONE T)10. FUNZIONE UTENSILEB--63834IT/01110Viene misurato il tempo tra la specifica di Tnn99 (nn= Numero gruppoutensili) e di Tnn88. Il tempo per cui l’utensile è effettivamente usato vienecontato ad intervalli di quattro secondi. Il tempo di arresto in blocco singolo,feed ...

  • Page 132

    PROGRAMMAZIONE10. FUNZIONE UTENSILE(FUNZIONE T)B--63834IT/01111In un programma pezzo, i gruppi di utensili si specificano tramite il codiceT, come segue.Formato nastroSignificatoTnn99;Fine utilizzo del gruppo corrente e inizio utilizzo delgruppo ∆∆. ”99” distingue questo comando dai norma...

  • Page 133

    PROGRAMMAZIONE11. FUNZIONI AUSILIARIEB--63834IT/0111211 FUNZIONI AUSILIARIEEsistono due tipi di funzioni ausiliarie: funzioni miscellanee (codici M) perspecificare la rotazione del mandrino, l’arresto del mandrino, la fine delprogramma, e così via, e seconda funzione ausiliaria (codice B).Quan...

  • Page 134

    PROGRAMMAZIONE11. FUNZIONI AUSILIARIEB--63834IT/01113Quando viene specificato l’indirizzo M seguito da un numero, vengonotrasmessi alla macchina il segnale del codice e un segnale strobe. Lamacchina usa questi segnali per attivare o disattivare le proprie funzioni.Normalmente, in un blocco può...

  • Page 135

    PROGRAMMAZIONE11. FUNZIONI AUSILIARIEB--63834IT/01114Normalmente, in un blocco può essere specificato un solo codice M. Però,mettendo a 1 il bit 7 (M3B) del parametro N. 3404, questa funzionepermette di specificare fino a 3 codici M in un solo blocco.I codici M specificati in un blocco vengono ...

  • Page 136

    PROGRAMMAZIONE11. FUNZIONI AUSILIARIEB--63834IT/01115Quando viene programmato un valore numerico per l’indirizzo B, il CNCinvia alla macchina il segnale del codice e un segnale strobe. La relazione frai codici B e le operazioni della macchina è stabilita dal costruttore dellamacchina utensile....

  • Page 137

    PROGRAMMAZIONEDEL PROGRAMMA12. CONFIGURAZIONEB--63834IT/0111612 CONFIGURAZIONE DEL PROGRAMMAEsistono due tipi di programmi: programma principale e sottoprogramma.Normalmente, il CNC opera sotto il controllo del programma principale, ma,quando viene incontrato un comando che richiama un sottoprogr...

  • Page 138

    PROGRAMMAZIONEDEL PROGRAMMA12. CONFIGURAZIONEB--63834IT/01117Un programma è composto dalle seguenti sezioni:Tabella 12 Componenti del programmaComponenteDescrizioneInizio nastroUn simbolo che indica l’inizio di un file di programmaSezione leaderUsata per il titolo del file di programma, ecc.In...

  • Page 139

    PROGRAMMAZIONEDEL PROGRAMMA12. CONFIGURAZIONEB--63834IT/01118Questo paragrafo descrive le componenti del programma diverse dallasezione programma. La sezione programma è descritta nel paragrafoII- -12.2.%TITOLO;O0001 ;M30 ;%(COMMENTO)Inizio nastroSezione programmaSezione leaderInizio programmaSe...

  • Page 140

    PROGRAMMAZIONEDEL PROGRAMMA12. CONFIGURAZIONEB--63834IT/01119NOTASe un file contiene più programmi, non è necessario che ilcodice EOB (fine blocco) per la disabilitazione dellafunzione label skip compaia anche all’inizio dei programmisuccessivi al primo. Però, il codice di inizio programma ...

  • Page 141

    PROGRAMMAZIONEDEL PROGRAMMA12. CONFIGURAZIONEB--63834IT/01120Alla fine di un file contenente uno o più programmi pezzo, deve essereregistrato un carattere di fine file. Se i programmi sono caricati nel CNCusando il sistema di programmazione automatica, non è necessarioimmettere questo carattere...

  • Page 142

    PROGRAMMAZIONEDEL PROGRAMMA12. CONFIGURAZIONEB--63834IT/01121Questo paragrafo descrive gli elementi della sezione programma. Le altrecomponenti del programma pezzo sono descritte nel paragrafo II- -12.1.%(COMMENTO)%TITOLO;O0001 ;N1 … ;M30 ;Numero programmaNumero di sequenzaFine programmaSezione...

  • Page 143

    PROGRAMMAZIONEDEL PROGRAMMA12. CONFIGURAZIONEB--63834IT/01122Un programma è costituito da vari comandi. Un comando è detto blocco. Iblocchi sono separati l’uno dall’altro da un codice di fine blocco.Tabella 12.2 (a) Codice di fine blocco (EOB)NomeISOEIANotazione usata inquesto manualeFine b...

  • Page 144

    PROGRAMMAZIONEDEL PROGRAMMA12. CONFIGURAZIONEB--63834IT/01123Gli elementi che costituiscono un blocco sono le parole. Una parola ècostituita da un indirizzo e da un numero di una o più cifre che seguel’indirizzo. (I numeri possono essere preceduti dai segni algebrici + o - -.)Parola = Indiriz...

  • Page 145

    PROGRAMMAZIONEDEL PROGRAMMA12. CONFIGURAZIONEB--63834IT/01124Nella tabella 12.2 (c) sono elencati gli indirizzi principali e i valori ammessiper ciascun comando. Va però osservato che si tratta dei limiti imposti dalCNC, i limiti imposti dalla macchina possono essere molto diversi. Peresempio, i...

  • Page 146

    PROGRAMMAZIONEDEL PROGRAMMA12. CONFIGURAZIONEB--63834IT/01125Quando all’inizio di un blocco viene specificata un barra seguita da unnumero (/n, n= 1 - - 9) e lo switch n del salto blocco opzionale sul pannellodell’operatore è ON, il blocco con /n corrispondente al numero n dello switchvienei...

  • Page 147

    PROGRAMMAZIONEDEL PROGRAMMA12. CONFIGURAZIONEB--63834IT/01126La fine del programma si indica perforando i seguenti codici alla fine dellasezione programma:Tabella 12.2 (d) Codici di fine programmaCodiceUsoM02Per il programmaprincipaleM30principaleM99Per il sottoprogrammaQuando viene eseguito uno ...

  • Page 148

    PROGRAMMAZIONEDEL PROGRAMMA12. CONFIGURAZIONEB--63834IT/01127Quando esistono sequenze fisse ripetitive, queste sequenze possono esserecaricateinmemoriacomesottoprogrammi,semplificandolaprogrammazione. Un sottoprogramma può essere richiamato dalprogramma principale. Un sottoprogramma richiamato p...

  • Page 149

    PROGRAMMAZIONEDEL PROGRAMMA12. CONFIGURAZIONEB--63834IT/01128NOTA1. I segnali dei codici M98 e M99 non vengono inviati allamacchina.2. Se il numero del sottoprogramma specificato con l’indirizzoP non esiste, si ha l’allarme N. 078.lM98 P51002;Con questo comando, il sottoprogramma numero 1002 ...

  • Page 150

    PROGRAMMAZIONEDEL PROGRAMMA12. CONFIGURAZIONEB--63834IT/01129Se M99 viene eseguito nel programma principale, il controllo ritornaall’inizio dello stesso programma. Per esempio, se in una appropriataposizione del programma viene inserito un blocco ’/M99;’ e il salto bloccoopzionale non è at...

  • Page 151

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE13013 FUNZIONI CHE SEMPLIFICANO LA PROGRAMMAZIONEQuesto capitolo descrive le seguenti funzioni:13.1 CICLI FISSI (G90, G92, G94)13.2 CICLI MULTIPLI RIPETITIVI (G70 - - G76)13.3 CICLI FISSI DI FORATURA (G80 - - G89)13.4 CICLI ...

  • Page 152

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE131Esistono tre cicli fissi: G90 (ciclo di tornitura sul diametro interno/esterno),G92 (ciclo di filettatura) e G94 (ciclo di sfacciatura).G90X (U)__Z (W)__F__ ;X/2Asse XAsse Z2(F)R……RapidoF……Lavoro3(F)1(R)4(R)ZWU/2F...

  • Page 153

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE132G90X(U)__ Z(W)__ R__ F__ ;Asse XR2(F)R…RapidoF…Lavoro3(F)X/24(R)ZU/21(R)WAsse ZFig. 13.1.1 (b) Ciclo di tornitura conicaIn programmazione incrementale, la relazione tra i segni di U, W, e R e ilpercorso dell’utensil...

  • Page 154

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE133G92X(U)__ Z(W)__ F__ ;Specifica del passo (L)X/2Asse XAsse ZR……RapidoF……LavoroZL1(R)2(F)3(R)4(R)Approx. 45,rW(L’angolo dello smusso è di 45gradi o meno a causa del ritardodel servo sistema)Dettaglio dello smuss...

  • Page 155

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE134DIFFIDALe note per questo ciclo fisso sono le stesse della filettaturacon G32. Però, l’arresto per feed hold si ha alcompletamento del passo 3 del ciclo.AVVERTENZANon appena viene attivato il feed hold, l’utensile si...

  • Page 156

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE135Asse X(R)…Rapido(F)…Lavoro2(F)4(R)X/21(R)Asse Z3(R)rLZG92X(U)__ Z(W)__ R__ F__ ;Specifica del passo (L)WU/2RApprox. 45°(L’angolo dello smusso è di 45gradi o meno a causa del ritardodel servo sistema)Dettaglio dell...

  • Page 157

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE136G94X(U)__ Z(W)__ F__ ;Asse X04(R)X/23(F)Asse Z1(R)2(F)U/2ZW(R)……Rapido(F)……LavoroX/2U/2ZFig. 13.1.3 (a) Ciclo di sfacciaturaIn programmazione incrementale, il segno di U e W dipende dalladirezione dei percorsi 1 e...

  • Page 158

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE137Asse X(R)Rapido(F)Lavoro4(R)X/23(F)Asse Z1(R)2(F)U/2ZWRFig. 13.1.3 (b) Ciclo di sfacciatura conicaIn programmazione incrementale, la relazione tra i segni di U, W, e R e ilpercorso dell’utensile è come segue:1. U < ...

  • Page 159

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE138NOTA1 Dato che per i cicli fissi X(U), Z(W), e R sono modali, se X(U),Z(W), o R non vengono riprogrammati, restano validi i datiprecedenti. Così, se la dimensione in Z non cambia, comenell’esempio qui sotto, il ciclo f...

  • Page 160

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE139Scegliere il ciclo appropriato in base alla forma del grezzo e alla forma delpezzo.Forma del grezzoForma del pezzoForma del grezzoForma del pezzo13.1.4Uso dei cicli fissiG90, G92 e G94DCiclo di tornitura parallela(G90)DCi...

  • Page 161

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE140Forma del grezzoForma del pezzoForma del grezzoForma del pezzoDCiclo di sfacciatura (G94)DCiclo di sfacciaturaconica (G94)

  • Page 162

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE141Esistono veri tipi di cicli di lavorazione predefiniti che facilitano laprogrammazione. Ad esempio, il percorso dell’utensile per la sgrossaturaviene descritto tramite i dati del profilo del pezzo finito. E’ anchedisp...

  • Page 163

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE142NOTA1. Benché sia ndche nu vengano specificati con l’indirizzo U,il loro significato è determinato dalla presenza degli indirizziPeQ.2. La lavorazione è eseguita dal comando G71 contenente PeQ.Le funzioni F, S, T spe...

  • Page 164

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE143Il tipo II è diverso dal tipo I in quanto il profilo non deve necessariamenteessere monotonamente crescente o decrescente lungo l’asse X, ma puòpresentare fino a 10 cavità (tasche).12310......Fig. 13.2.1 (b) Numero d...

  • Page 165

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE144e (impostato con un parametro)Fig. 13.2.1 (e) Ritiro dell’utensile nel ciclo di asportazione di materialein tornitura (Tipo II)La distanza e (specificata con l’indirizzo R) del ritiro dopo la tornitura puòanche esser...

  • Page 166

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE145Come si vede nella sottostante figura, questo ciclo è simile a G71, salvo chela lavorazione è parallela all’asse X.A’∆u/2∆dB(F)(R)e45,(R)(F)AC∆wG72 W(∆d) R(e) ;G72 P(ns) Q(nf) U(∆u) W(∆w) F(f) S(s) T(t) ...

  • Page 167

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE146Questa funzione permette di ripetere più volte il profilo definito,spostandolo ogni volta di una certa distanza. Con questo ciclo è possibilelavorare efficientemente pezzi ricavati da stampato, fusione, o precedentesgro...

  • Page 168

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE147NOTA1. Sia nie nk che u e w si specificano con gli indirizzi U e Wrispettivamente; il loro significato è determinato dallapresenza degli indirizzi P e Q nel blocco G73. Se P e Q nonsono specificati nello stesso blocco, g...

  • Page 169

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE148φ80φ40φ1602028820104010 101901107(Programmazione diametrale, metrica)N010 G50 X220.0 Z190.0 ;N011 G00 X176.0 Z132.0 ;N012 G72 W7.0 R1.0 ;N013 G72 P014 Q019 U4.0 W2.0 F0.3 S550 ;N014 G00 Z58.0 S700 ;N015 G01 X120.0 W12....

  • Page 170

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE149(Programmazione diametrale, metrica)N010 G50 X260.0 Z220.0 ;N011 G00 X220.0 Z160.0 ;N012 G73 U14.0 W13.0 R3 ;N013 G73 P014 Q019 U4.0 W2.0 F0.3 S0180 ;N014 G00 X80.0 W--40.0 ;N015 G01 W--20.0 F0.15 S0600 ;N017 W--20.0 S040...

  • Page 171

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE150Questo comando consente il tipo di lavorazione mostrato nella figura quisotto. In questo ciclo è possibile rompere il truciolo, come si vede sotto. SeX(U) e P vengono omessi, ne risulta un’operazione sul solo asse Z, d...

  • Page 172

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE151Questo comando consente il tipo di lavorazione mostrato nella figura 13.2.6(a). E’ equivalente a G74, salvo che X è sostituito da Z. In questo ciclo èpossibile la rottura del truciolo. Consente l’esecuzione di gole ...

  • Page 173

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE152Il ciclo di filettatura presentato qui sotto si programma con G76.WC(F)(R)AU/2ΔdEiXZrDk(R)BFig. 13.2.7 (a) Ciclo di filettatura in più passate13.2.7Ciclo di filettatura inpiù passate (G76)

  • Page 174

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE153k∆ d∆d√naBdG76P (m) (r) (a) Q(∆dmin) R(d);G76X (u) _ Z(W) _ R(i)P(k) Q(∆d) F(L) ;Pmra02 1260Punta dell’utensile1st2nd3rdnthm : Numero ripetizioni in finitura (da 1 a 99)Questo valore è modale, non cambia finc...

  • Page 175

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE154Quando durante un ciclo di filettatura in più passate (G76) viene applicatofeed hold, l’utensile si ritira immediatamente con lo stesso movimentoeseguito alla fine della filettatura e ritorna al punto di partenza del c...

  • Page 176

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE155Esempi1.83.68G76 P011060 Q100 R200 ;G76 X60640 Z25000 P3680 Q1800 F6.0 ;610525ϕ60.641.8Asse X0ϕ68Asse ZCiclo multiplo ripetitivo (G76)La specifica di P2 permette di eseguire la filettatura sfalsata con unaprofondità di...

  • Page 177

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE1561. Gli indirizzi P, Q, X, Z, U, W, e R, devono essere appropriatamenteprogrammati in tutti i blocchi che comandano un ciclo fisso ripetitivo.2. Per i blocchi G71, G72, e G73 contenenti l’indirizzo P, devono essereattivi...

  • Page 178

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE157I cicli fissi di foratura semplificano la programmazione consentendo diusare un solo blocco per controllare operazioni normalmente comandatecon più blocchi.La tabella dei cicli fissi è la seguente:Tabella 13.3(a) Cicli ...

  • Page 179

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE158Il comando di un ciclo fisso specifica gli assi di posizionamento e l’asse diforatura come è indicato qui sotto. Come assi di posizionamento vengonoutilizzati gli assi C, X e Z. Come asse di foratura viene usato l’as...

  • Page 180

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE159Con il sistema A di codici G, l’utensile ritorna sempre dal fondo del foro allivello iniziale. Con i sistemi B e C di codici G, G98 riporta l’utensile alpunto iniziale e G99 lo riporta al punto R. La sottostante figur...

  • Page 181

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE160Nelle figure che illustrano i cicli fissi, sono utilizzati i seguenti simboli.P1P2MαM(α +1)Posizionamento in rapido (G00)Avanzamento in lavoro (G01)Movimento manualeSosta specificata dal programmaSosta specificata dal p...

  • Page 182

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE161Vengono eseguiti il ciclo di foratura a tratti o il ciclo di foratura a tratti adalta velocità a seconda dell’impostazione del bit 2 (RTR) del parametro N.5101. Se non è specificata la profondità di ciascun passo di ...

  • Page 183

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE162G83 o G87 (Modo G98)G83 o G87 (Modo G99)G83 X(U)_ C(H)_ Z(W)_ R_ Q_ P_ F_ M_K_ ;oG87 Z(W)_ C(H)_ X(U)_ R_ Q_ P_ F_ M_K_ ;Livello inizialePunto RPunto RPunto ZPunto ZqdqqqdqqMαP1P1M(α+1),P2MαddM(α+1),P2Punto RX_ C_oZ_C...

  • Page 184

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE163Se non è specificata la profondità di ciascun passo di foratura, vieneeseguito il ciclo di foratura normale. L’utensile viene ritirato dal fondo delforo in rapido.G83 o G87 (Modo G98)G83 o G87 (Modo G99)G83 X(U)_ C(H)...

  • Page 185

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE164Questo ciclo esegue la maschiatura. In questo ciclo, quando viene raggiuntoil fondo del foro, il senso di rotazione del mandrino viene invertito.FormatoG84 o G88 (Modo G98)G84 o G88 (Modo G99)G84 X(U)_ C(H)_ Z(W)_ R_ P_ F...

  • Page 186

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE165NOTAIl bit 6(M5T) del parametro N. 5101 permette di specificarese, prima del comando di rotazione del mandrino (M03 oM04), deve essere emesso il comando di arresto delmandrino stesso (M05). Per i dettagli, consultare il m...

  • Page 187

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE166Questo ciclo si usa per barenare un foro.G85 o G89 (Modo G98)G85 o G89 (Modo G99)G85 X(U)_ C(H)_ Z(W)_ R_ P_ F_ K_ M_ ;oG89 Z(W)_ C(H)_ X(U)_ R_ P_ F_ K_ M_;Punto RLivello inizialeLivello delpunto RPunto RMαP1Mβ,P2MαP1...

  • Page 188

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE167G80 cancella il ciclo fisso.G80;Per cancellare il modo foratura e riprendere il funzionamento normale,programmare G80.I punti R e Z vengono cancellati,cosìcome gli altridatidiforatura.M51 ;Abilitazione del modo indexaggi...

  • Page 189

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE168Quando il controllo viene fermato da un reset o da un arresto in emergenzanel corso di un ciclo di foratura, il modo di foratura e i dati di foraturavengono salvati; ripartire tenendo presente questa condizione.Quando il ...

  • Page 190

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE169Esistono 4 cicli fissi di rettifica: ciclo di pendolazione senza misuratore(G71), ciclo di pendolazione con misuratore (G72), ciclo multituffo senzamisuratore (G73) e ciclo multituffo con misuratore (G74). Una macchinaute...

  • Page 191

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE170G72P_A_B_W_ U_I_K_H_;P: Numero del dispositivodi misura(da1a4)A: Prima profondità di taglioB: Seconda profondità di taglioW : Lunghezza del tratto da rettificareU: Tempo di sosta Specifica massima: 99999.999 secondiI: V...

  • Page 192

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE171(B)(1)(2) (K)(3)(4) (K)XZU(Sosta)AU(Sosta)G73 A_ (B_) W_ U_ K_ H_ ;WA: Profondità di taglioB: Profondità di taglioW : Lunghezza del tratto da rettificareU: Tempo di sostaK: Velocità di avanzamentoH: Numero di ripetizio...

  • Page 193

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE172G74P_A_ (B_) W_ U_ K_ H_ ;P: Numero del dispositivodi misura(da1a4)A: Profondità di taglioB: Profondità di taglioW : Lunghezza del tratto da rettificareU: Tempo di sostaK: Velocità di avanzamento per WH: Numero di ripe...

  • Page 194

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE173Le inclinazioni delle rette, i valori degli smussi e dei raccordi, e gli altrivalori dimensionali che si trovano sul disegno possono essere programmatiimmettendo direttamente tali valori. Inoltre, smussi e raccordi posson...

  • Page 195

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE174(X1 ,Z1)XZA1R1A2(X3 ,Z3)(X4 ,Z4)R2(X2 ,Z2)(X1 ,Z1)(X3 ,Z3)(X2 ,Z2)XZA1A2C1(X4 ,Z4)C2(X1 ,Z1)(X3 ,Z3)(X2 ,Z2)XZA2(X4 ,Z4)C2A1R1(X1 ,Z1)(X3 ,Z3)(X2 ,Z2)XZA1A2C1(X4 ,Z4)R25678X2_Z2_, R1_;X3_Z3_ ,R2_;X4_Z4_;o,A1_, R1_;X3_Z3_,...

  • Page 196

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE175Il programma per la lavorazione del profilo indicato nella figura 13.6 è ilseguente:a1a2,A (a1) ,C (c1) ;X (x3) Z (z3) ,A (a2) ,R (r2) ;X (x4) Z (z4) ;(x3,z3)(x4,z4)a3c1(x2,z2)(x1,z1)X (x2) Z (z2) ,C (c1) ;X (x3) Z (z3) ...

  • Page 197

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE176NOTA1. I seguenti codici G non possono essere inclusi nello stessoblocco contenente l’immissione diretta delle quote deldisegno o tra blocchi di questo tipo che definiscono figuresequenziali.1) Codici G del gruppo 00 (s...

  • Page 198

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE17722°180301×45°10°R20R6Xφ 100φ 300Zφ 60(Programmazione diametrale, input metrico)N001 G50 X0.0 Z0.0 ;N002 G01 X60.0, A90.0, C1.0 F80 ;N003 Z--30.0, A180.0, R6.0 ;N004 X100.0, A90.0 ;N005 ,A170.0, R20.0 ;N006 X300.0 Z...

  • Page 199

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE178I cicli di maschiatura frontale (G84) e di maschiatura laterale (G88)possono essere eseguiti nel modo convenzionale o nel modo rigido.Nel modo convenzionale, per i comandi di rotazione e di arresto delmandrino, sincronizz...

  • Page 200

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE179Nel modo rigido, il motore mandrino è controllato come un motore asse,permettendo di eseguire maschiature precise ad alta velocità.G84 o G88 (G98)G84 o G88 (G99)G84 X(U)_ C(H)_ Z(W)_ R_ P_ F_ M_ K_ ;oG88 Z(W)_ C(H)_ X(U...

  • Page 201

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE180Nel modo avanzamento al minuto, la velocità di avanzamento divisa per lavelocità del mandrino è il passo della vite. Nel modo avanzamento al giro, lavelocità di avanzamento è il passo della vite.Se viene specificato ...

  • Page 202

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0113. FUNZIONI CHE SEMPLIFICANOLA PROGRAMMAZIONE181Velocità di avanzamento dell’asse di foratura: 1000 mm/minVelocità del mandrino: 1000 giri/minPasso della vite: 1.0 mm<Programmazione per l’avanzamento al minuto>G98;Comando per l’avanzamento al minutoG00 X1...

  • Page 203

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0114. FUNZIONI DI COMPENSAZIONE18214 FUNZIONI DI COMPENSAZIONEQuesto capitolo descrive le seguenti funzioni di compensazione:14.1 CORREZIONI UTENSILI14.2 COMPENSAZIONE RAGGIO UTENSILE (G40 - - G42)14.3 COMPENSAZIONE RAGGIO UTENSILE (DESCRIZIONE DETTA-GLIATA)14.4 ENTITA’...

  • Page 204

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01183Le correzioni utensili si usano per compensare le differenze tra l’utensileeffettivamente usato per la lavorazione e l’utensile immaginario usato nellaprogrammazione (normalmente, l’utensile standard).Entità dellacorrezionelungo l...

  • Page 205

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0114. FUNZIONI DI COMPENSAZIONE184Sono disponibili i due metodi di specifica illustrati nelle tabelle 14.1.2(a) e(b).Tabella 14.1.2(a)Codice TSignificato del codiceTImpostazione parametri per la spe-cifica del numero di correttoreComandodi 2 cifreQuando LD1, bit 0del para...

  • Page 206

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01185Esistono due tipi di correzioni: la correzione dell’usura dell’utensile e lacorrezione della geometria dell’utensile.Il percorso dell’utensile è spostato rispetto al percorso programmato deivalori di correzione in X e in Z. La di...

  • Page 207

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0114. FUNZIONI DI COMPENSAZIONE186Il parametro LVC (N. 5003#6) può essere impostato in modo che l’offsetnon venga cancellato dal tasto o dal segnale reset.Quando un blocco contiene il solo codice T, l’utensile viene mosso per unadistanza pari alla correzione usura se...

  • Page 208

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/011871. L’ultima oleultimedue cifredel codice Tdesignano sia il correttoreusura che il correttore geometria(quando LGN, bit 1 del parametro N. 5002, è 0)N1 X50.0 Z100.0 T0202 ; Specifica il correttore numero 02N2 Z200.0 ;N3 X100.0 Z250.0 T0...

  • Page 209

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0114. FUNZIONI DI COMPENSAZIONE188Questa sezione descrive l’esecuzione delle seguenti operazioni quando èapplicata la correzione della posizione utensile: comandi G53, G28 e G30,ritorno manuale al punto di riferimento, cancellazione della correzione diposizione con il ...

  • Page 210

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01189L’esecuzione del ritorno manuale al punto di riferimento non cancella il vet-tore di correzione della posizione utensile. La visualizzazione della posi-zione dipende come segue dall’impostazione del bit 4 (LGT) del parametroN. 5002.LG...

  • Page 211

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0114. FUNZIONI DI COMPENSAZIONE190Se mentre è applicata la correzione della posizione utensile il comando T00viene specificato da solo, la cancellazione della correzione dipende dall’im-postazione dei seguenti parametriLGN=0LGN (N.5002#1)LGT (N.5002#4)LGC (N.5002#5)II ...

  • Page 212

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01191Nella lavorazione conica e nella lavorazione circolare, è difficile ottenerela compensazione necessaria ad una accurata lavorazione usando soltantole funzioni di correzione utensile. La compensazione raggio utensilecompensa automaticamen...

  • Page 213

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0114. FUNZIONI DI COMPENSAZIONE192AVVERTENZAIn una macchina con punti di riferimento, viene posizionato sul punto di partenza un puntostandard come il centro della torretta. La distanza tra questo punto standard e il centro o lapunta immaginaria dell’utensile viene impo...

  • Page 214

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01193La direzione della punta immaginaria dell’utensile vista dal centrodell’utensile è determinata dalla direzione dell’utensile durante lalavorazione, pertanto deve essere impostata preventivamente insieme aivalori di correzione.La di...

  • Page 215

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0114. FUNZIONI DI COMPENSAZIONE194I codici 0 e 9 si usano quando il centro dell’utensile coincide con il punto dipartenza. Il codice della direzione della punta immaginaria dell’utensileper ciascun numero di correttore si imposta nell’indirizzo OFT.Il bit 7 (WNP) de...

  • Page 216

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01195Tabella 14.2.3(b) Correzione usura utensileNumerocorrettoreusuraOFGX(Corre-zioneusura in X)OFGZ(Corre-zioneusura in Z)OFGR(Compen-sazioneraggioutensile)(usura)OFT(Direzionedellapuntaimmagina-ria)OFGY(Corre-zioneusura in Y)W01W02W03W04W05:...

  • Page 217

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0114. FUNZIONI DI COMPENSAZIONE196L’intervallo dei valori ammessi per il valore di compensazione è il seguente:Sistema di incrementiSistema metricoSistema in polliciIS- -Bda 0 a 999.999 mmda 0 a 99.9999 polliciIS- -Cda 0 a 999.9999 mmda 0 a 99.99999 pollici...

  • Page 218

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01197La posizione del pezzo può essere cambiata impostando il sistema di coor-dinate come mostrato qui sotto.PezzoAsse XAsse ZG41 (il pezzo è a sinistra)G42 (il pezzo è a destra)NotaSe il valore della compen-sazione del raggio utensileè ne...

  • Page 219

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0114. FUNZIONI DI COMPENSAZIONE198La posizione del pezzo cambia rispetto all’utensile sugli spigoli del percorsoprogrammato, comesi vedenella figura chesegue.Posizionedel pezzoPosizionedel pezzoG42G42G41G41AABCBCBenché nella figura il pezzo non esista alla destra del p...

  • Page 220

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01199Il blocco in cui il modo passa da G41 o G42 a G40 è il blocco di cancellazionedella compensazione.G41_ ;G40_ ; (Blocco di cancellazione della compensazione)Il centro dell’utensile va su una posizione verticale al percorso program-mato ...

  • Page 221

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0114. FUNZIONI DI COMPENSAZIONE200In un blocco G40, devono essere specificati gli indirizzi I e K, che indicano ladirezione del pezzo.G40 X_Z_I_K_;Compensazione raggio utensileG40 G02 X_ Z_ I_ K_ ;Interpolazione circolareSe I e/o K vengono specificati con G40 nel modo com...

  • Page 222

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01201I seguentisono blocchisenza movimento:1. M05;Emissione di un codice M2. S21;Emissione di un codice S3. G04X1000;Sosta4. G01 U0;Distanza zero5. G98;Solo codice G6. G10 P01 X100 Z200 R50 Q2; Variazione correzioneSe due o più dei suddetti b...

  • Page 223

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0114. FUNZIONI DI COMPENSAZIONE2022. Direzione della compensazioneLa direzione della compensazione è indicata nella sottostante figuraindipendentemente da G41/G42.G90G94Quando viene specificato uno dei seguenti cicli, il ciclo viene eseguitotenendo conto del vettore dell...

  • Page 224

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01203In questo caso, la compensazione non viene eseguita.DCompensazione raggioutensile quando il bloccoè specificato in MDI

  • Page 225

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01204Questa sezione fornisce una descrizione dettagliata dei movimentidell’utensile con la compensazione raggio utensile descritta nella sezione15.2 Questa sezione è costituita dalle seguenti sottosezioni:14.3.1 Introduzione14.3.2 Movimento...

  • Page 226

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01205Quando un blocco che soddisfa tutte le seguenti condizioni viene eseguitonel modo cancellazione, il sistema entra nel modo compensazione. Questaoperazione si chiama attivazione della compensazione.• Il blocco contiene G41 o G42, o è st...

  • Page 227

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01206Il movimento dell’utensile nei blocchi di attivazione della compensazioneraggio utensile è illustrato nelle figure che seguono:αLSG42rLαSrLCG42Percorso centro utensilePunto inizialePercorso programmatoPezzoLineare→CircolarePunto in...

  • Page 228

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01207G42LLLLSrrG42LLLSrrCLLLineare→LineareLineare→CircolarePezzoPezzoPunto inizialePunto inizialePercorso programmatoPercorso programmatoPercorso centro utensilePercorso centro utensileααrG41G41LLSPunto inizialePercorso centro utensilePe...

  • Page 229

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01208Il movimento dell’utensile nel modo compensazione raggio utensile èillustrato dalle seguenti figure.αLLαCSLSCLSCSCLineare→CircolareLineare→LinearePercorso programmatoIntersezionePercorso centro utensilePezzoPezzoPercorso centro u...

  • Page 230

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01209rrSrIntersezionePercorso programmatoPercorso centro utensileIntersezioneConsiderare nello stesso modo i casi lineare - - circolare, circolare - - linearee circolare- -circolare.DMovimento dell’utensileall’interno di uno spigolo(α<...

  • Page 231

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01210αLrCSLSCLSLLrLLLSrrLineare→LineareLineare→CircolarePercorso programmatoPercorso centro utensileIntersezionePezzoCircolare→LineareCircolare→CircolareIntersezionePercorso centro utensilePercorso programmatoPezzoIntersezionePercorso...

  • Page 232

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01211αLLLLSrrLLSrrCLLLLLLrrLSLSrrLCCLLineare→LinearePercorso programmatoPercorso centro utensilePezzoLineare→CircolareCircolare→LineareCircolare→CircolarePercorso programmatoPezzoPercorso centro utensilePezzoPercorso programmatoPercor...

  • Page 233

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01212Se come punto finale dell’arco viene programmato il punto finale di unalinea, come si vede nella figura qui sotto, il CNC esegue la compensazionerispetto a un arco immaginario avente lo stesso centro e passante per ilpunto finale progra...

  • Page 234

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01213Se il raggio dell’utensile è piccolo, l’intersezione dei due archi del percorsocompensato di un arco esiste al punto (P). Però se il raggio è troppo grande,l’intersezione può non esistere. In questo caso, l’utensile si ferma a...

  • Page 235

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01214La direzione della compensazione è stabilita dai codici G (G41, G42) dellacompensazione raggio utensile e dal segno del valore di compensazione.Segno della correzioneCodice G+--G41Correzione asinistraCorrezione adestraG42Correzione adest...

  • Page 236

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01215LLLSrrG42G41G41G42rrSCrrLCSSG41G41G42G42CCrrLineare→LineareLineare→CircolarePercorso programmatoPercorso centro utensilePezzoPercorso programmatoPercorso centro utensilePezzoPezzoPezzoPezzoPercorso programmatoPercorso centro utensileC...

  • Page 237

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01216Quando la direzione della compensazione viene commutata con G41 o G42fra il blocco A e il blocco B, se non è necessario calcolare l’intersezione fra idue movimenti compensati dell’utensile, viene creato un vettore normale alblocco B ...

  • Page 238

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01217Se i seguenti comandi vengono specificati nel modo compensazione, vieneeseguita una cancellazione temporanea della compensazione, poi, ilsistema ripristinerà il modo compensazione automaticamente. Vedere lesezioni II- -14.3.2 e 14.3.4.Se...

  • Page 239

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01218Durante il modo compensazione, se si introduce il comando G50, il vettoredi compensazione viene temporaneamente annullato, per essere poi ripri-stinato automaticamente.In questo caso, senza movimento di cancellazione, l’utensile va dire...

  • Page 240

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01219I seguenti blocchi sono senza movimento. In questi blocchi, l’utensile non simuove anche se viene attivata la compensazione raggio utensile.I comandi da (1) a(6) sono senzamovimento.1. M05;Emissione di un codice M............ ......2. S...

  • Page 241

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01220Quando si generano due o più vettori alla fine di un blocco, l’utensile simuove linearmente da un vettore all’altro. Questo movimento si dice movi-mento sullo spigolo.Se i vettori sono quasi coincidenti, il movimento sullo spigolo no...

  • Page 242

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01221αSrLCαLSG40rLPezzoG40LPercorso programmatoPercorso programmatoPercorso centro utensilePercorso centro utensilePezzoLineare→LineareCircolare→LinearerαLSG40LIntersezioneαSCrrLLG40LLineare→LinearePezzoPercorso programmatoPercorso c...

  • Page 243

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01222αG40LLLLrrLLSrrCLLLαSSLineare→LineareCircolare→LinearePezzoPercorso programmatoPercorso centro utensilePercorso programmatoPercorso centro utensilePezzorG40G42LLS1°o menoPercorso programmatoPercorso centro utensileQuando un blocco ...

  • Page 244

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01223Se un blocco G41 o G42 precede un blocco contenente G40 e I_, J_, K, ilCNC assume che sia stato programmato un movimento dalla posizionefinale determinata per il blocco precedente a un vettore determinato da (I,J), (I, K) o (J, K). Viene ...

  • Page 245

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01224Il sovrataglio viene detto “interferenza”. La funzione del controllo diinterferenza controlla in anticipo se si avrà un sovrataglio. Però, non tuttele interferenze possono essere controllate da questa funzione. Il controllopuò indi...

  • Page 246

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01225(2) Oltre alla precedente condizione, l’angolo tra il punto iniziale e il puntofinale del percorso del centro dell’utensile è molto diverso da quello trail punto iniziale e il punto finale del percorso programmato in interpola-zione ...

  • Page 247

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01226(1) Rimozione del vettore causante interferenzaQuando la compensazione raggio utensile viene eseguita per i blocchiA, B, e C e vengono generati i vettori V1,V2,V3 eV4 tra i blocchi A e B,e i vettori V5,V6,V7 eV8 tra i blocchi B e C; i vet...

  • Page 248

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01227(Esempio 2) L’utensile si muove linearmente come segue:rCCCrRASSV4,V5 : InterferenzaV3,V6 : InterferenzaV2,V7 : No InterferenzaO1 O2V1V2V8V3V6V5 V4V7Percorso programmatoPercorsocentroutensile(2) Se l’interferenza avviene dopo la corre...

  • Page 249

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01228(1) Una cavità poco profonda, minore del raggio dell’utensilePercorso centro utensileABCFermatoPercorso programmatoBenché non vi sia interferenza, l’utensile si ferma con l’allarme P/S N. 041,perché la direzione del percorso dell...

  • Page 250

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01229Quando il raggio dell’angolo è minore del raggio dell’utensile, lo sposta-mento dell’utensile darebbe luogo a un sovrataglio. L’utensile si arrestaall’inizio del blocco e viene visualizzato un allarme. In blocco singolo, si has...

  • Page 251

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01230Quando un programma contiene un arco più breve del raggio dell’utensile,il percorso del centro dell’utensile può essere in direzione opposta a quellaprogrammata. In questo caso, il primo vettore viene ignorato, e l’utensile simuov...

  • Page 252

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01231Per i comandi immessi in MDI, la compensazione non viene eseguita.Tuttavia, quando il funzionamento automatico con comandi assoluti vienefermato temporaneamente con la funzione blocco singolo, viene eseguitaun’operazione in MDI e viene ...

  • Page 253

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01232In generale, il valore di compensazione viene variato nel modo compensa-zione non attiva, o quando si cambia l’utensile. Se il valore di compensa-zione viene variato quando è attiva la compensazione, il vettore al puntofinale del blocc...

  • Page 254

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01233DQuando il comando G53 viene eseguito nel modo compensazioneraggio utensile, il vettore di compensazione viene cancellatoautomaticamente prima del posizionamento, per essere ristabilito dalsuccessivo comando di movimento. Il ripristino de...

  • Page 255

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01234-Quando il bit 2 (CCN) del parametro N. 5003 è 0O×××× ;G41 G00_ ;:G53U_W_;:(G41 G00)rrssG53G00G00Attivazione-Quando il bit 2 (CCN) del parametro N. 5003 è 1[Tipo Serie 15](G41 G00)rssG53G00G00-Quando il bit 2 (CCN) del parametro N. ...

  • Page 256

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01235DIFFIDA1 Quando un comando G53 viene eseguito nel modocompensazione raggio utensile ed è applicato il bloccomacchina su tutti gli assi, il posizionamento per gli assi aiquali è applicato il blocco macchina non viene eseguito e ilvettore...

  • Page 257

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01236DIFFIDA2 Quando il comando G53 specifica un asse dellacompensazione raggio utensile, vengono cancellati anchei vettori per gli altri assi della compensazione. Questo valeanche quando il bit 2 (CCN) del parametro N. 5003 è 1. (LaSerie 15 ...

  • Page 258

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01237NOTA1 Quando un comando G53 specifica il movimento di un assenon appartenente al piano della compensazione raggioutensile, alla fine del blocco precedente viene creato unvettore perpendicolare alla direzione del movimentodell’utensile e...

  • Page 259

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01238-Quando il bit 2 (CCN) del parametro N.5003 é 0O×××× ;G91 G41_ ;:G28 X40. Z0 ;:rs(G42 G01)sssG00G01G28/30Punto di riferimentoPunto intermedio-Quando il bit 2 (CCN) del parametro N.5003 é 1rs(G42 G01)sssG00G01G28/30[Tipo Serie 15]Pun...

  • Page 260

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01239-Quando il bit 2 (CCN) del parametro N.5003 é 0AttivazioneO×××× ;G91 G41_ ;:G28 X40. Y--40. ;:(G41 G01)rrssG00G01G28/30sPunto di riferimento=Punto intermedio-Quando il bit 2 (CCN) del parametro N.5003 é 1[Tipo Serie 15](G41 G01)ssG0...

  • Page 261

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01240DIFFIDA1 Quando un comando G28 o G30 viene eseguito nel modocompensazione raggio utensile ed è applicato il bloccomacchina su tutti gli assi, al punto intermedio viene creatoun vettore perpendicolare al movimento dell’utensile. Inquest...

  • Page 262

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01241NOTA1 Quando un comando G28 o G30 specifica il movimento diun asse non appartenente al piano della compensazioneraggio utensile, alla fine del blocco precedente viene creatoun vettore perpendicolare alla direzione del movimentodell’uten...

  • Page 263

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01242Le correzioni utensili includono la correzione geometria utensile e la corre-zione usura utensile (Fig. 14.4).Correzione geometriaasse XCorrezione usuraasse XPunto programmatoUtensile immaginarioUtensile utilizzatoCorrezione usuraasse ZCo...

  • Page 264

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01243I valori delle correzioni possono essere immessi da programma con iseguenti comandi:FormatoG10P_X_Y_Z_R_Q_;oG10P_U_V_W_ C_Q_;P: Numero correttore0: Spostamento del sistema di coordinate del pezzo1..64: Correzione usuraP specifica direttam...

  • Page 265

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01244Quando un utensile viene mosso su una posizione di misura eseguendo uncomando dato al CNC, il CNC calcola automaticamente la differenza tra lecoordinate correnti e le coordinate del comando, usandola come entitàdella correzione dell’ut...

  • Page 266

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01245L’utensile, quando si muove dalla posizione iniziale verso la posizione dimisura prevista da xa oza in G36 o G37, avanza in rapido attraverso l’area A.Poil’utensile siferma al punto T(xa -- τx oza -- τz) e si muove alla velocità ...

  • Page 267

    PROGRAMMAZIONE14. FUNZIONI DI COMPENSAZIONEB--63834IT/01246G36 X200.0;Va alla posizione di misura.Se l’utensile raggiunge la posizione di misura aX198.0, dato che la posizione di misura è 200mm, la correzione viene variata di 198.0- -200.0= - -2.0 mm.G00X204.0;Ritira l’utensile lungo l’ass...

  • Page 268

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/0124715 MACROISTRUZIONII sottoprogrammi sono utili per ripetere la stessa operazione. Le macroistruzioni, invece, permettendo di usare variabili, istruzioni aritmetiche elogiche e istruzioni di salto condizionato, consentono di svilupparefacilmente prog...

  • Page 269

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01248In un normale programma pezzo i codici G e le coordinate sono specificatidirettamente con un valore numerico; possibili esempi sono G100 e X100.0.In una macro, i valori numerici possono essere specificati direttamente ousando il numero di una varia...

  • Page 270

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01249Quando il valore di una variabile è definito dal programma, è possibileomettere il punto decimale.Esempio:Se è programmato #1 = 123; il valore della variabile #1 è 123.000.Per fare riferimento al valore di una variabile all’interno di un prog...

  • Page 271

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01250(b) Operazioni<vacante> è uguale a 0, salvo che nell’assegnazione.Quando #1 = < vacante >Quando #1 = 0#2 = #1##2 = < vacante >#2 = #1##2 = 0#2 = #1*5##2 = 0#2 = #1*5##2 = 0#2 = #1+#1##2 = 0#2 = #1 + #1##2 = 0(c) Espressioni con...

  • Page 272

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01251VARIABILE MACROO1234 N12345NO.DATINO.DATI100123.4561081010.000109102110103111104112105113106114107115POSIZ ATTUALE (RELATIVA)X0.000Y0.000Z0.000B0.000MEM **** *** ***18:42:15[ MACRO ][ MENU ][ OPR PN ][][ (OPRT) ]¡Se il valore visualizzato è in bi...

  • Page 273

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01252Le variabili di sistema possono essere usate per leggere e scrivere datiinterni del CNC come i valori delle correzioni utensile e i dati dellaposizione corrente. Alcune variabili di sistema possono soltanto esserelette. Le variabili di sistema sono...

  • Page 274

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01253E’ possibile leggere l’entità della traslazione del sistema di coordinate delpezzo. E’ anche possibile cambiarla specificando un valore.Asse controllatoTraslazione del sistema di coordinate delpezzoAsse X#2501Asse Z#2601Tabella 15.2 (d) Vari...

  • Page 275

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01254Lo stato di controllo del funzionamento automatico può essere cambiato.Tabella 15.2 (f) Variabile di sistema per il controllo del funzionamento automatico#3003Blocco singoloCompletamento delle fun-zioni ausiliarie0AbilitatoAtteso1DisabilitatoAttes...

  • Page 276

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01255Possono essere letti e scritti i dati di impostazione. I valori binari sonoconvertiti in numeri decimali.#15#14#13#12#11#10#9#8FCVBit#7#6#5#4#3#2#1#0SEQINIISOTVCBit#3005#9 (FCV) : Uso della funzione di conversione del formato nastro FS15#5 (SEQ) : ...

  • Page 277

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01256Il numero dei pezzi richiesti e il numero dei pezzi lavorati possono essereletti e scritti.Tabella 15.2 (h) Variabili di sistema per il numero dei pezzi richiesti e per il numerodei pezzi lavoratiNumero variabileFunzione#3901Numero dei pezzi lavora...

  • Page 278

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01257I dati di posizione non possono essere scritti, ma possono essere letti.Tabella 15.2 (j) Variabili di sistema per i dati di posizioneNumerovariabileTipo di datoSistema dicoordinateCorrezioniutensileLetturadurante ilmovimento#5001--#5004 Punto final...

  • Page 279

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01258Gli offset dello zero pezzo possono essere letti e scritti.Tabella 15.2 (k) Variabili di sistema per gli offset dello zero pezzoNumerovariabileFunzione#5201:#5204Offset esterno dello zero pezzo per il primo asse:Offset esterno dello zero pezzo per ...

  • Page 280

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01259Sulle variabili possono essere eseguite le operazioni elencate nella tabella15.3 (a). La parte destra di un comando aritmetico o logico può contenerecostanti e/o variabili combinate da funzioni o operatori. Negli esempi cheseguono, le variabili #j...

  • Page 281

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01260SLa soluzione è nell’intervallo 180_ .. 0_SSe #j è fuori dall’intervallo - -1 .. 1, si verifica l’allarme P/S N. 111.SInvece della variabile #j è possibile usare una costante.SSpecificare le lunghezze dei due lati, separate da una barra (/...

  • Page 282

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01261Quando il valore assoluto dell’intero prodotto da una funzione è maggioredel valore assoluto del numero originale, si ha l’arrotondamento pereccesso. Al contrario, seil valoreassoluto dell’intero èminoredel valoreassoluto del numero origina...

  • Page 283

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01262Quando viene eseguita una operazione può aversi un errore.Tabella 15.3 (b) Errori di esecuzione delle operazioniOperazioneErroremedioErroremassimoTipo di errorea=b*c1.55×10--104.66×10--10a= b / c4.66×10--101.88×10--91.24×10--93.73×10--9a=b+c...

  • Page 284

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01263¯Fare anche attenzione agli errori che possono verificarsi per leespressioni condizionali che usano EQ, NE, GE, GT, LE e LT.Esempio:IF[#1 EQ #2] è influenzata dall’errore di #1 e #2 e può dar luogo aduna decisione errata. Quindi, invece di con...

  • Page 285

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01264I seguenti blocchi sono frasi macro:¯Blocchi contenenti un’operazione aritmetica o logica (=)¯Blocchi contenenti una frase di controllo (come GOTO, DO, END)¯Blocchi contenenti un comando di richiamo macro (come G65, G66,G67, richiamo macro con...

  • Page 286

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01265Il flusso del programma può essere controllato usando frasi come GOTOIF. Si possono usare tre tipi di salti e ripetizioni:Salti e ripetizioniFrase GOTO (salto incondizionato)Frase IF (salto condizionato: se .., allora ..)Frase WHILE (ripetere finc...

  • Page 287

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01266Dopo IF, specificare un’espressione condizionale. Se la condizionespecificata è soddisfatta, viene eseguito un salto al numero di sequenzaindicato. Se la condizione non è soddisfatta, viene eseguito il bloccosuccessivo.IF [#1 GT 10] GOTO 2 ;N2 ...

  • Page 288

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01267Dopo WHILE, specificare una espressione condizionale. Finché èsoddisfatta la condizione specificata, viene eseguita la porzione diprogramma da DO a END. Quando la condizione non è soddisfatta,l’esecuzione del programma continua dal blocco imme...

  • Page 289

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01268I numeri di identificazione (da 1 a 3) in un ciclo DO - - END possono essereusati tante volte quante sono necessarie. Però, se un programma include deicicli incrociati (cicli DO- -END sovrapposti), si ha l’allarme P/S N. 124.1. I numeri di ident...

  • Page 290

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01269Il seguente programma trova la somma dei numeri da 1 a 10.O0001;#1=0;#2=1;WHILE[#2 LE 10]DO 1;#1=#1+#2;#2=#2+1;END 1;M30;Esempio di programma

  • Page 291

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01270Un programma macro può essere richiamato usando uno dei seguentimetodi:Richiamo macroRichiamo semplice (G65)Richiamo modale (G66, G67)Richiamo macro con codice GRichiamo macro con codice MRichiamo sottoprogramma con codice MRichiamo sottoprogramma...

  • Page 292

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01271Quando viene specificato G65, viene richiamata la macro specificata conl’indirizzo P. E’ possibile passare dei dati (argomenti) alla macro.O0001 ;:G65 P9010 L2 A1.0 B2.0 ;:M30 ;O9010 ;#3=#1+#2 ;IF [#3 GT 360] GOTO 9 ;G00 X#3 ;N9 M99 ;G65 P__ L_...

  • Page 293

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01272Specifica argomenti IILa specificaargomenti II usalelettere A, BeCuna voltaciascunaeusa lelettere I, J e K fino a 10 volte. La specifica argomenti II si usa per passarecome argomenti valori quali le coordinate tridimensionali.ABCI1J1K1I2J2K2I3J3#1#...

  • Page 294

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01273¯Per l’annidamento sono disponibili le variabili locali per i livelli da 0 a 4.¯Il livello del programma principale è il livello 0.¯Ogni volta che viene richiamata una macro (con G65 o con G66), illivello delle variabili locali aumenta di 1. ...

  • Page 295

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01274G65 P9100Kk Ff ;ZzWwZ : Profondità del foro (assoluto)W : Profondità del foro (incrementale)K : Profondità di taglioF : Velocità di avanzamentoO0002;G50 X100.0 Z200.0 ;G00 X0 Z102.0 S1000 M03 ;G65 P9100 Z50.0 K20.0 F0.3 ;G00 X100.0 Z200.0 M05 ;...

  • Page 296

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01275Dopo il comando di richiamo modale G66, la macro specificata vienerichiama alla fine di tutti i blocchi che specificano un movimento asse.Questo continua finché non viene programmato G67, che cancella ilrichiamo macro modale.O0001 ;:G66 P9100 L2 A...

  • Page 297

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01276Questo programma esegue una gola nella posizione specificata.UFormato del richiamoG66 P9110 Uu Ff ;U : Profondità della gola (incrementale)F : Velocità di avanzamentoO0003 ;G50 X100.0 Z200.0 ;S1000 M03 ;G66 P9110 U5.0 F0.5 ;G00 X60.0 Z80.0 ;Z50.0...

  • Page 298

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01277Tramite parametri è possibile specificare il richiamo non modale (comeG65) di specifiche macro tramite codici G.O0001 ;:G81 X10.0 Z--10.0 ;:M30 ;O9010 ;:::N9 M99 ;Parametro No.6050 = 81E’ possibile richiamare un programma macro (da 9010 a 9019) ...

  • Page 299

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01278Tramite parametri è possibile specificare il richiamo non modale (comeG65) di specifiche macro tramite codici M.O0001 ;:M50A1.0B2.0;:M30 ;O9020 ;:::M99 ;Parametro 6080 = 50E’ possibile richiamare un programma macro (da f9020 a f9029) con uncodic...

  • Page 300

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01279Tramite parametri è possibile specificare il richiamo di unsottoprogramma (programma macro) tramite codici M. Il programmamacro può essere richiamato con le stesse modalità del richiamo disottoprogrammi con M98.O0001 ;:M03 ;:M30 ;O9001 ;:::M99 ;...

  • Page 301

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01280Tramite un parametro è possibile abilitare il richiamo di sottoprogrammi(programmi macro) tramite codice T. Il programma macro è richiamatoogni volta che nel programma pezzo è specificato un codice T.O0001 ;:T0203 ;:M30 ;O9000 ;:::M99 ;Bit 5 (TC...

  • Page 302

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01281Usando la funzione di richiamo sottoprogrammi con i codici M, èpossibile determinare il tempo totale di impiego di ciascun utensile.¯Il tempo di impiego viene conteggiato per gli utensili da 01 a 05. Il temponon viene conteggiato per gli utensili...

  • Page 303

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01282O9001(M03);Macro per l’inizio del conteggio..... ..............M01;IF[FIX[#4120/100] EQ 0]GOTO 9;Nessun utensile specificato......IF[FIX[#4120/100] GT 5]GOTO 9;Numero utensile fuori dai limiti..#3002=0;Azzera il temporizzatore........ ..............

  • Page 304

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01283Per ottenere una lavorazione regolare, il CNC legge in anticipo la fraseNC da eseguire successivamente. Questa operazione è dettabufferizzazione. Nel modo compensazione raggio utensile (G41, G42), ilCNC legge in anticipo due o tre blocchi allo sco...

  • Page 305

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01284N1 G01 G41 G91 Z100.0 F100 T0101 ;>> : Blocco in esecuzionej: Blocchi letti nel bufferEsecuzionefrase NCEsecuzione frasemacroBufferN1N2N3N2 #1=100 ;N3 X100.0 ;N4 #2=200 ;N5 Z50.0 ;:N4N5N3Durante l’esecuzione di N1, vengono lette nel buffer ...

  • Page 306

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01285I programmi macro sono simili ai sottoprogrammi e possono essereregistrati ed editati nello stesso modo. La capacità della memoria èdeterminata dalla lunghezza totale del nastro usato per registrare le macroe i sottoprogrammi.15.8REGISTRAZIONEDEI...

  • Page 307

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01286Il comando di richiamo macro può essere specificato nel modo MDI.Durante il funzionamento automatico, però, non è possibile commutare nelmodo MDI per richiamare un programma macro.La ricerca del numero di sequenza non viene eseguita in un progra...

  • Page 308

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01287Oltre ai comandi macro standard, possono essere eseguiti i seguenticomandi, detti comandi esterni di emissione:-- BPRNT-- DPRNT- - POPEN-- PCLOSQuesti comandi permettono l’emissione dei valori delle variabili attraversol’interfaccia lettore/per...

  • Page 309

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01288Esempio)BPRINT [ C** X#100 [3] Z#101 [3] M#10 [0] ]Valori delle variabili#100=0.40956#101=--1638.4#10=12.34LF12 (0000000C)M--1638400(FFE70000)Z406(00000196)XSpazioCDPRNT [ a #b[ c d ] … ]VariabileCarattereNumero di cifre decimali significativeNum...

  • Page 310

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01289Esempio)DPRNT [ X#2 [53] Z#5 [53] T#30 [20] ]Valori delle variabili#2=128.47398#5=--91.2#30=123.456(1) Parametro PRT(No.6001#1)=0(2) Parametro PRT(No.6001#1)=1spspspspspspLFTZ--X91.200128.47423spspLFT23Z--91.200X128.474PCLOSQuesto comando si specif...

  • Page 311

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01290NOTA1 Non è necessario specificare il comando di apertura(POPEN), i comandi di emissione dei dati (BPRNT, DPRNT)e il comando di chiusura (PCLOS) consecutivamente. Unavolta specificato il comando di apertura all’inizio delprogramma, non è più n...

  • Page 312

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01291Durante l’esecuzione di un programma, è possibile richiamare un altroprogramma immettendo un segnale di interrupt (UINT) trasmesso dallamacchina. Questa funzione viene detta macro istruzione di tipo interrupt.Programmare i comandi di interrupt n...

  • Page 313

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01292AVVERTENZASe il segnale di interrupt (UINT, indicato con * nella figura15.11) è immesso dopo la specifica di M97, esso è ignorato.Il segnale di interrupt non deve essere immesso durantel’esecuzione del programma di interrupt.Le macro istruzioni...

  • Page 314

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01293SpiegazioniL’interrupt può essere di tipo sottoprogramma o di tipo macroistruzione.La scelta tra i due tipi si esegue tramite il parametro N. 6003#5, MSB.(a) Interrupt di tipo sottoprogrammaIl programma di interrupt viene richiamato come sottopr...

  • Page 315

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01294(i) Il segnale di interrupt (UINT) provoca l’arresto del movimento o dellasosta in corso e l’esecuzione del programma di interrupt.(ii) Se il programma di interrupt contiene dei comandi CNC, il bloccointerrotto sparisce e vengono eseguiti i com...

  • Page 316

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01295Il segnale di interrupt diventa efficace dopo che un blocco M96 abilital’esecuzione dell’interrupt e diventa non efficace quando inizial’esecuzione di un blocco contente M97.Durante l’esecuzione di un programma di interrupt, il segnale di i...

  • Page 317

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01296Esistono due metodi di accettazione del segnale di interrupt: lo statustrigger e l’edge trigger. Con lo status trigger il segnale è effettivo quando èon; con l’edge trigger, il segnale è effettivo quando passa da off a on.La scelta tra i due...

  • Page 318

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01297M99 comanda il ritorno dal programma di interrupt al programmaoriginale. L’indirizzo P permette di specificare il numero di sequenza delprogramma originale al quale ritornare. In questo caso, viene eseguita unaricerca dall’inizio del programma ...

  • Page 319

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01298A differenza dei normali richiami di programmi, il richiamo del programmadi interrupt viene comandato dal segnale di interrupt (UINT). In generale,non è bene che le variazioni delle informazioni modali contenute in questoprogramma influenzino il p...

  • Page 320

    PROGRAMMAZIONE15. MACROISTRUZIONIB--63834IT/01299¯Le coordinate della posizione A possono essere lette usando le variabili#5001 e successive fino a che non viene incontrata la prima frase NC.¯Le coordinate della posizione A’ possono essere lette dopo che è stataincontrata la prima frase NC s...

  • Page 321

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0116. IMMISSIONE PARAMETRI DAPROGRAMMA (G10)30016 IMMISSIONE PARAMETRI DA PROGRAMMA (G10)I valori dei parametri possono essere caricati con un programma. Questafunzione si usa per settare i dati della compensazione errore di passo in casodi sostituzione di componenti o pe...

  • Page 322

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0116. IMMISSIONE PARAMETRI DAPROGRAMMA (G10)301FormatoG10 L50 ;Modo immissione parametri da programmaN_ R_ ;Per i parametri non specificati asse per asseN_ P_ R_ ;Per i parametri specificati asse per asseG11 ;Cancellazione del modo immissione parametriSignificato dei coma...

  • Page 323

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0116. IMMISSIONE PARAMETRI DAPROGRAMMA (G10)3021. Settare il bit 2 (SPB) del parametro di tipo bit N.3404G10L50;Modo immissione parametriN3404 R00000100; Impostazione di SBPG11;Cancellazione del modo immissione parametri2. Cambiare i valori specificati per gli assi Z (sec...

  • Page 324

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0117. FORMATONASTRODELLASERIE 10/1130317 FORMATO NASTRO DELLA SERIE 10/11Quando il bit 1 del parametro N. 0001 è 1, è possibile il funzionamento damemoria con programmi registrati con il formato nastro della serie 10/11.La registrazione e l’esecuzione nel modo memoria...

  • Page 325

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0117. FORMATONASTRODELLASERIE 10/11304Alcuni indirizzi che non possono essere usati per questo CNC possonoessere usati con il formato nastro della serie 10/11. Gli intervalli dei valorispecificabili con il formato nastro della serie 10/11 sonofondamentalmente gli stessi d...

  • Page 326

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0117. FORMATONASTRODELLASERIE 10/11305G32IP_F_Q_;oG32IP_E_Q_;IP:Combinazione di indirizzi asseF:Passo sull’asse longitudinaleE:Passo sull’asse longitudinaleQ:Angolo di inizio della filettaturaI CNC della serie 10/11 permettono di specificare il numero di filetti perpo...

  • Page 327

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0117. FORMATONASTRODELLASERIE 10/11306M98PffffLffff;P:Numero sottoprogrammaL:Numero di ripetizioniIl formato nastro di questo CNC non ammette l’indirizzo L, che può peròessere usato con il formato nastro della serie 10/11.L’intervallo dei valori specificabili è lo ...

  • Page 328

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0117. FORMATONASTRODELLASERIE 10/11307Ciclo di sfacciatura (sfacciatura conica)G94X_Z_K_F_;K:Lunghezza della sezione conica lungo l’asse ZCiclo di tornitura sul diametro esterno/interno (tornitura parallela)G90X_Z_F_;Ciclo di tornitura sul diametro esterno/interno (torn...

  • Page 329

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0117. FORMATONASTRODELLASERIE 10/11308Ciclo multiplo ripetitivo di filettaturaG76X_Z_I_K_D_F_A_P_Q_;I :Variazione del raggio della filettaturaK :Altezza del filetto (raggio)D :Profondità della prima passata (raggio)A :Angolo dell’utensileP :Metodo di filettaturaCiclo d...

  • Page 330

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0117. FORMATONASTRODELLASERIE 10/11309I seguenti indirizzi, se specificati con il formato nastro della serie 10/11,sono ignorati.¡I e K per il ciclo di sgrossatura esterna/interna (G71)¡I e K per il ciclo di sgrossatura sulla facciata (G72)L’indirizzo P per la specifi...

  • Page 331

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0117. FORMATONASTRODELLASERIE 10/11310Ciclo di foraturaG81X_C_Z_F_L_ ; o G82X_C_Z_R_F_L_ ;R : Distanza dal livello iniziale al punto RP : Tempo di sosta al fondo del foroF : Velocità di avanzamentoL : Numero di ripetizioniCiclo di foratura a trattiG83X_C_Z_R_Q_P_F_L_ ;R ...

  • Page 332

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0117. FORMATONASTRODELLASERIE 10/11311Alcuni codici Gsono validi soloper il formatodi questoCNC oper ilformato della serie 10/11, ma non per entrambi. La specifica di un codice Gnon valido genera l’allarme P/S N. 010.Codici G validi solo per il formato nastro dellaserie...

  • Page 333

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0117. FORMATONASTRODELLASERIE 10/11312Con il formato di questo CNC, il punto R si definisce fornendone ladistanza dal livello iniziale tramite un valore incrementale. Con il formatodella serie 10/11, un parametro e il sistema di codici G utilizzatodeterminano se la posizi...

  • Page 334

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0117. FORMATONASTRODELLASERIE 10/11313Per la serie 10/11- -T, G83 e G83.1 non comandano la sosta dell’utensile. Peril formato nastro della serie 10/11, l’utensile sosta al fondo del foro solo se ilblocco contiene l’indirizzo P.Nella serie 10/11- -T, G84 e G84.2 coma...

  • Page 335

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0119. FUNZIONI DI CONTROLLO ASSI31418FUNZIONIDICONTROLLOASSI

  • Page 336

    PROGRAMMAZIONE19. FUNZIONI DI CONTROLLO ASSIB--63834IT/01315La tornitura poligonale consiste nella lavorazione di una figura poligonaleeseguita facendo ruotare il pezzo e l’utensile con un certo rapporto.PezzoUtensilePezzoFig. 18.1 (a) Tornitura poligonaleCambiando le condizioni costituite dal ...

  • Page 337

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0119. FUNZIONI DI CONTROLLO ASSI316La rotazione dell’utensile è controllata da un asse del CNC. Nelladescrizione che segue, questo asse è chiamato asse Y.L’asse Y si controlla tramite il comando G51.2, in modo da ottenere ilrapporto voluto tra la velocità di rotazi...

  • Page 338

    PROGRAMMAZIONE19. FUNZIONI DI CONTROLLO ASSIB--63834IT/01317Nella figura qui sotto, i raggi dell’utensile e del pezzo sono A e B, mentre levelocità angolari dell’utensile e del pezzo sono αe β. L’origine del sistema dicoordinate cartesiane XY è al centro del pezzo. Per semplicità,consi...

  • Page 339

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0119. FUNZIONI DI CONTROLLO ASSI318Ora consideriamo il caso di un utensile a due lame poste simmetricamente a180˚. Si vedecomequestoutensilepossa lavorare un quadro:Se l’utensile ha tre lame a 120˚, il profilo lavorato sarà un esagono, come sivede qui sotto.DIFFIDAPe...

  • Page 340

    PROGRAMMAZIONE19. FUNZIONI DI CONTROLLO ASSIB--63834IT/01319DIFFIDA1 Il punto di inizio del processo di filettatura diventa inconsistente quando questo processo èeseguito durante il funzionamento sincrono.Prima di eseguire una filettatura, cancellare la sincronizzazione con G50.2.2 I seguenti se...

  • Page 341

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0119. FUNZIONI DI CONTROLLO ASSI320La funzione di roll- -over evita l’overflow delle coordinate dell’asserotativo. Questa funzione si abilita mettendo a 1 il bit 0 del parametro N.1008.Con un comando incrementale, l’utensile esegue un movimento di entitàpari all’...

  • Page 342

    PROGRAMMAZIONE19. FUNZIONI DI CONTROLLO ASSIB--63834IT/01321Tramite un segnale proveniente dalla macchina, è possibile lacommutazione tra funzionamento sincrono e funzionamento normale perdue specifici assi.Su una macchina che dispone di due torrette controllateindipendentemente da due diversi a...

  • Page 343

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0119. FUNZIONI DI CONTROLLO ASSI3222. L’asse Y si muove normalmente in seguito al comando “Yyyyy”specificato per l’asse asservito.3. Quando viene comandato “Xxxxx Yyyyy”, gli assi X e Y si muovonosimultaneamente, come nel modo normale.Sono possibili il funzion...

  • Page 344

    PROGRAMMAZIONE19. FUNZIONI DI CONTROLLO ASSIB--63834IT/01323Quando l’angolo formato da due assi è diverso da 90_, questa funzionecontrolla la distanza percorsa lungo ciascun asse (asse inclinato e asseperpendicolare) in base all’angolo di inclinazione. Con la normalefunzione di controllo del...

  • Page 345

    PROGRAMMAZIONEB--63834IT/0119. FUNZIONI DI CONTROLLO ASSI324La posizione assoluta e la posizione relativa sono indicate nel sistema dicoordinate cartesiane programmato.La posizione di macchina è indicata nel sistema di coordinate dellamacchina considerando il movimento effettivo in base all’an...

  • Page 346

    B--63834IT/0120. SCHEMI DI LAVORAZIONEPROGRAMMAZIONE32519 SCHEMI DI LAVORAZIONEQuesta funzione consente di programmare il CNC utilizzando i datinumerici che compaiono sul disegno del pezzo e introducendo questi datiattraverso il pannello MDI.Questo elimina la necessità di utilizzare un particola...

  • Page 347

    20. SCHEMI DI LAVORAZIONEB--63834IT/01PROGRAMMAZIONE326Quando vengono premuti i tastie[MENU], compare ilseguente menu degli schemi di lavorazione.1.TAPPING2.DRILLING3.BORING4.POCKET5.BOLT HOLE6.LINE ANGLE7.GRID8.PECK9.TEST PATRN10.BACKMENU : HOLE PATTERNO0000 N00000>_MDI **** *** ***16:05:59[ ...

  • Page 348

    B--63834IT/0120. SCHEMI DI LAVORAZIONEPROGRAMMAZIONE327Titolo del menu : C1 C2 C3 C4 C5 C6 C7 C8 C9 C10 C11 C12C1,C2 .... C12 : Caratteri del titolo del menu (12 caratteri)Macroistruzione : G65 H90 Pp Qq Rr Ii Jj Kk;H90 : Specifica il titolo del menup : Assumendo che a1 ea2 siano i codici dei car...

  • Page 349

    20. SCHEMI DI LAVORAZIONEB--63834IT/01PROGRAMMAZIONE328Nome dello schema : C1 C2 C3 C4 C5 C6 C7 C8 C9 C10C1,C2 ...... C10 : Caratteri del nome dello schema (10 caratteri)Macroistruzione : G65 H91 Pn Qq Rr Ii Jj Kk;H91 : Specifica il nome dello scheman : Numero di menu dello schema (1 ≦ n ≦ 10...

  • Page 350

    B--63834IT/0120. SCHEMI DI LAVORAZIONEPROGRAMMAZIONE329Macroistruzioni per il titolo del menu e i nomi degli schemi:1.TAPPING2.DRILLING3.BORING4.POCKET5.BOLT HOLE6.LINE ANGLE7.GRID8.PECK9.TEST PATRN10.BACKMENU : HOLE PATTERNO0000 N00000>_MDI **** *** ***16:05:59[ MACRO ] [ MENU ] [OPR PN ] [] ...

  • Page 351

    20. SCHEMI DI LAVORAZIONEB--63834IT/01PROGRAMMAZIONE330Quando viene selezionato uno schema di lavorazione, vengonovisualizzati i dati necessari.NO.NOMEDATICOMMENT500TOOL0.000501STANDARD X0.000*BOLT HOLE502STANDARD Y0.000CIRCLE*503RADIUS0.000SET PATTERN504S. ANGL0.000DATA TO VAR.505HOLES NO0.000NO...

  • Page 352

    B--63834IT/0120. SCHEMI DI LAVORAZIONEPROGRAMMAZIONE331Titolo dello schema : C1 C2 C3 C4 C5 C6 C7 C8 C9 C10 C11 C12 C1,C2...... C12: Caratteri del titolo dello schema (12 caratteri)Macroistruzione : G65 H92 Pp Qq Rr Ii Jj Kk;H92 : Specifica il titolo del menup : Assumendo che a1 ea2 siano i codic...

  • Page 353

    20. SCHEMI DI LAVORAZIONEB--63834IT/01PROGRAMMAZIONE332Unarigadicommento : C1 C2 C3 C4 C5 C6 C7 C8 C9 C10 C11 C12 C1,C2 ...... C12 : Caratteri del titolo dello schema (12 caratteri)Macroistruzione : G65 H94 Pp Qq Rr Ii Jj Kk;H94 : Specifica il commentop : Assumendo che a1 ea2 siano i codici dei c...

  • Page 354

    B--63834IT/0120. SCHEMI DI LAVORAZIONEPROGRAMMAZIONE333Macroistruzione per lo schermo della sottostante figura:NO.NOMEDATICOMMENT500TOOL0.000501STANDARD X0.000*BOLT HOLE502STANDARD Y0.000CIRCLE*503RADIUS0.000SET PATTERN504S. ANGL0.000DATA TO VAR.505HOLES NO0.000NO.500-505.5060.0005070.000POSIZ AT...

  • Page 355

    20. SCHEMI DI LAVORAZIONEB--63834IT/01PROGRAMMAZIONE334Tabella 19.3 (a) Codici dei caratteriCarattereCodiceCommentoCarattereCodiceCommentoA0656054B0667055C0678056D0689057E069032SpazioF070!033Punto esclamativoG071”034VirgoletteH072#035CancellettoI073$036DollaroJ074%037PercentoK075&038E comme...

  • Page 356

    B--63834IT/0120. SCHEMI DI LAVORAZIONEPROGRAMMAZIONE335Tabella 19.3(b) Sottoprogrammi relativi agli schemi di lavorazioneN. sottopro-grammaFunzioneO9500Specifica le stringhe di caratteri del menu inizialeO9501Specifica le stringhe di caratteri dei dati corrispondenti allo schema numero 1O9502Spec...

  • Page 357

    III. OPERAZIONI

  • Page 358

    OPERAZIONIB--63834IT/011. INTRODUZIONE3391 INTRODUZIONE

  • Page 359

    OPERAZIONI1. INTRODUZIONEB--63834IT/01340Sulle macchine utensili a controllo numerico è definita una posizione per ladeterminazione della posizione di macchina.Questa posizionesi dicepunto di riferimento, eserve per il cambioutensilee l’impostazione del sistema di coordinate. Ordinariamente, d...

  • Page 360

    OPERAZIONIB--63834IT/011. INTRODUZIONE341Tramite gli interruttori e i pulsanti del pannello dell’operatore o il volantinomanuale, èpossibile muoverel’utensilelungo ciascun asse.UtensilePannello dell’operatoreGeneratoremanuale diimpulsiPezzoFig. 1.1 (b) Movimento manuale dell’utensileL’...

  • Page 361

    OPERAZIONI1. INTRODUZIONEB--63834IT/01342Il funzionamento automatico consiste nel far operare la macchina sotto ilcontrollo di un programma. Comprende il funzionamento da memoria ein MDI (vedere la sezione III--4).ProgrammaUtensile01000;M_S_T ;G92_X_ ;G00...;G01...... ;....Fig. 1.2 (a) Movimento ...

  • Page 362

    OPERAZIONIB--63834IT/011. INTRODUZIONE343Selezionare il programma da usare per il pezzo. In genere, a un pezzocorrisponde un programma. Se in memoria si trovano due o più programmi,selezionare il programma da usare ricercando il numero del programma(Sezione III- -9.3).G92O1001N. programmaM30G92O...

  • Page 363

    OPERAZIONI1. INTRODUZIONEB--63834IT/01344Durante l’esecuzione di operazioni in automatico, il movimentodell’utensile può essere corretto ruotando il volantino.UtensilePezzoProfondità ditaglio in manualeProfondità di tagliospecificata dal pro-grammaFig. 1.3 (c) Interrupt del volantino duran...

  • Page 364

    OPERAZIONIB--63834IT/011. INTRODUZIONE345Prima di iniziare la lavorazione, il programma può essere provato infunzionamento automatico. In tal modo si può verificare se il programmafa operare la macchina come si voleva. Questo controllo può essereeseguito facendo effettivamente lavorare la macc...

  • Page 365

    OPERAZIONI1. INTRODUZIONEB--63834IT/01346Quando viene premuto cycle start, l’utensile esegue una operazione e poi siferma. Premendo nuovamente cycle start, l’utensile esegue l’operazionesuccessiva e si ferma. Il programma può essere controllato in questo modo(Vedere la sezione III--5.5).Cy...

  • Page 366

    OPERAZIONIB--63834IT/011. INTRODUZIONE347Una volta creato e caricato in memoria il programma, questo può esserecorretto o modificato tramite il pannello MDI (vedere la sezione III.9).Questa operazione può essere eseguita usando la funzionememorizzazione/editazione programmi.Registrazione delpro...

  • Page 367

    OPERAZIONI1. INTRODUZIONEB--63834IT/01348I dati memorizzati nel CNC possono essere visualizzati e corretti tramitel’unità MDI (vedere la sezione III--11)Impostazione datiMDIVisualizzazione datiSchermo TastiMemoria del CNCFig. 1.6 (a) Visualizzazione e impostazione dei datiCorrettore utensilenu...

  • Page 368

    OPERAZIONIB--63834IT/011. INTRODUZIONE349Entità della correzionedell’utensileEntità della correzionedell’utensilePezzoUtensileFig. 1.6 (c) Valori di correzioneOltre ai parametri, esistono vari dati che vengono impostati dall’operatore.Questi dati modificano le caratteristiche della macchi...

  • Page 369

    OPERAZIONI1. INTRODUZIONEB--63834IT/01350Le funzioni del CNC sono versatili, in modo da potersi adeguare allecaratteristiche di varie macchine. Per esempio è possibile specificare:¡Velocità in rapido per ciascun asse¡Se il sistema di incrementi è metrico o in pollici¡Specifica dei moltiplic...

  • Page 370

    OPERAZIONIB--63834IT/011. INTRODUZIONE351Viene visualizzato il contenuto del programma corrente. Inoltre, possonoessere visualizzati il programma schedulato successivamente e la lista deiprogrammi(Sezione III--11.2.1).PROGRAMMAAUTO STOP *******13 : 18 : 14O1100 N00005>_PRGRMN1 G90 G17 G00 G41 ...

  • Page 371

    OPERAZIONI1. INTRODUZIONEB--63834IT/01352Vengono visualizzate le coordinate della posizione corrente dell’utensile.Può anche essere visualizzata la distanza tra la posizione corrente e laposizione comandata (Sezione III--11.1--11.1.3).YXxySistema di coordinate del pezzoPOSIZ ATTUALE (ASSOLUTO)...

  • Page 372

    OPERAZIONIB--63834IT/011. INTRODUZIONE353Sono visualizzati due tipi di ore di funzionamento e di numeri dipezzi(Sezione III--11.4.9).POSIZ ATTUALE (ASSOLUTO)STRT *** FINO0003 N00003(OPRT)X150.000Z100.000C90.000MEM20 : 22 : 23TMP LAV0H16M TMP CICLO0H 1M0SCONT PEZZI18ASSOLTRELTUTTOLa visualizzazion...

  • Page 373

    OPERAZIONI1. INTRODUZIONEB--63834IT/01354Programmi, correzioni, parametri, ecc. residenti nella memoria del CNCpossono essere salvati copiandoli su nastro, cassetta, o dischetto. Daquesti supporti, i dati salvati possono essere nuovamente caricati nellamemoria del CNC.Adattatore cassettaGE FANUCM...

  • Page 374

    B--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVEOPERAZIONI3552 UNITA’ OPERATIVELe unità operative disponibili includono l’unità di impostazione evisualizzazione dei dati fornita con il CNC, il pannello dell’operatore dimacchina e le unità esterne di immissione/emissione dei dati, come unHandy File, ecc.

  • Page 375

    2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/01OPERAZIONI356Le unità di impostazione e visualizzazione dei dati sono illustrate nellesottosezioni da 2.1.1 a 2.1.5 della parte III.UnitàCRT/MDI monocromaticada9″III- -2.1.1...................UnitàLCD/MDI monocromaticada7.2″ /a colori da 8.4″III- -2.1.2....

  • Page 376

    B--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVEOPERAZIONI3572.1.1Unità CRT/MDImonocromatica da 9I2.1.2Unità LCD/MDImonocromatica da 7.2″ /a colori da 8.4″

  • Page 377

    2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/01OPERAZIONI358Tasto INPUTTasto HELPTasto RESETTasti funzioneTasti numerici/indirizzoTasto SHIFTTasto cancella (CAN)TastidieditTasti cursoreTasti pagina2.1.3Pannello LCD a colorida 10.4″2.1.4Lay--out della tastiera MDI

  • Page 378

    B--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVEOPERAZIONI359Tasto INPUTTasto HELPTasto RESETTasti funzioneTasti numerici/indirizzoTasto SHIFTTasto cancella (CAN)TastidieditTasti cursoreTasti pagina2.1.5Unità MDI standardseparata

  • Page 379

    2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/01OPERAZIONI360Tabella 2.2 Descrizione della tastiera MDINumeroNomeSpiegazione1Tasto RESETPremere questo tasto per resettare il CNC, per cancellare un allarme, eccetera.2Tasto AIUTOPremere questo tasto per usare la funzione di aiuto quando si è incerti sul funzio-...

  • Page 380

    B--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVEOPERAZIONI361Tabella 2.2 Descrizione della tastiera MDINumeroSpiegazioneNome10Tasti cursoreIl movimento del cursore è controllato dai quattro seguenti tasti:: Questo tasto si usa per brevi spostamenti verso destra o in avanti delcursore.: Questo tasto si usa per...

  • Page 381

    2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/01OPERAZIONI362I tasti funzione si usano per selezionare il tipo di schermo (funzione) davisualizzare. Premendo un tasto software (tasto software di selezionedella sezione) immediatamente dopo aver premuto un tasto funzione, èpossibile visualizzare lo schermo (sez...

  • Page 382

    B--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVEOPERAZIONI363I tasti funzione si usano per selezionare il tipo di schermo da visualizzare.Sul pannello MDI sono presenti i seguenti tasti funzione:Premere questo tasto per visualizzare lo schermo posizione.Premere questo tasto per visualizzare lo schermo programm...

  • Page 383

    2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/01OPERAZIONI364Per visualizzare uno schermo più dettagliato, dopo il tasto funzionepremere un tasto software. I tasti software servono per eseguireeffettivamente le operazioni.Le figure che seguono illustrano le possibili transizioni dei tasti software.[]()[]Il si...

  • Page 384

    OPERAZIONIB--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVE365Schermo di monitoraggio[(OPRT)][PART 0][ESEC][ESEC 0][ESEC][ASSOLT]Coordinate assolute[(OPRT)][REL](Asse o numero)[ORIGIN][PRESET][TUT AS](Nome asse)[ESEC][PART 0][ESEC][ESEC 0][ESEC][TUTTO][(OPRT)][PART 0][ESEC][ESEC 0][ESEC][INTR.M][(OPRT)][PART 0]...

  • Page 385

    OPERAZIONI2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/01366[ASSOLT][(OPRT)][COR--BG][RICE O][PRGRM]Schermo programmaTransizione tasti software iniziata dal tastonel modo MEM[RICE N][RIAVLG]Vedere ”Quando viene premuto [COR- -BG] ”[(OPRT)][VERIF.]Schermo controllo programma[REL]Schermo blocco corrente[(OP...

  • Page 386

    OPERAZIONIB--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVE367[FL. SDL][PRGRM]Schermo indirizzario file[(OPRT)][DIR][SELEZ][ESEC](N. file)[SETT F]Schermo operazioni schedulate[(OPRT)][PIANO][RIPOS.](Dati schedulaz.)[ANNUL][ESEC][ENTRAT]Ritorna a(1) (Schermo programma)(2)2/2

  • Page 387

    OPERAZIONI2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/013681/2[(OPRT)][COR--BG](O numero)[RICE O][PRGRM]Schermo programma(Indirizzo)[RICE↓][RIAVLG](Indirizzo)[RICE↑][RICE F][ANNUL](N numero)[ESEC][LEGGI][CATENA][STOP][ANNUL][ESEC][SCRIVI][STOP][ANNUL][ESEC][CANCEL][ANNUL][ESEC][EDI--EX][COPI][CURS--][--C...

  • Page 388

    OPERAZIONIB--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVE369(1)2/2[(OPRT)][COR--BG](O numero)[RICE O][LIB]Indirizzario programmi[LEGGI][CATENA][STOP][ANNUL][ESEC][SCRIVI][STOP][ANNUL][ESEC](O numero)(O numero)Ritorno al programma[RICE F][ANNUL][ESEC][LEGGI][STOP][ANNUL][SCRIVI][SETT F][SETT F][ESEC][SETT O][S...

  • Page 389

    OPERAZIONI2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/01370[(OPRT)][COR--BG][PRGRM]Schermo programma[(OPRT)][COR--BG][MDI]Schermo immissione programma(Indirizzo)(Indirizzo)[RICE↓][RICE↑]Schermo blocco corrente[(OPRT)][COR--BG][ATTUAL]Schermo blocco successivo[(OPRT)][COR--BG][SUCCSV]Schermo ripartenza pr...

  • Page 390

    OPERAZIONIB--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVE371[(OPRT)][COR--BG][PRGRM]Schermo programmaSchermo blocco corrente[(OPRT)][COR--BG][ATTUAL]Schermo blocco successivo[(OPRT)][COR--BG][SUCCSV]Schermo ripartenza programma[(OPRT)][COR--BG][RIPART]Transizione tasti software iniziata dal tastoneimodiHNDL, ...

  • Page 391

    OPERAZIONI2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/013721/2[(OPRT)][FIN--BG](O numero)[RICE O][PRGRM]Schermo programma(Indirizzo)[RICE↓][RIAVLG](Indirizzo)[RICE↑][RICE F][ANNUL](N numero)[ESEC][LEGGI][CATENA][STOP][ANNUL][ESEC][SCRIVI][STOP][ANNUL][ESEC][CANCEL][ANNUL][ESEC][EDI--EX][COPI][CURS--][--C...

  • Page 392

    OPERAZIONIB--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVE373[(OPRT)][COR--BG](O numero)[RICE O][LIB]Indirizzario programmi[LEGGI][CATENA][STOP][ANNUL][ESEC][SCRIVI][STOP][ANNUL][ESEC](1)(O numero)(O numero)[RICE F][ANNUL][ESEC][LEGGI][STOP][ANNUL][SCRIVI][SETT F][SETT F][ESEC][SETT O][STOP][ANNUL][SETT F][ESE...

  • Page 393

    OPERAZIONI2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/01374(Nome asse)Transizione tasti software iniziata dal tasto[(OPRT)][COMPEN]Schermo correzioni utensili(Numero)(Nome asse)(Numero)(Numero)[RIC NO][ENTR C][+ENTR][ENTRAT][(OPRT)][PREPRA]Schermo dati di impostazione(Numero)(Numero)[RIC NO][+ENTR][ENTRAT][O...

  • Page 394

    OPERAZIONIB--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVE375[OPR PN]Pannello software dell’operatore[(OPRT)][VITA.U]Schermo gestione vita utensili(Numero)[RIC NO][ENTRAT](Numero)[ANNUL][ESEC][RIPOS](1)2/2[(OPRT)][CORET2]Schermo correzione utensile lungo l’asse Y(Numero)(Nome asse)(Numero)(Numero)[RIC NO][...

  • Page 395

    OPERAZIONI2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/01376[PARAM]Transizione tasti software iniziata dal tasto[(OPRT)]Schermo parametri(Numero)(Numero)[RIC NO][+ENTR][ENTRAT][ON:1][OFF:0](Numero)[LEGGI][ANNUL][ESEC][SCRIVI][ANNUL][ESEC][(OPRT)][DIAGNS]Schermo diagnostico[RIC NO](Numero)1/2SCHERMO SISTEMA[SI...

  • Page 396

    OPERAZIONIB--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVE377[D ONDA]Diagnostica in forma d’onda(4)[P ONDA][G ONDA][AVVIAR][TIME→][←TIME][H--DOBL][H--HALF][AVVIAR][CH--1 ↑][V--DOBL][V--HALF][CH--1 ↓][AVVIAR][V--DOBL][V--HALF]2/2[(OPRT)][SV--PRM]Parametri assi[ON:1][OFF:0][SV.SET][REG.SV]Parametri man...

  • Page 397

    OPERAZIONI2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/01378[ALLARM]Schermo allarmi[MESSAG]Schermo messaggi[STORIA]Storia allarmi[(OPRT)][RIPOS.]SCHERMO MESSAGGITransizione tasti software iniziata dal tasto[ALARM]Transizione tasti software iniziata dal tastoDescrizione allarmi[OEPAT]Metodi operativi[PARAM]Tab...

  • Page 398

    OPERAZIONIB--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVE379Transizione tasti software iniziata dal tastoSCHERMO GRAFICOPercorso utensile[(OPRT)][G. PRM]Percorso utensile[GRAF][ERASE][(OPRT)][ZOOM][ACT][HI/LO][(OPRT)][NORMAL]Modo 0Transizione tasti software iniziata dal tastoSCHERMO PERSONALIZZATOSchemo perso...

  • Page 399

    2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/01OPERAZIONI380Quando vengono premuti un tasto indirizzo o un tasto numerico, ilcarattere corrispondente al tasto premuto viene caricato nel buffer dellatastiera. Il contenuto del buffer della tastiera è visualizzato nella partebassa dello schermo. Per indicare ch...

  • Page 400

    B--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVEOPERAZIONI381Quando sono stati digitati dei dati e viene premuto il tasto,o un tastosoftware, viene eseguito un controllo sui dati immessi. Se i dati non sonocorretti o se è stato commesso un errore operativo, sulla riga dei datiimmessi compare un messaggio di a...

  • Page 401

    2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/01OPERAZIONI382Gli LCD da 10.4” hanno 12 tasti software. Come si vede nella sottostantefigura, i cinque tasti software di destra e i tasti menu alle due estremitàsono gli stessi delle altre unità di visualizzazione, mentre i cinque tastisoftware di sinistra son...

  • Page 402

    B--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVEOPERAZIONI383Come unità esterna di immissione/emissione (I/O) è disponibile l’HandyFile. Questa sezione ne dà una descrizione sommaria. Per i dettagli,consultare il manuale indicato qui sotto.Tabella 2.4 Unità esterna di immissione/emissioneNome dell’unit...

  • Page 403

    2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/01OPERAZIONI384Prima di utilizzare una unità esterna di I/O, è necessario impostare iseguenti parametri.CNCSCHEDA CPU PRINCIPALECANALE 1CANALE 2JD5AJD5BRS--232--CRS--232--CLettore/per--foratoreLettore/per--foratoreCANALE I/O=0oCANALE I/O=1CANALE I/O=2Il CNC ha du...

  • Page 404

    B--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVEOPERAZIONI385Lo Handy File è una unità di I/O a dischetti multifunzione, facile da usaree progettata per i sistemi FA. Lo Handy File permette il trasferimento el’editazione di programmi operando direttamente o in remoto tramite unaunità ad esso collegata.Lo ...

  • Page 405

    2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/01OPERAZIONI386Procedura di accensione1 Controllare che tutto sia normale (per esempio, che gli sportelli sianochiusi).2 Eseguire l’accensione secondo le istruzioni del manuale del costruttoredella macchina utensile.3 Controllare che sia visualizzato lo schermo p...

  • Page 406

    B--63834IT/012. UNITA’ OPERATIVEOPERAZIONI387Se si verificano un guasto dell’Hardware o un difetto di installazione, ilsistema visualizza uno dei seguenti schermi e si ferma.Questi schermi forniscono informazioni quali le schede installate nei varislot. Queste informazioni, insieme alle indic...

  • Page 407

    2. UNITA’ OPERATIVEB--63834IT/01OPERAZIONI388SLOT 01 (3046) : FINESLOT 02 (3050) :Blank: Settaggio noncompletatoID del moduloNumero dello slotFINE: Settaggio completatoD6A1 -- 01Software di controllo delCNCOMM : yyyy--yyPMC : zzzz--zzMacro su ordinazione/macrocompilerPMCD6A1 -- 01La configurazi...

  • Page 408

    OPERAZIONIB--63834IT/013. OPERAZIONI MANUALI3893 OPERAZIONI MANUALILe OPERAZIONI MANUALI sono di cinque tipi:3.1. Ritorno manuale al punto di riferimento3.2. Avanzamento in jog3.3. Avanzamento incrementale3.4. Avanzamento con volantino3.5. Assoluto in manuale on e off

  • Page 409

    OPERAZIONI3. OPERAZIONI MANUALIB--63834IT/01390Il ritorno dell’utensile al punto di riferimento è eseguito come segue:Il movimento dell’utensile nella direzione specificata dal parametro ZMI(bit 5 del parametro N. 1006) si comanda per ciascun asse premendo ilpulsante ritorno al punto di rife...

  • Page 410

    OPERAZIONIB--63834IT/013. OPERAZIONI MANUALI391SpiegazioniIl sistema di coordinate è determinato automaticamente quando vieneeseguito il ritorno manuale al punto di riferimento.Se agli offset dello zero pezzo sono stati assegnati α e γ,ilsistema dicoordinate del pezzo viene stabilito in modo c...

  • Page 411

    OPERAZIONI3. OPERAZIONI MANUALIB--63834IT/01392Nel modo JOG, tenendo premuto un pulsante di selezione asse e direzionesul pannello dell’operatore si comanda il movimento dell’utensile lungol’asse e nella direzione corrispondenti al pulsante.La velocità di avanzamento in jog si specifica co...

  • Page 412

    OPERAZIONIB--63834IT/013. OPERAZIONI MANUALI393SpiegazioniL’avanzamento al giro in manuale è determinato dall’impostazione del bitJRV (bit 4 del parametro N. 1402)Nell’avanzamento al giro in manuale, il movimento viene eseguito allavelocità ottenuta moltiplicando l’avanzamento al giro, ...

  • Page 413

    OPERAZIONI3. OPERAZIONI MANUALIB--63834IT/01394Nel modo avanzamento incrementale (INC), quando viene premuto unpulsante di selezione asse e direzione l’utensile si muove di un passolungo l’asse e nella direzione selezionati. L’entità minima di questo passoè l’incremento minimo di immiss...

  • Page 414

    OPERAZIONIB--63834IT/013. OPERAZIONI MANUALI395Nel modo volantino (HANDLE), l’utensile può essere mosso con precisioneruotando il generatore manuale di impulsi montato sul pannellodell’operatore. Selezionare l’asse lungo il quale l’utensile deve muoversi conil selettore dell’asse del v...

  • Page 415

    OPERAZIONI3. OPERAZIONI MANUALIB--63834IT/01396SpiegazioniIl parametro JHD (N. 7100 bit 0) abilita o disabilita il generatore manuale diimpulsi nel modo JOG.Quando il parametro JHD (N. 7100 bit 0) è 1, sono abilitati sia l’avanzamentocon volantino sia l’avanzamento incrementale.Il parametro ...

  • Page 416

    OPERAZIONIB--63834IT/013. OPERAZIONI MANUALI397LimitazioniPossono essere collegati fino a due generatori manuali di impulsi. I due assicorrisponenti possono essere mossi simultaneamente.DIFFIDASe il volantino viene ruotato rapidamente con unmoltiplicatore elevato, per esempio x100, la velocità d...

  • Page 417

    OPERAZIONI3. OPERAZIONI MANUALIB--63834IT/01398Agendo sul commutatore assoluto in manuale del pannello dell’operatore èpossibile selezionare se il movimento manuale dell’utensile viene aggiuntoalle coordinate. Se il commutatore è ON, il movimento manuale vieneaggiunto alle coordinate. Se il...

  • Page 418

    OPERAZIONIB--63834IT/013. OPERAZIONI MANUALI399La relazione fra i movimenti manuali e le coordinate quando il commutatoreassoluto in manuale è ON o è OFF è descritta usando il seguente esempio diprogramma.G01G90X200.0Z150.0X100.0Z100.0F010X300.0Z200.0;¡;©;¢Le figure che seguono usano la seg...

  • Page 419

    OPERAZIONI3. OPERAZIONI MANUALIB--63834IT/01400Coordinate quando, durante l’esecuzione del blocco ©,viene premuto feedhold, viene eseguita un’operazione manuale (asse X + 75.0), l’unità dicontrollo viene resettata con il tasto RESET e il blocco ©viene rieseguito.(275.0 , 300.0)(200.0 , 1...

  • Page 420

    OPERAZIONIB--63834IT/013. OPERAZIONI MANUALI401Quando il commutatore è ONIl funzionamento della macchina al ritorno in automatico dopoun’operazione manuale eseguita con il commutatore ON nel modocompensazione raggio utensile durante l’esecuzione di un programma inassoluto viene descritto qui...

  • Page 421

    OPERAZIONI3. OPERAZIONI MANUALIB--63834IT/01402Operazione manuale durante la lavorazione su uno spigoloQuesto esempio riguarda un movimento manuale eseguito durante lalavorazione su uno spigolo in compensazione raggio utensile. I vettori VA2’,VB1’, e VB2’ nella sottostante figura sono calco...

  • Page 422

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO4034 FUNZIONAMENTO AUTOMATICOIl funzionamento di una macchina utensile CNC in base ad un programmapezzo si dice funzionamento automatico.Questo capitolo descrive i seguenti tipi di funzionamento automatico:DFUNZIONAMENTO DA MEMORIAViene eseguito u...

  • Page 423

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/01404I programmi pezzo vengono caricati nella memoria del CNC. Quandoviene selezionato uno di questi programmi e viene premuto il pulsantecycle start, inizia il funzionamento automatico e la spia cycle start siaccende.Quando viene premuto il pulsant...

  • Page 424

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO405Se il reset è applicato durante un movimento, il movimento decelera esi ferma.SpiegazioniDopo l’avvio del funzionamento da memoria avviene quanto segue:(1) Dal programma specificato viene letto un blocco.(2) Il blocco viene decodificato.(3) ...

  • Page 425

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/01406Durante il funzionamento da memoria, è possibile richiamare ed eseguire unfile (sottoprogramma) residente su una unità esterna di immissione/emis-sione, come una cassetta floppy. Per i dettagli, vedere la sezione III- -4.5.Richiamo di un sott...

  • Page 426

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO407Nel modo MDI, è possibile creare ed eseguire un programma pezzocostituito da un massimo di 10 righe. Il formato di questo programma èlo stesso dei programmi normali.Il modo MDI si usa normalmente per semplici operazioni di prova.La seguente p...

  • Page 427

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/01408Con M99 viene eseguito il ritorno all’inizio del programma.O0001 N00003MDI******* ***12 : 42 : 39PRGRMATTUALSUCCSV(OPRT)PROGRAMMA ( MDI )G00 X100.0 Z200.;M03 ;G01 Z120.0 F500 ;M93 P9010 ;G00Z0.0;%G00G90G94G40G80G50G54G69G17G22G21G49G98G67G64G...

  • Page 428

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO409DVieneeseguital’editazionein backgroundDVengono premutiitastiO e.DViene eseguito un reset e il bit 7 (MCL) del parametro N. 3203 è 1.Dopo un’operazione di edit durante l’arresto del funzionamento in MDI,l’esecuzione del programma inizi...

  • Page 429

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/01410Questa funzione permette di riprendere la lavorazione specificando ilnumero di sequenza del blocco desiderato, in caso di rottura di un utensileo dopo aver spento il sistema. Il blocco da cui ripartire si specifica tramiteil numero di sequenza ...

  • Page 430

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO411Procedura per la ripartenza del programma specificando un numero di sequenzaProcedura 11 Ritirare l’utensile e sostituirlo. Se è necessario cambiare le correzioni.(Andare al passo 2.)1 All’accensione del CNC odopoaverrilasciatol’arrestoi...

  • Page 431

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/014125 Viene eseguita la ricerca del numero di sequenza e compare lo schermoper laripartenzadel programma.RIPARTENZA PROGRAMMADESTINAZIONEX57. 096Z56. 943DIST MANCANTE1X1. 4592Z7. 320M12121212121* *************** ********T ******** ********S *****O0...

  • Page 432

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO413Procedura per la ripartenza del programma specificando un numero di bloccoProcedura 11 Ritirare l’utensile e sostituirlo. Se è necessario cambiare le correzioni.(Andare al passo 2.)1 All’accensione del CNC odopoaverrilasciatol’arrestoine...

  • Page 433

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/01414Le coordinate e l’entità del movimento per la ripartenza del programmapossono essere visualizzate per un massimo di quattro assi. (Lo schermodella ripartenza del programma visualizza solo gli assi controllati dalCNC.)M: Gli ultimi 14 codici ...

  • Page 434

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO415<Esempio 2>Programma CNCNumero di blocchiO 0001 ;G90 G92 X0 Y0 Z0 ;G90 G00 Z100. ;G81 X100. Y0. Z--120. R--80. F50. ;#1 =#1+1;#2 =#2+1;#3 =#3+1;G00X0Z0;M30 ;123444456Le frasi macro non sono contate come blocchi.Il numero del blocco vienec...

  • Page 435

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/01416Se il movimento alla posizione di ripartenza viene eseguito nel modo bloccosingolo, si verifica un arresto alla fine del movimento lungo ciascun asse.Durante l’arresto in blocco singolo non è possibile attuare un intervento inMDI.Durante il ...

  • Page 436

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO417DIFFIDACome regola generale, le seguenti operazioni impedisconoil ritorno alla posizione corretta.Occorre fare particolare attenzione perché nessuno deiseguenti casi provoca un allarme:DMovimento manuale dell’utensile con il commutatoreassol...

  • Page 437

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/01418La funzione di schedulazione permette all’operatore di selezionare i file(programmi) registrati su un supporto inserito in una unità esterna diimmissione/emissione (Handy file, Cassetta floppy, o Scheda FA)specificandone l’ordine di esecuz...

  • Page 438

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO419DIRETT ARCHIVIOO0001 N00000AUTO ******* ***19 : 14 : 47PRGRM(OPRT)SELEZION CORREN : PIANONO.NOME FILE(METRO)VOL0000PIANO0001PARAMETRO58.50002TUTTI PROGRAMMI11.00003O00011.90004O00021.90005O00101.90006O00201.90007O00401.90008O00501.9PIANOSchermo...

  • Page 439

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/01420F0007 N00000RMT ******* ***13 : 27 : 54DIRETT ARCHIVIOSELEZION CORREN:O0040PRGRM(OPRT)PIANOSchermo N. 3DIR1 Visualizzare la lista dei file registrati sul supporto esterno (passi 1 e 2della procedura di esecuzione di un file).2 Sullo schermo N. ...

  • Page 440

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO421O0000 N02000RMT ******* ***10 : 10 : 40SEQUENZ NO. FILEINF. RICHINF. ATTUA015502000323230300049999156040005LOOP0050607080910PRGRM(OPRT)DIRSchermo N. 5PIANO0007DIRETT ARCHIVIOSpiegazioniSe sullo schermo N. 4 non viene specificato un numero di fi...

  • Page 441

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/01422AllarmiN. allarmeSignificato086E’ stato fatto un tentativo di eseguire un file non registrato sulsupporto esterno.210M198 e M99 sono stati eseguiti durante l’esecuzione della sche-dulazione o M198 è stato eseguito durante il funzionamento ...

  • Page 442

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO423La funzione di richiamo dei sottoprogrammi permette di richiamare edeseguire come sottoprogramma un file registrato su supporto esterno(Handy file, Cassetta floppy, Scheda FA) durante il funzionamento damemoria.Quando in un programma residente ...

  • Page 443

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/01424NOTA1 Se M198 viene eseguito da un programma salvato sullacassetta floppy, viene dato l’allarme P/S 210. Se durantel’esecuzione di un file salvato sulla cassetta floppy vienerichiamato un programma in memoria e questo esegue unM198, questo ...

  • Page 444

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO425Il movimento manuale comandato dal volantino può essere sovrapposto almovimento comandato dal programma nel modo di funzionamento automa-tico.ZXProfonditàdi taglioprogrammataProfondità di tagliodell’interruptPosizione dell’utensiledopo l...

  • Page 445

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/01426SpiegazioniLa seguente tabella indica la relazione esistente tra varie funzioni e il movi-mento generato dall’interrupt del volantino.SegnaleRelazioneBlocco macchinaIl blocco macchina è valido. Se è presente il segnale diblocco macchina, l...

  • Page 446

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO427(c) RELATIVA:Posizione nel sistema di coordinate relativeQuesti valori non hanno relazioni con il movimento specificatodall’interrupt del volantino.(d) DIST MANCANTE:L’entità del movimento residuo del blocco corrente non ha relazionicon il...

  • Page 447

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/01428Durante il funzionamento automatico è possibile applicare l’immaginespeculare al movimento lungo un asse. Per usare questa funzione premereil pulsante dell’immagine speculare sul pannello dell’operatore o settarel’immagine speculare tr...

  • Page 448

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO4293 Entrare nel modo di funzionamento automatico (MEMORY o MDI) epoi premere il pulsante cycle start.DL’immagine speculare può essere attivata o disattivata anche mettendo a 1(on) o a 0 (off) il bit 0(MIRx) del parametro N. 0012.DPer i pulsant...

  • Page 449

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/01430Questa funzione riporta l’utensile nella posizione in cui ha avuto inizioun intervento manuale quando il funzionamento automatico riprendedopo essere stato sospeso da feed hold per procedere alla sostituzionedell’utensile dopo un movimento ...

  • Page 450

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO431EsempioN1N2N1 AN2N1 AN2BN1 AN2B1. Il blocco N1 lavora il pezzoUtensilePunto di iniziodel blocco2. L’utensile viene fermato premendo il pulsante feed holddurante l’esecuzione del blocco N1 (punto A).3. Dopo il ritiro manuale dell’utensile ...

  • Page 451

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/01432Attivando il funzionamento automatico nel modo operativo DNC (RMT),è possibile eseguire una lavorazione leggendo il programma attraversol’interfaccia lettore/perforatore. E’ possibile selezionare i file(programmi) salvati su un’unità es...

  • Page 452

    OPERAZIONIB--63834IT/014. FUNZIONAMENTO AUTOMATICO433PROGRAMN020 X100.0 (DNC-PROG) ;N030 X90.0 ;N040 X80.0 ;N050 X70.0 ;N060 X60.0 ;N070 X50.0 ;N080 X40.0 ;N090 X30.0 ;N100 X20.0 ;N110 X10.0 ;N120 X0.0 ;N130 Z100.0 ;N140 Z90.0 ;N150 Z80.0 ;N160 Z70.0 ;N170 Z60.0 ;+F0001 N00020N180 Z50.0 ;N190 Z40...

  • Page 453

    OPERAZIONI4. FUNZIONAMENTO AUTOMATICOB--63834IT/01434Durante il funzionamento in DNC, il programma principale non puòspecificare i cicli fissi multipli ripetitivi (G70 -- G78).NumeroMessaggioSignificato086SEGNALE DRSPENTODurante l’immissione di dati tramite l’inter-faccia lettore/perforatore...

  • Page 454

    OPERAZIONIB--63834IT/015. OPERAZIONI DI TEST4355 OPERAZIONI DI TESTLe seguenti funzioni si usano per controllare il funzionamento delprogramma prima di iniziare la lavorazione effettiva del pezzo.1. Blocco macchina e blocco delle funzioni ausiliarie2. Regolazione della velocità di avanzamento3. ...

  • Page 455

    OPERAZIONI5. OPERAZIONI DI TESTB--63834IT/01436Per visualizzare i cambiamenti della posizione senza movimentodell’utensile, usare il blocco macchina.Esistono due tipi di blocco macchina: blocco macchina su tutti gli assi,che impedisce il movimento lungo tutti gli assi, e blocco macchina perasse...

  • Page 456

    OPERAZIONIB--63834IT/015. OPERAZIONI DI TEST437LimitazioniNello stato di blocco macchina, i comandi M, S e T sono eseguitinormalmente.Se viene programmato un comando G27, G28, o G30 nello stato di bloccomacchina, il comando viene accettato, ma l’utensile non va sul punto diriferimento e la spia...

  • Page 457

    OPERAZIONI5. OPERAZIONI DI TESTB--63834IT/01438La velocità di avanzamento programmata può essere ridotta o aumentatadi una percentuale (%) selezionata con il selettore della regolazione.Questa prestazione si usa per controllare i programmi.Per esempio, se il programma specifica una velocità di...

  • Page 458

    OPERAZIONIB--63834IT/015. OPERAZIONI DI TEST439Alla velocità in rapido può essere applicata una regolazione a quattrogradini (F0, 25%, 50% e 100%). La velocità F0 è stabilita dal parametroN. 1421.Velocità in rapido:10m/minRegolazione50%5m/minFig. 5.3 Regolazione della velocità in rapidoProc...

  • Page 459

    OPERAZIONI5. OPERAZIONI DI TESTB--63834IT/01440L’utensile si muove alla velocità di avanzamento specificata da unparametro, indipendentemente dalla velocità di avanzamento specificatadal programma. Questa funzione si usa per controllare i movimenti dellamacchina dopo aver rimosso il pezzo.Ute...

  • Page 460

    OPERAZIONIB--63834IT/015. OPERAZIONI DI TEST441Il modo blocco singolo si stabilisce premendo il corrispondente pulsantesul pannello dell’operatore. In questo modo operativo, quando vienepremuto il pulsante cycle start il CNC esegue un blocco e si ferma. Ilmodo blocco singolo permette di control...

  • Page 461

    OPERAZIONI5. OPERAZIONI DI TESTB--63834IT/01442SpiegazioniPer i comandi da G28 a G30, la funzione blocco singolo è abilitata al puntointermedio.In un ciclo fisso, i punti di arresto in blocco singolo sono i seguenti:lG90(Ciclo di tornitura esterna/interna)1234S1234SCiclo di tornitura parallelaCi...

  • Page 462

    OPERAZIONIB--63834IT/015. OPERAZIONI DI TEST443lG73(Ripetizione del profilo)RapidoAvanzamentoS : Arresto in blocco singololG74(Ciclo di foratura a trattifrontale)G75(Ciclo di foratura sul diametro esterno/in-terno)12345678910Questa figura illustra il ciclo G74.Il ciclo G75 si comporta allo stesso...

  • Page 463

    OPERAZIONI6. FUNZIONI DI SICUREZZAB--63834IT/014446 FUNZIONI DI SICUREZZAPer fermare immediatamente la macchina in caso di pericolo, premere ilpulsante di arresto in emergenza. Per limitare i movimenti della macchinasono disponibili il controllo dei fine corsa e il controllo delle zone disicurezz...

  • Page 464

    OPERAZIONIB--63834IT/016. FUNZIONI DI SICUREZZA445Quando viene premuto il pulsante di arresto in emergenza sul pannellodell’operatore, il movimento della macchina si arresta immediatamente.ARRESTO IN EMERGENZARossoFig. 6.1 Arresto in emergenzaQuando viene premuto, questo pulsante resta bloccato...

  • Page 465

    OPERAZIONI6. FUNZIONI DI SICUREZZAB--63834IT/01446Quando l’utensile tenta di superare il fine corsa stabilito dal micromontato sulla macchina utensile, l’utensile stesso decelera e si fermaperché scatta il micro di fine corsa. In questo caso viene visualizzato unallarme di sovracorsa.YXDecel...

  • Page 466

    OPERAZIONIB--63834IT/016. FUNZIONI DI SICUREZZA447E’ possibile definire tre aree nelle quali l’utensile non può entrare: la zonadi sicurezza 1, la zona di sicurezza 2 e la zona di sicurezza 3.Zona di sicurezza 3: Area nella quale l’utensile non può entrareZona di sicurezza 2Zona di sicure...

  • Page 467

    OPERAZIONI6. FUNZIONI DI SICUREZZAB--63834IT/01448G 22X_Z_I_K_;A(X,Z)X>I,Z>KX- -I>ζZ- -K>ζB(I,K)ζ è ladistanzapercorsadall’utensile in 8mse corrisponde a2000 incrementi minimi di comando quando la velocità diavanzamento è di 15 m/min.Fig. 6.3 (b) Creazione o modifica da progra...

  • Page 468

    OPERAZIONIB--63834IT/016. FUNZIONI DI SICUREZZA449L’impostazione dell’area proibita (X, Z, I e K), tramite parametri o daprogramma, dipende dal punto controllato dell’utensile o del portautensile.Prima di programmare l’area proibita, verificare la posizione del puntocontrollato (punta del...

  • Page 469

    OPERAZIONI6. FUNZIONI DI SICUREZZAB--63834IT/01450Se il modo passa da G23 a G22 con l’utensile nell’area proibita:(1) Quando l’area proibita è interna, si produce un allarme per il successivomovimento dell’utensile.(2) Quando l’area proibita è esterna, l’allarme si produce immediata...

  • Page 470

    OPERAZIONIB--63834IT/016. FUNZIONI DI SICUREZZA451La funzione di protezione dell’autocentrante e della contropunta evitaeventuali danneggiamenti della macchina controllando se la puntadell’utensile interferisce con l’autocentrante o con la contropunta.Deve essere specificata l’area nella ...

  • Page 471

    OPERAZIONI6. FUNZIONI DI SICUREZZAB--63834IT/01452Schermo per l’impostazione della protezione della contropunta/L =100.000D =200.000L1=50.000D1=100.000L2=50.000D2=50.000D3=30.000TZ=100.000BARRIER (CONTROPUNTA)O0000 N00000>_MDI **** *** ***14:46:09[ ENTRAT ][ +ENTR ][SET][][]POSIZ ATTUALE (AS...

  • Page 472

    OPERAZIONIB--63834IT/016. FUNZIONI DI SICUREZZA4531 Eseguire il ritorno al punto di riferimento lungo gli assi X e Z.Dopo l’accensione, la funzione di protezione dell’autocentrante e dellacontropunta diventa efficace solo dopo che è stato eseguito il ritorno alpunto di riferimento.Se è util...

  • Page 473

    OPERAZIONI6. FUNZIONI DI SICUREZZAB--63834IT/01454SimboloDescrizioneTYScelta della forma dell’autocentrante (0: a presa interna, 1: apresa esterna)CXPosizione dell’autocentrante (lungo l’asse X)CZPosizione dell’autocentrante (lungo l’asse Z)LLunghezza delle griffeWProfondità delle grif...

  • Page 474

    OPERAZIONIB--63834IT/016. FUNZIONI DI SICUREZZA455ZOrigine delsistema dicoordinate delpezzoLL1L2D3D2D1DTZPezzo BSimboloDescrizioneTZPosizione della contropunta (lungo l’asse Z)LLunghezza della contropuntaDDiametro della contropuntaL1Lunghezza della contropunta (1)D1Diametro della contropunta (1...

  • Page 475

    OPERAZIONI6. FUNZIONI DI SICUREZZAB--63834IT/01456Tabella 4 UnitàSistema diUnitàIntervallo dei valoriSistema diincrementiIS- -AIS- -BIntervallo dei valoriInput metrico0.001 mm0.0001 mmda - -99999999 a +99999999Input in pollici0.0001”0.00001”da - -99999999 a +99999999L’angolo della punta d...

  • Page 476

    OPERAZIONIB--63834IT/016. FUNZIONI DI SICUREZZA457Le aree proibite sono definite nel sistema di coordinate del pezzo. Notarequanto segue:1. Quando il sistema di coordinate del pezzo viene spostato da un comandoo da una operazione, l’area proibita subisce lo stesso spostamento.Sistema di coordin...

  • Page 477

    OPERAZIONI7. ALLARMI E FUNZIONIDI AUTODIAGNOSIB--63834IT/014587 ALLARMI E FUNZIONI DI AUTODIAGNOSIQuando si verifica un allarme, viene visualizzato lo schermo degli allarmi perindicare la causa dell’allarme stesso. Le cause degli allarmi sono classificatetramite i numeri di allarme. Possono ess...

  • Page 478

    OPERAZIONIB--63834IT/017. ALLARMI E FUNZIONIDI AUTODIAGNOSI459SpiegazioniQuando si verifica un allarme, viene visualizzato lo schermo degli allarmi.ALLARMMESSAGGIO D’ ALLARMEMDI**** *** ***18 : 52 : 050000 00000100PUO SCRIVERSI PARAMETRO510OLTRECORSA:+X417ALLARME ASSE : PARAM DGTL ASSE XMESSAGS...

  • Page 479

    OPERAZIONI7. ALLARMI E FUNZIONIDI AUTODIAGNOSIB--63834IT/01460I codici di errore indicano le cause degli allarmi. Per rilasciare un allarme,rimuoverne la causa e premere il tasto reset.I codici di errore sono classificati come segue:N. 000 - - 255 : Errori di programma (*)N. 300 - - 349 : Allarmi...

  • Page 480

    OPERAZIONIB--63834IT/017. ALLARMI E FUNZIONIDI AUTODIAGNOSI461Il CNC memorizza gli ultimi 50 allarmi, che possono essere visualizzati.Per visualizzare la storia degli allarmi procedere come segue.Procedura per la visualizzazione della storia degli allarmi1 Premere il tasto funzione.2 Premere il t...

  • Page 481

    OPERAZIONI7. ALLARMI E FUNZIONIDI AUTODIAGNOSIB--63834IT/01462Talvolta può sembrare che il sistema sia fermo benché non sia visualizzatoalcun allarme. In questo caso, può essere in corso l’elaborazione diqualche processo particolare. E’ possibile controllare lo stato del sistemavisualizzan...

  • Page 482

    OPERAZIONIB--63834IT/017. ALLARMI E FUNZIONIDI AUTODIAGNOSI463I dati diagnostici da 000 a 015 indicano gli stati nei quali sembra che ilcomando specificato non venga eseguito. La sottostante tabella descrive glistati interni corrispondenti alla visualizzazione di 1 alla fine di ciascuna riga.Tabe...

  • Page 483

    OPERAZIONI7. ALLARMI E FUNZIONIDI AUTODIAGNOSIB--63834IT/01464La sottostante tabella indica i segnali e gli stati che sono abilitati quandociascun dato diagnostico è 1. Ciascuna combinazione di valori dei datidiagnostici indica uno specifico stato.020021022023024025111111111111110000000000010000...

  • Page 484

    B--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIOPERAZIONI4658 IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIE’ possibile scambiare i dati NC fra il CNC e una unità esterna diimmissione/emissione come lo Handy File.Attraverso l’interfaccia per la scheda di memoria, montata sul lato sinistrodell’unità di visual...

  • Page 485

    8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI466Fra le unità di immissione/emissione, l’Handy File usa come supporto idischetti.In questo manuale il supporto per l’immissione/emissione dei dati ègenericamente chiamato dischetto.A differenza del nastro di carta, un dischetto permett...

  • Page 486

    B--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIOPERAZIONI467Il dischetto ha uno switch di protezione dalla scrittura. Prima di iniziareuna operazione di emissione, mettere lo switch nella posizione diabilitazione della scrittura.(2) Scrittura abilitata (può essereletto, scritto e cancellato)Protezi...

  • Page 487

    8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI468Per immettere un programma da dischetto, occorre prima cercare il fileda leggere. A questo scopo, procedere come segue:File 1Ricerca del file nFile nVuotoFile 2File 3Procedura per la ricerca di file1 Selezionare i modi EDIT o MEMORY.2 Preme...

  • Page 488

    B--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIOPERAZIONI469AllarmiN.Descrizione86Il segnale Pronto (DR) dell’unità di immissione/emissione è off.Nell’unità NC non viene immediatamente indicato un allarmeanche se si verifica un allarme durante la ricerca del file(quando un file non viene trov...

  • Page 489

    8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI470Quando è necessario, i file su dischetto possono essere cancellati file perfile.Procedura per la cancellazione di file1 Inserire il dischetto nell’unità di immissione/emissione in modo chequesta sia pronta a scrivere.2 Selezionare il mo...

  • Page 490

    B--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIOPERAZIONI471Questa sezione descrive come caricare nel CNC un programma registratosu dischettoosunastrodicarta.Procedura per l’immissione di un programma1 Accertarsi che l’unità di immissione sia pronta per la lettura.Per il controllo di due percor...

  • Page 491

    8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI472-Quando un programma viene caricato senza specificarne il numero.SAl programma viene assegnato il valore dell’indirizzo O registratosul nastro. Se un programma non ha l’indirizzo O, viene usato ilvalore di N del primo blocco.SSe il prog...

  • Page 492

    B--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIOPERAZIONI473SL’immissione addizionale è possibile solo quando un programma è giàstato registrato.Se si tenta di registrare un nuovo programma avente lo stesso numero diuno dei programmi già registrati, si verifica l’allarme P/S 073 e ilprogramm...

  • Page 493

    8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI474Un programma residente in memoria può essere scritto su un dischetto osu nastro di carta.Procedura per l’emissione di programmi1 Accertarsi che l’unità di emissione sia pronta.Per il controllo di due percorsi, usare l’apposito selet...

  • Page 494

    B--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIOPERAZIONI475Quando un file precedentemente copiato dalla memoria del CNC aldischetto deve essere ricaricato in memoria o confrontato con il contenutodella memoria, deve esserne prima ricercato l’inizio tramite il numero difile. Quindi, subito dopo la...

  • Page 495

    8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI476I valori delle correzioni possono essere caricati nel CNC da dischetto oda nastro di carta. Il formato dei dati è lo stesso usato per l’emissione diquesti valori. Vedere la sezione III--8.5.2.Se viene caricata una correzione con lo stess...

  • Page 496

    B--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIOPERAZIONI477Tutti i valori delle correzioni residenti nella memoria del CNC possonoessere scritti su dischetto o su nastro di carta.Procedura per l’emissione dei valori delle correzioni1 Accertarsi che l’unità di emissione sia pronta a scrivere.2 ...

  • Page 497

    8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI478I parametri e i dati di compensazione dell’errore di passo si immettono edemettono usando schermi diversi.I parametri possono essere caricati nel CNC da dischetto o da nastro dicarta. Il formato di immissione è uguale al formato di emiss...

  • Page 498

    B--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIOPERAZIONI47915 Spegnereeriaccendereil CNC.16 Liberare il pulsante di arresto in emergenza sul pannello dell’operatore.Tutti i parametri residenti nella memoria del CNC possono essere scrittisu dischettoosunastrodicarta.Procedura per l’emissione dei...

  • Page 499

    8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI480Se l’emissione avviene su dischetto, il nome assegnato al file generatodall’emissione dei parametri è PARAMETER.Se vengono emessi tutti i parametri, il nome del file generato è ALLPARAMETER. SE vengono emessi solo i parametri il cui v...

  • Page 500

    B--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIOPERAZIONI48116 Liberare il pulsante di arresto in emergenza sul pannello dell’operatore.SpiegazioniPer poter applicare correttamente la compensazione dell’errore di passo,i parametri dal numero 3620 al numero 3624 e i dati di compensazionedell’er...

  • Page 501

    8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI482I valori delle variabili comuni (da #500 a #999) possono essere caricatinel CNC da dischetto o da nastro di carta. Il formato di immissione èuguale al formato di emissione. Vedere la sezione III--8.7.2.Perconvalidare le variabili comuni, i...

  • Page 502

    B--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIOPERAZIONI483Le variabili comuni (da #500 a #999) residenti nella memoria del CNCpossono essere scritte su dischetto o su nastro di carta.Procedura per l’emissione delle variabili comuni delle macroistruzioni1 Accertarsi che l’unità di emissione si...

  • Page 503

    8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI484Sullo schermo dell’indirizzario del dischetto, vengono visualizzati gliindirizzari dello Handy file, della Cassetta floppy o della scheda FA.Inoltre, è possibile comandare la lettura, la scrittura e la cancellazione deifile.O0001 N00000(...

  • Page 504

    B--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIOPERAZIONI485Procedura per la visualizzazione dell’indirizzario dei file su dischettoUsare la seguente procedura per visualizzare l’indirizzario di tutti i fileregistrati sul dischetto:1 Premere il pulsante EDIT sul pannello dell’operatore.2 Preme...

  • Page 505

    8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI486Usare la seguente procedura per visualizzare l’indirizzario dei fileregistrati sul dischetto, a partire da un dato numero di file:1 Premere il pulsante EDIT sul pannello dell’operatore.2 Premere il tasto funzione.3 Premere il tasto soft...

  • Page 506

    B--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIOPERAZIONI487SpiegazioniNO.: Visualizza il numero del fileNOME FILE: Visualizza il nome del file(METRO): La dimensione del file viene visualizzata in metri dinastro. Può anche essere espressa in (PIEDI),specificando INCH per il dato di impostazioneINPU...

  • Page 507

    8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI488Il contenuto del file specificato viene registrato in memoria.Procedura per la lettura di file1 Premere il pulsante EDIT sul pannello dell’operatore.2 Premere il tasto funzione.3 Premere il tasto software di estrema destra(continuazione d...

  • Page 508

    B--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIOPERAZIONI489Uno o più programmi residenti in memoria possono essere scritti suldischetto sotto forma di file.Procedura per l’emissione di programmi1 Premere il pulsante EDIT sul pannello dell’operatore.2 Premere il tasto funzione.3 Premere il tast...

  • Page 509

    8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI490Il file del quale viene specificato il numero è cancellato.Procedura per la cancellazione di file1 Premere il pulsante EDIT sul pannello dell’operatore.2 Premere il tasto funzione.3 Premere il tasto software di estrema destra(continuazio...

  • Page 510

    B--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIOPERAZIONI491LimitazioniSe [SETT F] o [SETT O] vengono premuti senza aver prima digitato ilnumero di file o di programma, il campo del numero di file o diprogramma rimane in bianco. Se viene digitato 0, viene visualizzato 1.Se si usa il canale 0, specif...

  • Page 511

    8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI492I programmi registrati nella memoria del CNC possono essereraggruppati in base al loro nome, permettendo così di emettere iprogrammi pezzo per gruppi. La sezione III--11.3.3 descrive lavisualizzazione dell’elenco programmi per gruppi.Pro...

  • Page 512

    OPERAZIONIB--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATI493Normalmente, per eseguire l’immissione o l’emissione di un particolaretipo di dati si seleziona lo schermo ad esso corrispondente. Ad esempio,per l’immissione/emissione dei parametri si usa lo schermo parametri eper l’emissione/emis...

  • Page 513

    OPERAZIONI8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01494Lo schermo I/E GLOBALE permette di impostare i parametri relativiall’immissione/emissione dei dati. L’impostazione di questi parametri èsempre possibile, indipendentemente dal modo.Procedura per l’impostazione dei parametri relativi ...

  • Page 514

    OPERAZIONIB--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATI495E’ possibile eseguire l’immissione/emissione di un programma usando loschermo I/E GLOBALE.Se l’immissione del programma avviene tramite una cassetta o una schedadi memoria, l’operatore deve specificare il nome del file contenente il...

  • Page 515

    OPERAZIONI8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01496Quando la cassetta o la scheda contengono almeno un file, N0 e N1 hannolo stesso effetto. Se N1 viene specificato per una scheda o una cassettavuote, si verifica un allarme perché il file N. 1 non esiste. N0 va all’iniziodella cassetta o...

  • Page 516

    OPERAZIONIB--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATI4975 Premere il tasto software [LEGGI], poi [ESEC].Il programma viene caricato nel CNC e gli viene assegnato il numerospecificato nel passo 4.Per annullare l’operazione premere il tasto software [ANNULL].Per fermare l’operazione prima del ...

  • Page 517

    OPERAZIONI8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01498Cancellazione di file1 Premere il tasto software [PRGRM]sullo schermo I/E GLOBALE,descritto nella Sezione III--8.10.1.2 Selezionare il modo EDIT. Comparirà l’indirizzario programmi3 Premere il tasto software [(OPRT)]. Lo schermo e i tast...

  • Page 518

    OPERAZIONIB--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATI499I parametri possono essere immessi ed emessi attraverso lo schermo I/EGLOBALE.Immissione dei parametri1 Premere il tasto software [PARAM]sullo schermo I/E GLOBALE,descritto nella Sezione III--8.10.1.2 Selezionare il modo EDIT.3 Premere il t...

  • Page 519

    OPERAZIONI8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01500Emissione dei parametri1 Premere il tasto software [PARAM]sullo schermo I/E GLOBALE,descritto nella Sezione III--8.10.1.2 Selezionare il modo EDIT.3 Premere il tasto software [(OPRT)]. Lo schermo e i tasti softwarecambiano come segue.IMMISS...

  • Page 520

    OPERAZIONIB--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATI501I valori delle correzioni possono essere immessi ed emessi attraverso loschermo I/E GLOBALE.Immissione dei valori delle correzioni1 Premere il tasto software [COMPEN]sullo schermo I/E GLOBALE,descritto nella Sezione III--8.10.1.2 Selezionar...

  • Page 521

    OPERAZIONI8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01502Emissione dei valori delle correzioni1 Premere il tasto software [COMPEN]sullo schermo I/E GLOBALE,descritto nella Sezione III--8.10.1.2 Selezionare il modo EDIT.3 Premere il tasto software [(OPRT)]. Lo schermo e i tasti softwarecambiano co...

  • Page 522

    OPERAZIONIB--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATI503Le variabili comuni delle macroistruzioni possono essere emesse attra-versoloschermo I/E GLOBALE.Emissione delle variabili comuni delle macroistruzioni1 Premere il tasto software [MACRO]sullo schermo I/E GLOBALE,descritto nella Sezione III-...

  • Page 523

    OPERAZIONI8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01504Lo schermo I/E GLOBALE supporta la visualizzazione dell’indirizzariodi file su dischetto (floppy), oltre all’immissione/emissione di tali file.Visualizzazione dell’indirizzario dei file1 Premere il tasto software di estrema destra(men...

  • Page 524

    OPERAZIONIB--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATI5057 Premere il tasto software [ESEC]. Viene visualizzata una paginadell’indirizzario, nella quale il file specificato compare per primo. iltasto pagina permette di visualizzare gli altri file dell’indirizzario.IMMISS/EMISS (FLOPPY)N.NOME ...

  • Page 525

    OPERAZIONI8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01506Immissione di un file1 Premere il tasto software di estrema destra(menu successivo)sullo schermo I/E GLOBALE, descritto nella Sezione III--8.10.1.2 Premere il tasto software [FLOPPY].3 Selezionare il modo EDIT. Viene visualizzato lo schermo...

  • Page 526

    OPERAZIONIB--63834IT/018. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATI507Emissione di un file1 Premere il tasto software di estrema destra(menu successivo)sullo schermo I/E GLOBALE, descritto nella Sezione III--8.10.1.2 Premere il tasto software [FLOPPY].3 Selezionare il modo EDIT. Viene visualizzato lo schermo ...

  • Page 527

    OPERAZIONI8. IMMISSIONE/EMISSIONE DI DATIB--63834IT/01508Cancellazione di un file1 Premere il tasto software di estrema destra(menu successivo)sullo schermo I/E GLOBALE, descritto nella Sezione III--8.10.1.2 Premere il tasto software [FLOPPY].3 Selezionare il modo EDIT. Viene visualizzato lo sche...

  • Page 528

    B--63834IT/019. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOOPERAZIONI5099 EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOQuesto capitolo descrive le operazioni di editazione dei programmipezzo. L’editazione include l’inserimento, la modifica, la cancellazionee la sostituzione di parole. Questa funzione include anche la ca...

  • Page 529

    9. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOB--63834IT/01OPERAZIONI510Questa sezione descrive le procedure di inserimento, modifica ecancellazione di una parola in un programma registrato in memoria.Procedura per l’inserimento, la modifica e la cancellazione parole1 Selezionare il modo EDIT.2 Premere.3 Se...

  • Page 530

    B--63834IT/019. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOOPERAZIONI511Una parola può essere cercata muovendo semplicemente il cursore lungoil testo (scansione), tramite la ricerca della parola o tramite la ricercadell’indirizzo.Procedura per la scansione delle parole1 Premere il tasto cursore.Il cursore ...

  • Page 531

    9. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOB--63834IT/01OPERAZIONI512Procedura per la ricerca di una parolaEsempio) Ricerca di S12PROGRAMMAO0050 N01234O0050 ;X100.0 Z1250.0 ;S12 ;N56789 M03 ;M02 ;%N01234Il cursore è posiziona--to su N1234.Deve essere cercatoS12.1 Digitare l’indirizzoS .2 Digitare12 .¡S...

  • Page 532

    B--63834IT/019. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOOPERAZIONI513Il cursore può essere riportato all’inizio del programma con uno dei tremetodi descritti in questa sezione.Procedura per il ritorno all’inizio del programma1 Premere il tastoquando, nel modo EDIT, è selezionato lo schermoprogramma. ...

  • Page 533

    9. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOB--63834IT/01OPERAZIONI514Procedura per l’inserimento di una parola1 Portarsi, tramite scansione o ricerca parola, sulla parola che precedeimmediatamente la parola da inserire.2 Digitare l’indirizzo da inserire.3 Digitare il dato numerico.4 Premere.Esempio di ...

  • Page 534

    B--63834IT/019. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOOPERAZIONI515Procedura per la variazione di una parola1 Posizionarsi sulla parola da cambiare.2 Digitare il nuovo indirizzo.3 Digitare i nuovi dati.4 Premere il tasto.Esempio di sostituzione di T15 con M151 Posizionarsi su T15 con una scansione o una ...

  • Page 535

    9. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOB--63834IT/01OPERAZIONI516Procedura per la cancellazione di una parola1 Posizionarsi sulla parola da cancellare.2 Premere il tasto.Esempio di cancellazione di X100.01 Posizionarsi su X100.0 con una scansione o una ricerca parola.ProgrammaO0050 N01234O0050 ;N01234S...

  • Page 536

    B--63834IT/019. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOOPERAZIONI517E’ possibile cancellare dal programma uno o più blocchi.La procedura che segue cancella un blocco fino al suo codice di fineblocco; il cursore avanza fino all’indirizzo della parola successiva.Procedura per la cancellazione di un blo...

  • Page 537

    9. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOB--63834IT/01OPERAZIONI518Può essere cancellata la porzione di programma compresa tra la parola sucui si trova il cursore e il blocco di cui viene specificato il numero disequenza.Procedura per la cancellazione di più blocchi1 Posizionarsi sul primo blocco da ca...

  • Page 538

    B--63834IT/019. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOOPERAZIONI519Quando in memoria sono presenti più programmi, può essere cercato ilnumero di programma che interessa.Procedura per la ricerca del numero di programma1 Selezionare i modi EDIT o MEMORY.2 Premere il tastoper visualizzare lo schermo progr...

  • Page 539

    9. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOB--63834IT/01OPERAZIONI520La ricerca del numero di sequenza trova un dato numero di sequenzaall’interno di un programma e si usa, di solito, per iniziare o riprenderel’esecuzione di un programma dal blocco con quel numero di sequenza.Esempio) Ricerca del numer...

  • Page 540

    B--63834IT/019. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOOPERAZIONI521SpiegazioniIl blocco o i blocchi saltati durante la ricerca non influenzano il CNC; ivalori delle coordinate, e i codici M, S o T dei blocchi saltati noncambiano i valori delle coordinate e i dati modali nel CNC.Pertanto, occorre specific...

  • Page 541

    9. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOB--63834IT/01OPERAZIONI522I programmi registrati in memoria possono essere cancellati. possonoessere cancellati tutti i programmi o un solo programma. Possono ancheessere cancellati tutti i programmi inclusi in un certo intervallo.E’ possibile cancellare uno dei...

  • Page 542

    B--63834IT/019. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOOPERAZIONI523Possono essere cancellati dalla memoria del CNC tutti i programmiinclusi nell’intervallo specificato.Procedura per la cancellazione di più programmi in un intervallo1 Selezionare il modo EDIT.2 Premereper visualizzare lo schermo progra...

  • Page 543

    9. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOB--63834IT/01OPERAZIONI524La funzione editazione estesa dei programmi pezzo mette a disposizionele seguenti operazioni eseguibili tramite i tasti software sui programmiregistrati in memoria:DCopia o trasferimento in tutto o in parte di un programma in un altroprog...

  • Page 544

    B--63834IT/019. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOOPERAZIONI525E’ possibile creare un nuovo programma copiandone un altro.AOxxxxAOxxxxDopo la copiaAOyyyyCopiaPrima della copiaFig. 9.6.1 Copia dell’intero programmaNella figura 9.6.1 il programma numero XXXX è copiato nel nuovoprogramma numero YYY...

  • Page 545

    9. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOB--63834IT/01OPERAZIONI526E’ possibile creare un nuovo programma copiando parte di un altroprogramma.BOxxxxOxxxxDopo la copiaBOyyyyCopiaPrima della copiaACBACFig. 9.6.2 Copia di una parte del programmaNella figura 9.6.2, la porzione B del programma XXXX viene co...

  • Page 546

    B--63834IT/019. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOOPERAZIONI527E’ possibile creare un nuovo programma attraverso il trasferimento di unaparte diunaltroprogramma.BOxxxxOxxxxDopo il trasferimentoBOyyyyMuoviPrima deltrasferimentoACACFig. 9.6.3 Trasferimento di una parte del programmaNella figura 9.6.3...

  • Page 547

    9. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOB--63834IT/01OPERAZIONI528E’ possibile inserire un programma in qualsiasi posizione del programmaselezionato.OxxxxPrima della fusioneBOyyyyUnisciAOxxxxDopo la fusioneBOyyyyBACCPosizione diinserimentoFig. 9.6.4 Inserimento di un programma in una specifica posizio...

  • Page 548

    B--63834IT/019. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOOPERAZIONI529E’ possibile specificare l’inizio ([CURSµ]) dell’intervallo di edit tantevolte quante si vuole, finché non ne è stata specificata la fine ([µCURS]o [µFONDO]).Se l’inizio dell’intervallo di edit è settato dopo la fine, l’...

  • Page 549

    9. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOB--63834IT/01OPERAZIONI530AllarmiL’alimentazione è stata interrotta durante la copia, iltrasferimento o l’inserimento di un programma ed ènecessario cancellare la memoria usata per tale ope-razione. Se si verifica questo allarme, premere il tastotenendo prem...

  • Page 550

    B--63834IT/019. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOOPERAZIONI531E’ possibile sostituire una o più parole specificate.La sostituzione può essere applicata a una sola o a tutte le ricorrenze dellaparola o dell’indirizzo all’interno di un programma.Procedura per la sostituzione di parole o indiri...

  • Page 551

    9. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOB--63834IT/01OPERAZIONI532Una parola prima/dopo la sostituzione può essere lunga fino a 15 caratteri.(Non possono essere specificati 16 o più caratteri.)Il primo carattere delle parole prima/dopo la sostituzione deve essere unindirizzo. (In caso contrario si ha ...

  • Page 552

    B--63834IT/019. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOOPERAZIONI533A differenza dei programmi normali, i programmi macro sono modificati,inseriti o cancellati sulla base delle unità di editazione.Le parole delle macro istruzioni possono essere immesse in formaabbreviata.Un programma può contenere dei c...

  • Page 553

    9. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOB--63834IT/01OPERAZIONI534L’editazione di un programma durante l’esecuzione di un altroprogramma si dice editazione in background. I metodi operativi sono glistessi dell’editazione normale (editazione in foreground).E’ necessario salvare nella memoria prog...

  • Page 554

    B--63834IT/019. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOOPERAZIONI535La funzione password (bit4 (NE9) del parametro N. 3202) può esserebloccata usando il parametro N. 3210 (PASSWD) e il parametro N. 3211(KEYWD) per proteggere i programmi da O9000 a O9999. Nello statobloccato, non è possibile mettere a 0 ...

  • Page 555

    9. EDITAZIONE DEI PROGRAMMI PEZZOB--63834IT/01OPERAZIONI536Lo stato di blocco viene stabilito quando al parametro PASSWD vieneassegnato un valore. E’ possibile assegnare un valore a questo parametrosolo quando lo stato di blocco non è stabilito (PASSWD = 0 o PASSWD= KEYWD). Se si tenta di asse...

  • Page 556

    B--63834IT/0110. PROGRAMMAZIONEOPERAZIONI53710 PROGRAMMAZIONEI programmi possono essere creati con uno dei seguenti metodi:¡Tastiera MDI¡PROGRAMMAZIONEINAUTOAPPRENDIMENTO(modoTEAGH IN)¡PROGRAMMAZIONE CONVERSAZIONALE CON FUNZIONEGRAFICA¡SISTEMA DI PROGRAMMAZIONE AUTOMATICA (GE FANUCSYSTEM P)Qu...

  • Page 557

    10. PROGRAMMAZIONEB--63834IT/01OPERAZIONI538I programmi possono essere creati nel modo EDIT, usando le funzioni dieditazione descritte nel capitolo III--9.Procedura per la creazione di programmi con il pannello MDI1 Selezionare il modo EDIT2 Premere il tasto.3 Premere il tasto indirizzoO e immett...

  • Page 558

    B--63834IT/0110. PROGRAMMAZIONEOPERAZIONI539Durante la creazione di un programma tramite il pannello MDI nel modoEDIT, è possibile assegnare automaticamente il numero di sequenza atutti i blocchi. L’incremento del numero di sequenza si specifica con ilparametro N. 3216.Procedura per l’inseri...

  • Page 559

    10. PROGRAMMAZIONEB--63834IT/01OPERAZIONI5409 Premere. Il codicedi fineblocco vienememorizzato e il nuovonumero di sequenza viene inserito automaticamente. Per esempio, se ilvalore iniziale di N è 10 e il valore del parametro per l’incremento delnumero di sequenza è 2, nella riga successiva v...

  • Page 560

    B--63834IT/0110. PROGRAMMAZIONEOPERAZIONI541Nei modi TEACH IN JOG e TEACH IN HANDLE la posizione dellamacchina lungo gli assi X, Y e Z, raggiunta in manuale, vienememorizzata come posizione programmata, creando così un programma.Le parole di diverse daX,Y e Z (O,N,G,R,F,C,M,S,T, P,Q, e EOB)posso...

  • Page 561

    10. PROGRAMMAZIONEB--63834IT/01OPERAZIONI542O1234 ;N1 G50 X100000 Z200000 ;N2 G00 X14784 Z8736 ;N3 G01 Z103480 F300 ;N4 M02 ;XZP0 (100.0,200.0)P1P2 (14.784,103.480)(14.784,8.736)1 Mettere a 1 il dato di impostazione “NO. SEQUENZA” (si assume unvalore incrementale di 1 (parametro N. 3212)).2 S...

  • Page 562

    B--63834IT/0110. PROGRAMMAZIONEOPERAZIONI54310 Immettere le coordinate della posizione macchina P2 e i dati del terzoblocco come segue:G01ZF300EOBViene registrato il blocco G01 Z103480 F300;. La funzione di inserimentoautomatico del numero di blocco registra N4 come numero del quartoblocco.11 Imm...

  • Page 563

    10. PROGRAMMAZIONEB--63834IT/01OPERAZIONI544I programmi possono essere creati blocco dopo blocco sullo schermoconversazionale, visualizzando il menu dei codici G.I blocchi di un programma possono essere modificati, inseriti o cancellatiusando il menu dei codici G e lo schermo conversazionale.Proc...

  • Page 564

    B--63834IT/0110. PROGRAMMAZIONEOPERAZIONI5454 Premere il tasto software [C.A.P]. Sullo schermo compare il seguentemenu deicodiciG.Se i tasti software visualizzato sono diversi da quelli indicati nella figuradel passo 2, premere il tasto ritornoper visualizzare i tasti softwarecorretti.PROGRAMMAO1...

  • Page 565

    10. PROGRAMMAZIONEB--63834IT/01OPERAZIONI546Se non sono stati immessi dati, viene visualizzato lo schermo di dettagliodel formato standard.******* ***O0010 N00000PROGRAMMAEDIT14 : 41 : 10(OPRT)PROGR.MENU GBLOCCOGGGGXUZWACFHIKPQRMST:7 Muovere il cursore finché non raggiunge il dato da immettere. ...

  • Page 566

    B--63834IT/0110. PROGRAMMAZIONEOPERAZIONI5471 Sullo schermo programma, portare il cursore sul blocco che deve esseremodificato e premere il tasto software [C.A.P]. Oppure, premere prima iltasto software [C.A.P] per visualizzare lo schermo della programmazioneconversazionale, poi usare i tasti pag...

  • Page 567

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI54811 IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONE DEI DATIPer azionare una macchina utensile a controllo numerico, è necessarioregistrare nel CNC vari dati operando attraverso il pannello MDI.Per azionare una macchina utensile a controllo numer...

  • Page 568

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI549Transizione dello schermo iniziata dal tastoSCHERMO POSIZIONESchermo della posizione correnteVisualizz. dellapos. nel sistema dicoordinate delpezzo (III- -11.1.1)Visualizzazionenumero pezzi etempo di lavoro(III- -11.1.6)Visualizz...

  • Page 569

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI550Schermo programmaVisualizzazione delcontenuto del pro-gramma(III- -11.2.1)Visualizzazionedel blocco cor-renteedei datimodali (III- -11.2.2)PROGRMVERIF.ATTUALSUCCSV(OPRT)Transizione dello schermo iniziata dal tastoneimodiMEMORY o ...

  • Page 570

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI551Schermo per l’edi-tazione del pro-gramma(III- -10)Memoria pro-grammi e indirizza-rio programmi(III- -11.3.1)PROGRMLIB(OPRT)EDITFLOPPY(OPRT)EDITIndirizzario filesu dischetto(III- -8.8)Schermo programmaSCHERMO PROGRAMMATransizion...

  • Page 571

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI552Preset contatori vitaCancellazione dati esecu-tivi (III- -11.4.14)Immissione dacontatore deivalori delle corre-zioni (III- -11.4.4)Impostazionedell’offset dellozero pezzo(III- -11.4.10)Immissione direttaB dei valori dellecorrez...

  • Page 572

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI553Impostazione dellospostamento delsistema di coordi-nate del pezzo tra-mite l’immissionediretta B delle cor-rezioni utensilemisurate 2(III--11.4.3)Impostazionedelle correzionidell’asse Y(III- -11.4.6)2/21*Correzioni utensiliCO...

  • Page 573

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI554Schermo parametriPARAMDIAGNSSISTEM(OPRT)PASSO(OPRT)SCHERMO SISTEMAPMCVisualizzazionedei parametri(III- -11.5.1)Impostazione deiparametri(III- -11.5.1)Visualizzazionedello schermo-diagnostico(III- -7.3)SV.PRMSP.PRMVisualizzazioned...

  • Page 574

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI555La sottostante tabella indica i dati che possono essere impostati su ciascunoschermo.Tabella.11. Schermi e dati specificabiliN.SchermoDati specificabiliRiferimento1Correzioni utensiliCorrezioni utensiliCompensazione raggio utensi...

  • Page 575

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI556Premere il tastoper visualizzare la posizione corrente dell’utensile.Per visualizzare la posizione corrente dell’utensile si usano i seguenti treschermi:DSchermo della posizione nel sistema di coordinate del pezzoDSchermo del...

  • Page 576

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI557SpiegazioniI bit 6 e 7 del parametro 3104 possono essere usati per selezionare se i valorivisualizzati includono le correzioni utensile e la compensazione raggioutensile.Visualizza la posizione corrente nel sistema di coordinate ...

  • Page 577

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI558Procedura di reset di tutti gli assi1 Premere il tasto software [(OPRT)].2 Premere il tasto software [ORIGIN].3 Premere il tasto software [TUT AS].Le coordinate relative di tutti gli assi vengono messe a zero.I bit 4 (DRL) e 5 (D...

  • Page 578

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI559Sono visualizzate contemporaneamente le posizioni dell’utensile nelsistema di coordinate del pezzo, nel sistema di coordinate relative e nelsistema di coordinate della macchina, insieme alla distanza da percorrereresidua. Le co...

  • Page 579

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI560Se il sistema di coordinate del pezzo è stato spostato (per esempio inseguito ad una operazione manuale) è possibile ristabilire il sistema dicoordinate del pezzo originale tramite una operazione in MDI. Ladistanza fra l’orig...

  • Page 580

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI561La velocità di avanzamento effettiva della macchina (al minuto) puòessere visualizzata su uno degli schermi della posizione o sullo schermodi controllo del programma settando il bit 0 (DPF) del parametro N. 3015.Sull’unità d...

  • Page 581

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI562Nel caso della velocità di avanzamento al giro e della filettatura, lavelocità visualizzata è sempre la velocità di avanzamento al minuto e nonal giro.Nel caso di un movimento dell’asse rotativo, la velocità di avanzamento...

  • Page 582

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI563Il tempo di lavoro,Il tempo di ciclo e il numero dei pezzi lavorati sonovisualizzati sugli schermi della posizione corrente.Procedura per la visualizzazione del tempo di lavoro, del tempo di ciclo e del numero di pezzi1 Premere i...

  • Page 583

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI564Se viene messo a 1 il parametro OPM (bit 5 del dato N. 3111), può esserevisualizzato l’indicatore di carico di ciascun asse e del mandrino seriale.Per il mandrino seriale può essere visualizzato anche l’indicatore divelocit...

  • Page 584

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI565La lettura dell’indicatore di carico dipende dal parametro 2086 per gli assie dal parametro 4127 per il mandrino.Normalmente, l’indicatore di velocità indica la velocità del motore; se ilparametro OPS (bit 6 del parametro N...

  • Page 585

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI566Questa sezione descrive gli schermi visualizzati quando viene premuto iltasto funzionenei modi MEMORIA o MDI. I primi quattro schermivisualizzano lo stato del programma attualmente in esecuzione nei modiMEMORIA O MDI e l’ultimo...

  • Page 586

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI567Visualizza il programma attualmente in esecuzione nei modi MEMORIAoMDI.Procedura per la visualizzazione del contenuto del programma1 Premere il tasto funzioneper visualizzare lo schermoprogramma.2 Premere il tasto software [PROGR...

  • Page 587

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI568Visualizza il blocco attualmente in esecuzione e i dati modali, nei modiMEMORIA o MDI.Procedura per la visualizzazione del blocco corrente1 Premere il tasto funzione.2 Premere il tasto software [ATTUAL].Vengono visualizzati il bl...

  • Page 588

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI569ACTUAL POSITION(ABSOLUTE)X0.000Z30.000G00 G40 G54 F500 M3G17 G43 G64G90 G80 G69 H 5G22 G90 G15 DT9G94 G50 G25G21 G67S 6000SACT0O3001 N00000F0ABSRELALLPRGRMNEXT(OPRT)PROGRAMO3001 ;G40 ;G49 M06 T9 ;G0 G54 G90 X0 Z0 ;G43 Z30. H5 S60...

  • Page 589

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI570Visualizza il programma attualmente in esecuzione, la posizione correntedell’utensile e i dati modali, nel modo MEMORIA.Procedura per la visualizzazione dello schermo di controllo del programma1 Premere il pasto funzione.2 Prem...

  • Page 590

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI571Lo schermo di controllo del programma non è disponibile per le unità divisualizzazione a 12 tasti software. Premere il tasto software [PROGRM]per visualizzare il contenuto del programma nella metà destra delloschermo. Il blocc...

  • Page 591

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI572Visualizza il programma immesso tramite il pannello MDI e i dati modali,nel modo MDI.Procedura per la visualizzazione dello schermo programma per il funzionamento in MDI1 Premere il tasto funzione.2 Premere il tasto software [MDI...

  • Page 592

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI573Questa sezione descrive gli schermi visualizzati quando viene premuto iltasto funzionenel modo EDIT. Nel modo EDIT, il tasto funzionepuò visualizzare lo schermo di edit del programma e lo schermodella libreria programmi (memoria...

  • Page 593

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI574Visualizza il numero di programmi registrati, la memoria utilizzata el’elenco dei programmi registrati.Procedura per la visualizzazione della memoria utilizzata e dell’elenco dei programmi1 Selezionare il modo EDIT2 Premere i...

  • Page 594

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI575SpiegazioniNUMERO DI PROGRAMMI REGISTRATIPROGRAMMA UTILIZZ: Indica il numero di programmi registrati(inclusi i sottoprogrammi).FREE: Indica il numero dei programmi ancoraregistrabili.MEMORIA UTILIZZATAZONA MEM UTILIZ.: Indica la ...

  • Page 595

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI576O NO.DIMENS (CAR.)DATAO00013601966-06-12 14:40O00022401966-06-12 14:55O00104201966-07-01 11:02O00201801966-08-14 09:40O00401,1401966-03-25 18:40O0050601966-08-26 16:40O01001201996-04-30 13:11>_EDIT **** *** *** ***16:52:13[PRO...

  • Page 596

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI577Oltre alla visualizzazione del normale elenco programmi, è possibile lavisualizzazione dei programmi per gruppi, ad esempio in base al prodottoda lavorare.Per assegnare dei programmi pezzo ad un particolare gruppo, assegnaread e...

  • Page 597

    11. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01OPERAZIONI5788 Quando viene premuto il tasto software [ESEC], viene visualizzatol’elenco dei programmi il cui nome include la stringa specificata.O0020 (GEAR-1000 MAIN)O0040 (GEAR-1000 SUB-1)O0200 (GEAR-1000 SUB-2)O2000 (GEAR-1000 SUB-3)PRO...

  • Page 598

    B--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIOPERAZIONI579[Esempio di utilizzo delle wild card](Stringa di caratteri (Gruppo per il quale viene eseguita la ricerca)introdotta)(a)“*”Programmi pezzo con qualsiasi nome(b)“*ABC”Programmi pezzo il cui nome termina con ”ABC”(c)“...

  • Page 599

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01580Premere il tasto funzioneper visualizzare o impostare i valori dellecompensazioni utensili e altri dati.Questa sezione descrive come visualizzare o impostare i seguenti dati:1. Correzioni utensili2. Dati di impostazione3. Tempo di...

  • Page 600

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI581I valori delle correzioni utensile e della compensazione raggio utensilepossono essere visualizzati e impostati su specifici schermi.Procedura per l’impostazione e la visualizzazione delle correzioni utensile e dellacompensazio...

  • Page 601

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/015822--2 Quando viene premuto il tasto software [USURA] vengonovisualizzate le correzioni usura utensile.COMPENSAZ/USURAO0001 N00000NO.XZ.RTW 0010.0001.0000.0000W 0021.486-49.5610.0000W 0031.486-49.5610.0000W 0041.4860.0000.0000W 0051...

  • Page 602

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI583L’immissione dei valori di compensazione può essere disabilitatasettando il bit 0 (WOF) e il bit 1 (GOF) del parametro N. 3290. In questomodo, è possibile inibire l’immissione da MDI dei valori dicompensazione per uno speci...

  • Page 603

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01584Questa sezione descrive un conveniente metodo di impostazione delladifferenza tra il punto di riferimento dell’utensile considerato nellaprogrammazione (la punta dell’utensile standard, il centro della torretta,ecc.) e la posi...

  • Page 604

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI5853--3 Premere il tasto indirizzoZ .3--4 Digitare il valore misurato (β).3--5 Premere il tasto software [MISURA].La differenza fra il valore misurato β e la coordinata vieneregistrata nel correttore come entità della correzione....

  • Page 605

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01586Questa funzione permette di impostare i valori delle correzioni utensilee l’entità dello spostamento del sistema di coordinate del pezzo.Procedura per l’impostazione delle correzioni utensileLe correzioni della posizione dell...

  • Page 606

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI5879 Abbassare il segnale di scrittura degli offset, GOQSM. Il modoscrittura è cancellato e l’indicatore “OFST” si spegne.Procedura per l’impostazione dello spostamento del sistema di coordinate del pezzoLe correzioni della...

  • Page 607

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01588Le correzioni utensile possono essere impostate portando l’utensile suuna posizione standard.Procedura per l’immissione da contatore delle correzioni utensile1 Portare manualmente l’utensile di riferimento sulla posizione di...

  • Page 608

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI589Quando il sistema di coordinate impostato automaticamente o con ilcomando G50 (o con il comando G92 per i sistemi Be C di codici G) èdiverso dal sistema di coordinate assunto per la programmazione, èpossibile spostarlo.Procedur...

  • Page 609

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01590SpiegazioniL’entità dello spostamento è valida non appena viene impostata.La programmazione di un comando per l’impostazione del sistema dicoordinate (G50 o G92) disabilita lo spostamento.EsempioQuando viene programmato G50 ...

  • Page 610

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI591E’ possibile impostare la correzione della posizione dell’utensile lungol’asse Y. E’ anche possibile prelevare questo dato dal contatore.L’immissione diretta e l’immissione diretta B della correzione lungol’asse Y n...

  • Page 611

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/015923--2 Premere il tasto software [USURA] per visualizzare lo schermodelle correzioni usura lungo l’asse Y.COMPENSAZ/USURAO0001 N00000NO.YW0110.000W 020.000W 030.000W 0440.000W 050.000W 060.000W 070.000W 080.000POSIZ ATTUALE (RELAT...

  • Page 612

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI593Procedura per l’immissione da contatore della correzione utensile lungo l’asse YPer registrare la coordinata relativa lungo l’asse Y come entità dellacorrezione procedere come segue.1 Portare manualmente l’utensile di ri...

  • Page 613

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01594Sullo schermo dei dati di impostazione possono essere settati i dati comel’indicatore del controllo TV e il codice da usare per la perforazione deidati. Su questo schermo, l’operatore può anche abilitare o disabilitare lascri...

  • Page 614

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI5954 Portare il cursore sul dato da cambiare usando i tasti cursore,,o.5 Immettere il nuovo valore e premere il tasto software [ENTRAT].Contenuto dei datiAbilitazione/disabilitazione della scrittura parametri.0: Disabilitata1: Abili...

  • Page 615

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01596Se nel corso dell’esecuzione del programma viene incontrato un bloccocon il numero di sequenza prestabilito, l’esecuzione si arresta alla fine ditale blocco.Procedura per l’arresto al numero di sequenza specificato1 Selezion...

  • Page 616

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI597SpiegazioniDopo che durante l’esecuzione del programma è stato incontrato ilnumero di sequenza specificato, il numero di sequenza specificato vienediminuito di uno. All’accensione, questo numero è 0.Se il numero di sequenza...

  • Page 617

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01598Possono essere visualizzati vari tipi di tempo di lavoro, il numero totaledei pezzi lavorati, il numero dei pezzi richiesti e il numero dei pezzilavorati. Questi dati possono essere impostati tramite parametri odirettamente su que...

  • Page 618

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI599Questo valore aumenta di 1 ogni volta che vengono eseguiti M02, M30o il codice M specificato con il parametro N. 6710. Può essere impostatoanche con il parametro N. 6711. In generale, viene azzerato quandoraggiunge il numero dei...

  • Page 619

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01600Visualizza l’offset dello zero pezzo di ciascun sistema di coordinate delpezzo (da G54 a G59) e l’offset esterno dello zero pezzo. Gli offset dellozero pezzo e l’offset esterno dello zero pezzo possono essere impostati suque...

  • Page 620

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI601Questa funzione si usa per compensare la differenza fra il sistema dicoordinate del pezzo programmato e il sistema di coordinate del pezzoeffettivo. L’offset dello zero pezzo misurato può essere immesso tramitela seguente proc...

  • Page 621

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/016025 Per visualizzare lo schermo dell’offset dello zero pezzo premere iltasto software [LAVORO].COORD DI LAVOROO1234 N56789(G54)> Z100.S0T0000MDI **** *** ***16:05:59[RIC NO][MISURA ] [] [ +ENTR ] [ENTRAT ]NO.DATINO.DATI00X0.000...

  • Page 622

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI603Visualizza le variabili comuni (da #100 a #199 e da #500 a #999). Se ilvalore assoluto di una variabile comune supera 99999999, vienevisualizzato ********. E’ possibile assegnare i valori delle variabilicomuni attraverso questo...

  • Page 623

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01604Con questa funzione, le funzioni e i commutatori del pannellodell’operatore possono essere controllati dal pannello MDI.L’avanzamento in jog può essere eseguito usando i tasti numerici.Procedura per la visualizzazione e l’i...

  • Page 624

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI6055 Usare i tasti cursoreeper portare la marca Jsullaposizione voluta e settare la condizione desiderata.6 Per eseguire l’avanzamento in jog, premere uno dei seguenti tastifreccia. Premere il tasto 5insieme al tasto freccia per e...

  • Page 625

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01606I dati della gestione vita utensili possono essere visualizzati per informarel’operatore sullo stato corrente della vita utensili. Sono visualizzati anchei gruppi che richiedono la sostituzione degli utensili. I contatori della ...

  • Page 626

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI6077 Per resettare i dati degli utensili, portare il cursore sul gruppo daresettare e premere i tasti software [(OPRT)], [RIPOS.] e [ESEC] inquesto ordine.Tutti i dati esecutivi del gruppo indicato dal cursore e i simboli (@, # e*) ...

  • Page 627

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01608DATI.VITA.UTENSILI:O3000 N00060GRUPPO IN SLZ 000GRUPPO001 :VITA0150CONT.00070034007800120056009000350026006100000000000000000000000000000000GRUPPO002 :VITA1400CONT.000000620024004400740000000000000000000000000000000000000000000000...

  • Page 628

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI609I parametri devono essere impostati correttamente in modo darappresentare pienamente le caratteristiche dei servo motori, nonché lespecifiche e le funzioni della macchina utensile.Questo capitolo spiega come impostare i parametr...

  • Page 629

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01610I parametri devono essere impostati correttamente in modo darappresentare pienamente le caratteristiche dei servo motori, nonché lespecifiche e le funzioni della macchina utensile. I parametri vengonoimpostati dal costruttore del...

  • Page 630

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI611Procedura per l’abilitazione/disabilitazione della scrittura dei parametri1 Selezionare il modo MDI o entrare nello stato di arresto in emergenza.2 Premere il tasto funzione.3 Premere il tasto software [PREPRA] per visualizzare...

  • Page 631

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01612Impostando i dati della compensazione dell’errore di passo, l’errore dipasso di ciascun asse può essere compensato in unità di retroazione.I dati di compensazione si specificano per ciascun punto dicompensazione agli interva...

  • Page 632

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI613Procedura per la visualizzazione e l’impostazione dei dati della compensazionedell’errore di passo1 Impostare i seguenti parametri:DNumero del punto di compensazione dell’errore di passo sul punto diriferimento (per ciascun...

  • Page 633

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01614Il numero del programma, il numero di sequenza e lo stato corrente delCNC sono sempre visualizzati, salvo che a CNC spento, in caso di allarmee quando è visualizzato lo schermo del PMC.Se una operazione di impostazione dei dati o...

  • Page 634

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI615Nella penultima riga dello schermo sono visualizzati il modo selezionato,lo stato del funzionamento automatico, lo stato di allarme, e lo stato dieditazione programmi, allo scopo di informare l’operatore sullecondizioni operati...

  • Page 635

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01616ALM : Indica la presenza di un allarme (lampeggiante e a fondoinvertito)BAT: Indica che la batteria è scarica (lampeggiante e a fondoinvertito)Spazio : Indica uno stato diverso dai precedenti.hh:mm:ss -- Ore, minuti, secondiENTRA...

  • Page 636

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI617Premendo il tasto, possono essere visualizzati dati come allarmi,storia degli allarmi, messaggi dall’esterno. Per le informazioni relativealla visualizzazione degli allarmi, vedere la sezione III--7.1. Per leinformazioni relati...

  • Page 637

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01618Quando viene specificato un numero di messaggio dall’esterno, inizial’aggiornamento della storia dei messaggi, che continua finché nonvengono specificati un nuovo numero di messaggio o la cancellazione deidati storici dei mes...

  • Page 638

    OPERAZIONIB--63834IT/0111. IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATI619Quando le indicazioni che compaiono sullo schermo non sono necessarie,è possibile ridurre l’usura della luce posteriore del display a cristalliliquidi, spegnendola.Questo può essere fatto premendo specifici tasti. E’ anche ...

  • Page 639

    OPERAZIONI11.IMPOSTAZIONE E VISUALIZZAZIONEDEI DATIB--63834IT/01620Lo schermo CNC visualizzato viene cancellato automaticamente se nonviene premuto alcun tasto durante il periodo specificato (in minuti) conun parametro. Lo schermo viene ripristinato premendo un tasto qualsiasi.Procedura per la ca...

  • Page 640

    OPERAZIONIB--63834IT/0112. FUNZIONI GRAFICHE62112 FUNZIONI GRAFICHELa funzione grafica permette di visualizzare i movimenti dell’utensiledurante il funzionamento automatico o manuale.

  • Page 641

    OPERAZIONI12. FUNZIONI GRAFICHEB--63834IT/01622Durante il funzionamento automatico o manuale è possibile tracciaresullo schermo il percorso utensile programmato. Con questa funzione,l’operatore può controllare il procedere della lavorazione osservando ilpercorso utensile visualizzato.E’ anc...

  • Page 642

    OPERAZIONIB--63834IT/0112. FUNZIONI GRAFICHE6236 Inizia il funzionamento automatico o manuale e i movimenti dellamacchina sono tracciati sullo schermo.****O0001 N00021AUTO STRT12 : 12 : 24FINX200.000Z200.000XZ(OPRT)G.PRMZOOMGRAFE’ possibile ingrandire una parte del disegno visualizzato sullo sc...

  • Page 643

    OPERAZIONI12. FUNZIONI GRAFICHEB--63834IT/0162410 Ritornare all’operazione precedente. La parte specificata tramite icursori di zoom occuperà l’intero schermo.AUTO STRT* * * * FIN12 : 12 : 24O0001 N00012X200.000Z200.000XZS0.81G.PRMGRAF11 Per visualizzare il disegno originale, premere il tast...

  • Page 644

    OPERAZIONIB--63834IT/0112. FUNZIONI GRAFICHE625• LUNGHEZZA PEZZO (W), DIAMETRO PEZZO (D)Specificare la lunghezza e il diametro del pezzo, la tabella che segueelenca le unità di immissione e l’intervallo dei valori specificabili.WDXZWDZXTabella 12.1 Unità e intervallo dei valori dei parametr...

  • Page 645

    OPERAZIONI12. FUNZIONI GRAFICHEB--63834IT/01626Dato che il disegno viene eseguito quando cambia il valore dellecoordinate, è necessario avviare il programma in funzionamentoautomatico. Per eseguire il disegno senza movimento della macchina,stabilire il modo blocco macchina.Il percorso utensile v...

  • Page 646

    B--63834IT/0113. FUNZIONE DI AIUTOOPERAZIONI62713 FUNZIONE DI AIUTOQuesta funzione visualizza informazioni dettagliate riguardo agli allarmie alle operazioni del CNC. Sono visualizzate le seguenti informazioni.Quando viene eseguita una operazione in modo non corretto o vieneeseguito un programma ...

  • Page 647

    13. FUNZIONE DI AIUTOB--63834IT/01OPERAZIONI6282 Quando si verifica un allarme del CNC e si vogliono ottenereinformazioni dettagliate riguardo all’allarme stesso, premere[ALARM] sullo schermo AIUTO (MENU INIZIALE).******* * * *AIUTO(DETTAGLIO D’ALLARM)O0010 N00001NUMERO: 027MESSAG: MANCA COMA...

  • Page 648

    B--63834IT/0113. FUNZIONE DI AIUTOOPERAZIONI6293 Per ottenere la descrizione di un altro allarme, immetterne il numero epremere il tasto software [SELEZ].MEM10 : 12 : 25******* ***SELEZ>100S0 T0000Fig. 13 (d) Schermo DETTAGLIO ALLARMEAIUTO(DETTAGLIO D’ALLARM)O1234 N00001NUMERO:100MESSAG:SCRI...

  • Page 649

    13. FUNZIONE DI AIUTOB--63834IT/01OPERAZIONI630MEM ******* ***10 : 12 : 25SELEZS0T0000>1Fig. 13 (g) Selezione della procedura operativa da esaminareSe viene scelto “1. REDAZIONE DI PROGRAMMA”, per esempio,compare lo schermo della figura 13 (h).Su tutti gli schermi dei metodi operativi è p...

  • Page 650

    B--63834IT/0113. FUNZIONE DI AIUTOOPERAZIONI631AIUTO(INDICE DI PARAMETRI)01234 N000011/4*PREPARAZIONE(No. 0000--)*INTERF LETT PERFE(No. 0100--)*CONTROLLO DI ASSE/UNITA REGISTRATA(No. 1000--)*SISTEMA DI COORDINATE(No. 1200--)*LIMITE DI CORSA(No. 1300--)*VELCITA DI ALIMENTAZIONE(No. 1400--)*CTRL AC...

  • Page 651

    IV. MANUAL GUIDE 0i

  • Page 652

  • Page 653

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 635 - 1 MANUAL GUIDE 0i

  • Page 654

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 636 - 1.1 PRESENTAZIONE DEL SOFTWARE Il software MANUAL GUIDE 0i è stato sviluppato per assistere nella generazione di programmi pezzo per i sistemi di controllo Serie 0i-TB. Un programma pezzo è costituito da un insieme di istruzioni di lavoraz...

  • Page 655

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 637 - 1.2 INTRODUZIONE MANUAL GUIDE 0i è semplicemente una delle videate a disposizione dell'operatore durante il funzionamento del CNC. A questa videata si può accedere in qualsiasi momento premendo il pulsante “CUSTOM” del pannello MDI. Su...

  • Page 656

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 638 - 1.3 PROCEDURE DI PROGRAMMAZIONE 1.3.1 Avvio Lo schermo MANUAL GUIDE 0i può essere richiamato in qualsiasi momento premendo il pulsante “CUSTOM” del pannello MDI. Su questo schermo l'operatore può introdurre il numero del programma che...

  • Page 657

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 639 - 1.3.2 Avvio Lo schermo MANUAL GUIDE 0i può essere richiamato in qualsiasi momento premendo il pulsante “CUSTOM” del pannello MDI. Su questo schermo l'operatore può introdurre il numero del programma che intende creare o editare. ...

  • Page 658

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 640 - 1.3.3 Creazione di un nuovo programma pezzo Per creare un nuovo programma pezzo, introdurne il numero sullo schermo principale di MANUAL GUIDE 0i. Se il sistema non visualizza un avvertimento, compare lo schermo di edit di MANUAL GUIDE 0i su...

  • Page 659

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 641 - L'operatore può continuare ad introdurre direttamente le istruzioni del programma, oppure può utilizzare i cinque tasti software per lo sviluppo interattivo del programma. Durante l'editazione di un programma, tutte le modifich...

  • Page 660

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 642 - 1.3.4 Guida alla definizione del processo Abbiamo già visto che, dopo aver creato un nuovo programma pezzo /o averne editato uno esistente), è possibile usare l'editor per introdurre le istruzioni direttamente nella memoria programmi pezzo...

  • Page 661

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 643 - schermo, essa non è ancora stata inviata al programma pezzo. Per aggiungerla al programma pezzo, occorre premere il tasto software “ACCEPT” sull'unità di visualizzazione. Il dato viene inserito nel programma ed il cursore rimane nella p...

  • Page 662

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 644 - 1.3.5 Guida dei codici G Dopo aver inserito nel programma pezzo i dati di processo, è normalmente necessario specificare i movimenti della macchina utensile necessari per la lavorazione del pezzo. I movimenti della macchina utensile vengono...

  • Page 663

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 645 - Quando la pagina viene aperta per la prima volta, compare la guida in formato testuale. Quando l'operatore preme il tasto software “GRAPH.”, compaiono le eventuali informazioni in formato grafico relative allo stesso argoment...

  • Page 664

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 646 - fatto, il comando da specificare, digiteremo “G01X1.Z1.[EOB]” (dove “EOB” è il tasto di fine blocco sul pannello MDI), e premeremo il tasto “INSERT” del pannello MDI. Dopo l'inserimento di questa riga di codice nel programma pezz...

  • Page 665

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 647 - 1.3.6 Guida dei codici M I codici M sono utilizzati dal CNC per chiedere l'esecuzione di processi ausiliari della macchina utensile, Un esempio è costituito dal comando di arresto della macchina alla fine del programma pezzo. Proprio come i...

  • Page 666

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 648 - Come nel caso del menu dei codici G, possiamo ritornare all'editor o digitare il comando su questa pagina. Per il nostro esempio, digiteremo “M01[EOB]” e premeremo il tasto “INSERT” del pannello MDI per inserire questa i...

  • Page 667

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 649 - 1.4 LAVORAZIONE MEDIANTE CICLI FISSI MANUAL GUIDE 0i utilizza la “lavorazione mediante cicli fissi”, che permette all'operatore di programmare i cicli fissi. Questi cicli fissi mettono a disposizione dell'operatore i seguenti tipi di lav...

  • Page 668

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 650 - 1.4.1 Operazioni Per usare la “lavorazione mediante cicli fissi” premere il tasto software “CYCLE” sull'unità di visualizzazione. Comparirà il menu dei cicli fissi. Questo menu elenca tutti i cicli fissi supportati da MANUAL GUIDE ...

  • Page 669

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 651 - corrispondente, sulla quale è possibile cambiare il valore visualizzato digitando un nuovo valore e premendo “INPUT.” Quando viene premuto il tasto software “ACCEPT”, il blocco originale del ciclo fisso viene sostituito dal nuovo blo...

  • Page 670

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 652 - 1.4.2 Dati di ciascun ciclo fisso 1.4.2.1 Blocchi del tipo di lavorazione per la foratura su tornio Centratura : G1100 Dato Commento F FEED RATE Velocità di avanzamento in lavoro P DWELL TIME Durata della sosta sul fondo del foro in msec....

  • Page 671

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 653 - 1.4.2.2 Blocchi del tipo di lavorazione per l'asportazione di materiale in tornitura Sgrossatura esterna barra : G1120 Sgrossatura interna barra : G1121 Sgrossatura frontale : G1122 Dato Commento P CUTTING DIRECTION 1 : Direzione normale (...

  • Page 672

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 654 - 1.4.2.4 Blocco della figura per la sgrossatura e per la finitura NOTA 1 Esistono due metodi di introduzione del blocco della figura per i cicli di asportazione di materiale. Il primo usa la programmazione di profili descritta nel capitolo...

  • Page 673

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 655 - Questo blocco non ha dati, ma deve essere l’ultimo dei blocchi della figura introdotti immediatamente dopo il blocco del tipo di lavorazione. 1.4.2.5 Blocchi del tipo di lavorazione per la sgrossatura gole in tornitura Sgrossatura gole est...

  • Page 674

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 656 - 1.4.2.7 Blocco della figura per l'esecuzione gole in tornitura Gola normale : G1460 Dato Commento C CHAMFER AMOUNT Entità dello smusso della gola (raggio) X START POINT X Coordinata X del punto iniziale della gola Z START POINT Z Coordinat...

  • Page 675

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 657 - NOTA Se per un punto sono specificati contemporanea- mente i dati del raccordo e dello smusso, viene utilizzato il dato del raccordo e il dato dello smusso è ignorato. 1.4.2.8 Blocco del tipo di lavorazione per la filettatura Filettatura ...

  • Page 676

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 658 - 1.4.2.9 Blocco della figura per la filettatura Figura della filettatura : G1450 Dato Commento R THREAD TYPE 1 : Filettatura generica 2 : Filettatura metrica 3 : Filettatura unificata 4 : Filettatura GAS esterna 5 : Filettatura GAS interna L...

  • Page 677

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 659 - 1.5 PROGRAMMAZIONE DEL PROFILO MANUAL GUIDE 0i offre anche la “programmazione del profilo”, mediante la quale l'operatore può introdurre le figure, linee ed archi, che costituiscono un profilo. La “programmazione del profilo” offre ...

  • Page 678

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 660 - 1.5.1 Procedure per la programmazione del profilo 1.5.1.1 Richiamo dello schermo per la programmazione del profilo Per creare un programma con G01/G02/G03, premere [CONTUR] sullo schermo programma di MANUAL GUIDE 0i. Per introdurre...

  • Page 679

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 661 - Per i dettagli riferirsi al capitolo 1.5.1.5 “Conversione in programma NC”. 1.5.1.2 Selezione del metodo di editazione del programma del profilo Quando viene premuto “CONTUR” compare lo schermo iniziale della programmazione del pro...

  • Page 680

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 662 - cambiare il valore del parametro N. 9330, e ricominciare. 1.5.1.3 Programmazione del profilo Punto iniziale Quando viene selezionata la creazione di un nuovo programma compare per primo lo schermo per la specifica del punto iniziale. Dato Co...

  • Page 681

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 663 - Dopo aver introdotto i dati necessari premere [RETURN] per tornare allo schermo precedente. Poi introdurre gli altri dati o modificare i dati della figura e memorizzarli premendo [OK]. Quando vengono selezionati G41 o G42, compare il campo ...

  • Page 682

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 664 - NOTA Durante la programmazione di un profilo, possono essere introdotti solo linee, archi, raccordi e smussi nel piano ZX. Esempio di introduzione dei dati degli elementi del profilo Se viene selezionata una linea, compare lo schermo corri...

  • Page 683

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 665 - Sullo lista del programma del profilo posizionare il cursore sul dato da modificare, introdurre il nuovo valore e premere INPUT. Poi premere [RECALC] per ricalcolare l'intero profilo con i nuovi dati introdotti. NOTA Per cancellare un dato p...

  • Page 684

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 666 - 1.5.1.4 Controllo degli elementi del profilo Gli elementi del profilo specificati possono essere controllati sullo schermo grafico per mezzo di operazioni quali l'ingrandimento, la riduzione, ecc. Sullo schermo della lista del programma, pre...

  • Page 685

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 667 - 1.5.1.5 Conversione in programma NC Gli elementi del profilo possono essere convertiti in istruzioni NC sotto forma di codici G. Premere [NC CNV]. Compare il seguente schermo. Conformemente al messaggio visualizzato sullo schermo,...

  • Page 686

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 668 - NOTE 1 I blocchi convertiti sono registrati immediatamente dopo il blocco sul quale era posizionato il cursore. Dopo il ritorno allo schermo precedente, il cursore sarà posizionato all'inizio del programma NC generato dalla conversione. 2 S...

  • Page 687

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 669 - 1.5.2 Descrizione dettagliata dei dati degli elementi del profilo Questo capitolo descrive in dettaglio i dati degli elementi del profilo introdotti attraverso lo schermo dei dati della figura. I dati relativi al punto iniziale ed alla linea...

  • Page 688

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 670 - 1.5.2.3 Smusso Dato Commento CAMFER C Entità dello smusso, sempre positiva FEEDRATE Velocità di avanzamento NOTA Il campo della velocità di avanzamento è visualizzato quando il parametro N. 9341#3(FCD) è 1. [OK] : Fissa i dati dello ...

  • Page 689

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 671 - 1.5.3 Descrizione dettagliata del calcolo del profilo Questo capitolo descrive in dettaglio i calcoli, quali il calcolo dei punti di intersezione o di tangenza, supportati dalla programmazione del profilo. Di un elemento del profilo per il q...

  • Page 690

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 672 - (3) Quando l'elemento precedente è pendente e per la linea è specificato "TOUCH LAST". (a) Sono specificati X, Z e A -> Viene calcolato il punto di intersezione con l'elemento precedente. Se l'elemento precedente è ...

  • Page 691

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 673 - (c) Sono specificati A e X o Z -> Compare lo schermo per la selezione del punto di tangenza. Selezionare il punto appropriato. Questa linea sarà determinata. Se la relazione posizionale tra il punto di tangenza e la linea è t...

  • Page 692

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 674 - 1.5.3.2 Arco (1) Quando l'elemento precedente non è pendente e per l'arco non è specificato "TOUCH LAST" (a) Sono specificati I e K -> Questo arco sarà pendente. (b) Sono specificati X, Z e R -> Compare lo schermo di sel...

  • Page 693

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 675 - (2) Quando l'elemento precedente non è pendente e per l'arco è specificato "TOUCH LAST" (b) Sono specificati X e Z -> Il raggio viene calcolato automaticamente e l'arco sarà determinato. (3) Quando l'elemento precedent...

  • Page 694

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 676 - (4) Quando l'elemento precedente è pendente (però il suo punto iniziale è già stato determinato) e per l'arco è specificato "TOUCH LAST" (a) Sono specificati R, I e K -> Il punto di tangenza viene calcolato automaticamente e...

  • Page 695

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 677 - (5) Quando l'elemento precedente è un arco pendente (per il quale è già stato determinato il punto iniziale e deve essere introdotto solo R), e per l'arco è specificato "TOUCH LAST" (b) Sono specificati R, X e Z -> Compare lo...

  • Page 696

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 678 - 1.5.3.3 Linea tangente a due archi Introducendo come segue tre elementi consecutivi, è possibile specificare la linea (2) che, come si vede nella figura qui sopra, è tangente a due archi. Vengono determinati i punti finali d...

  • Page 697

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 679 - 1.5.3.4 Arco tangente a due linee o archi che si intersecano Introducendo come segue tre elementi consecutivi, è possibile specificare l'arco (2) che, come si vede nella figura qui sopra, è tangente a due linee o archi. ...

  • Page 698

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 680 - 1.5.3.5 Arco tangente ad una linea e ad un arco non intersecantisi Introducendo come segue tre elementi consecutivi, è possibile specificare l'arco (2) che, come si vede nella figura qui sopra, è tangente alla linea (1) ed all...

  • Page 699

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 681 - 1.5.3.6 Arco tangente a due archi non intersecantisi Introducendo come segue tre elementi consecutivi, è possibile specificare l'arco (2) che, come si vede nella figura qui sopra, è tangente all'arco (1) ed all'arco (3), che n...

  • Page 700

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 682 - 1.5.4 Descrizione dei calcoli ausiliari Questo capitolo descrive in dettaglio i calcoli ausiliari. I calcoli ausiliari permettono di determinare le coordinate di un punto o l'angolo di una linea. Inoltre facilitano la definizione di un profi...

  • Page 701

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 683 - 1.5.4.2 Punto iniziale Selezione del tipo di calcolo Sullo schermo per l'introduzione dei dati del punto iniziale, premere [AUX.]. Comparirà il seguente menu dei tipi di calcolo. Premere il tasto cursore per scorrere l'elenco dei tipi di ca...

  • Page 702

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 684 - Introduzione dei dati per il calcolo - Un punto specificato in coordinate polari Dato Commento DIST. D Distanza tra il punto e l'origine delle coordinate di lavoro ANGLE A Angolo della linea rispetto all'asse +Z. Un angolo positivo è in sen...

  • Page 703

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 685 - (2) Quando la linea è specificata con due punti Premendo [XZ,XZ] è possibile specificare una linea passante per due punti. Premendo [XZ, A] è possibile selezionare il tipo suddetto usando di nuovo un angolo. Dato Commento BASE POINT X Co...

  • Page 704

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 686 - Dato Commento PASS POINT U Coordinata X del secondo punto per cui passa la linea PASS POINT W Coordinata Z del secondo punto per cui passa la linea SHIFT DIST. D Per specificare una linea traslando la linea originale, introdurre l'entità de...

  • Page 705

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 687 - La maschera dei dati dell'arco è come quella del caso i). - Punto di intersezione tra due archi Sullo schermo presentato qui sotto è possibile introdurre i dati dei due archi dei quali sarà calcolato il punto di intersezione. Dato Commen...

  • Page 706

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 688 - 1.5.4.3 Linea Per una linea è possibile calcolare le coordinate del punto finale e l'angolo. Lo schermo dei calcoli ausiliari per le linee visualizza i seguenti tasti software: [ENDPNT] : Visualizza il menu per il calcolo del punto finale....

  • Page 707

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 689 - - Angolo di una linea perpendicolare ad una linea passante per due punti E' possibile calcolare l'angolo di una linea perpendicolare ad un'altra linea passante per due punti. Dato Commento POINT X Coordinata X del primo punto per cui passa la...

  • Page 708

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 690 - 1.5.4.4 Arco Per un arco è possibile calcolare le coordinate del punto finale e le coordinate del centro. Inoltre è possibile specificare l'arco stesso mediante le coordinate di tre punti sulla circonferenza. Lo schermo dei calcoli ausilia...

  • Page 709

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 691 - Introduzione dei dati per il calcolo - Un arco passante per un punto e del quale si conoscono le coordinate del centro Dato Commento POINT X Coordinata X di un certo punto sull'arco POINT Z Coordinata Z di un certo punto sull'arco CENTER I ...

  • Page 710

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 692 - 1.5.5 Altre 1.5.5.1 Calcoli durante l'introduzione dei dati Durante l'introduzione dei dati sullo schermo della programmazione del profilo è possibile eseguire calcoli tipo calcolatrice tascabile: Addizione : 10+10 [INPUT] -> 20 So...

  • Page 711

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 693 - 1.5.5.2 Note alle quali prestare attenzione nella programmazione del profilo NOTE 1 Nel programma di un profilo non possono essere inseriti più di quaranta blocchi. 2 Se durante la programmazione del profilo l'operatore seleziona un altro s...

  • Page 712

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 694 - 1.6 PARAMETRI 9050 STGECF STFECF Regolazione della velocità di avanzamento in lavoro all'inizio della foratura. Campo dei valori : da 0 a 255 Unità : 1% 9292 S1TTMN S1TTMN Codice M emesso prima della maschiatura normale in tornitura...

  • Page 713

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 695 - #7 #6 #5 #4 #3 #2 #1 #0 9341 M99 CMP DCD G41 FCD RAD IJR IJR = 0 : Nella conversione in programma NC, il comando di un arco verrà emesso nel formato I/J. = 1 : Il comando di un arco verrà emesso nel formato R. RAD = 0 : Gli angoli ...

  • Page 714

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 696 - #7 #6 #5 #4 #3 #2 #1 #0 9764 SNC SNC = 0 : Nella semifinitura della lavorazione barra, la compensazione della forma posteriore dell'utensile non viene eseguita. = 1 : La suddetta compensazione viene eseguita. Tuttavia, in ques...

  • Page 715

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 697 - #7 #6 #5 #4 #3 #2 #1 #0 9772 RFN RFN = 0 : La semifinitura viene sempre eseguita. = 1 : La semifinitura può essere o non essere eseguita. NOTA A seconda della posizione de punto di inizio taglio e del punto finale della fig...

  • Page 716

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 698 - 9802 PCOVR1 PCOVR1 Regolazione dell'avanzamento quando l'angolo di taglio dell'utensile è maggiore di 90 gradi ma minore o uguale a 135 gradi. 9803 PCOVR2 PCOVR2 Regolazione dell'avanzamento quando l'angolo di taglio dell'utensile è ...

  • Page 717

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 699 - 9820 CLGRVX CLGRVX Distanza di sicurezza (diametro) sull'asse X nell'esecuzione di gole interne o esterne. Campo dei valori : da 0 a 99999999 Unità : 0.001mm, 0.0001pollici 9821 CLGRVZ CLGRVZ Distanza di sicurezza (raggio) sull'asse ...

  • Page 718

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 700 - 9851 DRLRET DRLRET Distanza di sicurezza per il ritorno nella foratura a tratti e nella foratura a tratti ad alta velocità (raggio). Campo dei valori : da 0 a 99999999 Unità : 0.001mm, 0.0001pollici 9852 DRLMIN DRLMIN Profondità mi...

  • Page 719

    B-63834IT/01 MANUAL GUIDE 0i 1.MANUAL GUIDE 0i - 701 - 1.7 ALLARMI I seguenti allarmi P/S si verificano quando i dati specificati nei parametri o nel programma contengono errori. Se si verifica un allarme diverso da questi, consultare il manuale dell'operatore del CNC utilizzato. Allarmi Desc...

  • Page 720

    1.MANUAL GUIDE 0i MANUAL GUIDE 0i B-63834IT/01 - 702 - Allarmi Descrizione Causa E' impossibile calcolare un percorso utensile corretto per la lavorazione barra. Questo allarme si verifica in occasione di un errore nei calcoli interni (ad esempio, quando un valore sotto radice quadrata diventa ne...

  • Page 721

    V. MANUTENZIONE

  • Page 722

    MANUTENZIONEB--63834IT/011. METODO DI SOSTITUZIONE DELLEBATTERIE7051 METODO DI SOSTITUZIONE DELLE BATTERIEQuesto capitolo descrive il metodo di sostituzione delle batterie ed ècostituito dalle seguenti sezioni:1.1 SOSTITUZIONE DELLA BATTERIA DELL’UNITA’ DICONTROLLO1.2 BATTERIA PER ENCODER AS...

  • Page 723

    MANUTENZIONE1. METODO DI SOSTITUZIONE DELLEBATTERIEB--63834IT/01706Se si usa una batteria al litio, munirsi di una nuova batteria (codice perl’ordinazione:A02B--0200--K102(specificaGEFANUC:A98L--0031--0012)).1 Accendere il CNC. Dopo circa 30 secondi, spegnerlo.2 Rimuovere la vecchia batteria da...

  • Page 724

    MANUTENZIONEB--63834IT/011. METODO DI SOSTITUZIONE DELLEBATTERIE707NOTECompletare i passi da1a3entro 30 minuti.Se la batteria rimane scollegata più a lungo, il contenutodella memoria viene perso.Evacuare le batterie nel rispetto della normativa vigente. Inoltre coprirnei terminali con nastro in ...

  • Page 725

    MANUTENZIONE1. METODO DI SOSTITUZIONE DELLEBATTERIEB--63834IT/017081 Munirsi di due celle alcaline a secco (dimensione D), disponibili incommercio.2 Accendere il CNC.3 Rimuovere il coperchio della scatola della batteria.4 Sostituire le batterie facendo attenzione al loro orientamento..5 Rimettere...

  • Page 726

    MANUTENZIONEB--63834IT/011. METODO DI SOSTITUZIONE DELLEBATTERIE709La batteria per gli encoder assoluti può essere connessa con lo [Schemadi connessione 1] o lo [Schema di connessione 2], descritti qui sotto.PSMCXA2ASVMSVMA06B--6050--K060BatteriaA06B--6050--K061ConnettoreA06B--6110--K211CXA2ACXA...

  • Page 727

    MANUTENZIONE1. METODO DI SOSTITUZIONE DELLEBATTERIEB--63834IT/01710DIFFIDA1 Non collegare più di una batteria alla stessa linea BATL(B3). Se la tensione delle batterie è diversa, esse possonoessere cortocircuitate e surriscaldarsi.2 Installare le batterie facendo attenzione alla loro polarità....

  • Page 728

    MANUTENZIONEB--63834IT/011. METODO DI SOSTITUZIONE DELLEBATTERIE711SVMBatteriaA06B--6073--K001CX5XScatola batteriaA06B--6114--K500SVMBatteriaA06B--6073--K001CX5XScatola batteriaA06B--6114--K500-- Se compare un allarme APC che indica un abbassamento o la caduta a0 della tensione della batteria, so...

  • Page 729

    MANUTENZIONE1. METODO DI SOSTITUZIONE DELLEBATTERIEB--63834IT/01712DIFFIDA1 Se si usano le batterie incorporate (A06B--6073--K001),non collegarle al terminale BATL (B3) del connettoreCXA2A/ CXA2B.Le tensioni in uscita delle batterie di diversi SVM possonoessere cortocircuitate, provocando il surr...

  • Page 730

    MANUTENZIONEB--63834IT/011. METODO DI SOSTITUZIONE DELLEBATTERIE713L’encoder assoluto dei motori asse della serie α non incorpora uncondensatore di protezione. Per non perdere i dati della posizione assolutaregistrata nell’encoder, è necessario tenere accesa l’alimentazione durantela sost...

  • Page 731

    MANUTENZIONE1. METODO DI SOSTITUZIONE DELLEBATTERIEB--63834IT/01714Se si applica una forza eccessiva al connettore quando lo si rimuove o losi inserisce, può derivarne un cattivo contatto. Nell’inserire e nelrimuovere il connettore della batteria, quindi, fare attenzione a nonforzarlo eccessiv...

  • Page 732

    MANUTENZIONEB--63834IT/011. METODO DI SOSTITUZIONE DELLEBATTERIE715(2) Distacco del connettore<1>Tenere ambedue ilati dell’isolatore delcavo e il cavo, etirarli orizzontal-mente.<2>10 gradi o menoEstrarre il lato delcavo alzandolo leg-germente.<3>5 gradi o menoA questo punto l...

  • Page 733

    MANUTENZIONE1. METODO DI SOSTITUZIONE DELLEBATTERIEB--63834IT/01716Una batteria può mantenere i dati della posizione corrente di sei encoderassoluti per circa un anno.La caduta della tensione della batteria è indicata sullo schermo dagliallarmi APC da 306 a 308 (+ numero asse). Se compare l’a...

  • Page 734

    MANUTENZIONEB--63834IT/011. METODO DI SOSTITUZIONE DELLEBATTERIE717La batteria può essere installata in uno dei seguenti due modi:Metodo 1: Montare la batteria al litio sull’SVM.Usare la batteria: A06B--6093--K001.Metodo 2: Usare la scatola della batteria (A06B--6050--K060).Usare la batteria: ...

  • Page 735

    MANUTENZIONE1. METODO DI SOSTITUZIONE DELLEBATTERIEB--63834IT/01718BatteriaCoperchiodella batteriaFar passare il cavo della batteriain questa fessuraSVU--40, SVU--80AVVERTENZADIl connettore della batteria può essere inseritoindifferentemente in CX5X o in CX5Y.DMetodo 2Sostituzione delle celle al...

  • Page 736

    MANUTENZIONEB--63834IT/011. METODO DI SOSTITUZIONE DELLEBATTERIE719.Le batterie esaurite devono essere evacuate come ”RIFIUTIINDUSTRIALI”, in base alla normativa vigente nel luogo di installazionedella macchina.Batterie esaurite

  • Page 737

    APPENDICE

  • Page 738

    B--63834IT/0A. ELENCO DEI CODICI SU NASTROAPPENDICE723AELENCODEICODICISUNASTROCodice ISOCodice EIASignificatoCarattere 8 7 6 5 43 2 1Carattere 8 7 6 5 43 2 1Macroistruzioni BNon usateUsate0f ff0ffNumero 01ff fff1ffNumero 12ff fff2ffNumero 23f fff f3fff fNumero 34ff fff4ffNumero 45f ffff5ffffNumer...

  • Page 739

    A. ELENCO DEI CODICI SU NASTROB--63834IT/01APPENDICE724Codice ISOCodice EIASignificatoCarattere 8 7 6 5 43 2 1Carattere 8 7 6 5 43 2 1Macroistruzioni BNon usateUsateDELf f f f f ff f fDelf f f f ff f fCancella un errore diperforazione¢¢NULfBlankfNessun foro. In EIA,non può essere usatonelle se...

  • Page 740

    B--63834IT/0A. ELENCO DEI CODICI SU NASTROAPPENDICE725NOTA1 I simboli usate nella colonna note hanno il seguente significato:(Spazio) : Il carattere viene registrato in memoria ed ha uno specifico significato. Se non èusato correttamente in una frase che non è un commento, si verifica un allarm...

  • Page 741

    APPENDICEB--63834IT/01B. ELENCO DELLE FUNZIONI E DEIFORMATI NASTRO726B ELENCO DELLE FUNZIONI E DEI FORMATI NASTROAlcune funzioni non possono essere aggiunte come opzioni in base almodello.Nelle tabelle che seguono, IP_ rappresenta una combinazione arbitrariadegli indirizzi asse X e Z.x: Primo ass...

  • Page 742

    APPENDICEB--63834IT/01B. ELENCO DELLE FUNZIONI E DEIFORMATI NASTRO727(2/4)FunzioneFormato nastroIllustrazioneInterpolazione in coordinatepolari(G12.1, G13.1)(G112, G113)G12.1 ;Modo interpol. in coordinate polariG13.1 ;Cancella il modo interpolazione incoordinate polariSelezione del piano(G17, G18...

  • Page 743

    APPENDICEB--63834IT/01B. ELENCO DELLE FUNZIONI E DEIFORMATI NASTRO728(3/4)FunzioneFormato nastroIllustrazioneCompensazione raggioutensile(G40, G41, G42)G41G42G40ToolG41G42P_ ;P : Numero correttoreG40 : CancellazioneImpostazione del sistema dicoordinateImpostazione della velocità delmandrino(G50)...

  • Page 744

    APPENDICEB--63834IT/01B. ELENCO DELLE FUNZIONI E DEIFORMATI NASTRO729(4/4)FunzioneFormato nastroIllustrazioneCicli fissi(G71 -- G76)(G90, G92, G94)Fare riferimento a II.13. FUNZIONICHE SEMPLIFICANO LAPROGRAMMAZIONEN_ G70P_Q_;G71U_R_;G71P_Q_U_W_F_S_T_;G72W_R_;G72P_Q_U_W_F_S_T_;G73U_W_R_;G73P_Q_U_W...

  • Page 745

    APPENDICEC. VALORI DEI COMANDIB--63834IT/01730CVALORIDEICOMANDIAssi lineariSistema di incrementiIS--BIS--CIncremento minimo diimmissione0.001 mm0.0001 mmIncremento minimo dicomandoX : 0.0005 mm(programmazione diametrale)Y : 0.001 mm(programmazione radiale)X : 0.00005 mm(programmazione diametrale)...

  • Page 746

    APPENDICEB--63834IT/01C. VALORI DEI COMANDI731Sistema di incrementiIS--BIS--CIncremento minimo diimmissione0.0001 pollici0.00001 polliciIncremento minimo dicomandoX : 0.00005 pollici(programmazione diametrale)Y : 0.0001 pollici(programmazione radiale)X : 0.000005 pollici(programmazione diametrale...

  • Page 747

    APPENDICEC. VALORI DEI COMANDIB--63834IT/01732Asse rotativoSistema di incrementiIS--BIS--CIncremento minimo diimmissione0.001 gradi0.0001 gradiIncremento minimo dicomando±0.001 gradi±0.0001 gradiDimensione massimaprogrammabile±99999.999 gradi±9999.9999 gradiMassima velocità in rapido *124000...

  • Page 748

    B--63834IT/01D. NOMOGRAMMIAPPENDICE733DNOMOGRAMMI

  • Page 749

    D. NOMOGRAMMIB--63834IT/01APPENDICE734Generalmente, nei tratti δ1 e δ2 nella figura D.1(a) il passo della filettaturanon è corretto a causa dell’accelerazione/decelerazione automatica.Nel programma occorre tener conto di queste distanze.δ2δ1Fig. D.1 (a) Lunghezza filettatura non correttaSp...

  • Page 750

    B--63834IT/01D. NOMOGRAMMIAPPENDICE735Prima specificare la classe e il passo della filettatura. La precisione delpasso, α, si ottiene a (1), e, a seconda della costante di tempodell’accelerazione/decelerazione della velocità di avanzamento (T1 oT2), il valore di δ1 quando V = 10 mm/sec si ot...

  • Page 751

    D. NOMOGRAMMIB--63834IT/01APPENDICE736δ2δ1Fig. D.2 (a) Filettatura errataSpiegazioniDDeterminazione di δ2R : Velocità del mandrino (giri/min)L: Passo (mm)* Quando la Costante di tempo Tdel servosistema è 0.033 s.δ2=LR1800 * (mm)DDeterminazione di δ1δ1=LR1800 *(–1–lna)= δ2(–1–lna)...

  • Page 752

    B--63834IT/01D. NOMOGRAMMIAPPENDICE737RiferimentoFig. D.2 (b) Nomogramma della distanza δ1V: Velocità in filettaturaCostante di tempo delservosistemaFilettatura metricaFilettatura unificata(Accuratezzateorica)Passo LPasso LFiletti per polliceFiletti per pollice

  • Page 753

    D. NOMOGRAMMIB--63834IT/01APPENDICE738Quando il ritardo del servo sistema (dovuto all’accelerazione/ decele--razione esponenziali durante la lavorazione o causato dal sistema diposizionamento quando si usa un servo motore) si combina con icambiamenti di direzione, si produce una lieve deviazion...

  • Page 754

    B--63834IT/01D. NOMOGRAMMIAPPENDICE739L’analisi del percorso utensile della figura D.3 (b) si basa sulle seguenticondizioni:¯Velocità di avanzamentocostanteprima edopolospigolo.¯Il CNC dispone di un registro di buffer. (L’errore varia in funzione dellavelocità di lettura del lettore di na...

  • Page 755

    D. NOMOGRAMMIB--63834IT/01APPENDICE740DCalcolo del valore inizialeY0X0V0Fig. D.3 (c) Valore inizialeIl valore iniziale in cui comincia il cambiamento di direzione, cioè, lecoordinate X e Y finali del comando del controllore, è determinato dallavelocità di avanzamento e dalla costante di tempo ...

  • Page 756

    B--63834IT/01D. NOMOGRAMMIAPPENDICE741Quando è impiegato un servo motore, il sistema di posizionamentoinserisce un ritardo tra l’ingresso e l’uscita del comando asse.Nell’interpolazione lineare, non si producono errori in quanto l’utensileavanza lungo il segmento programmato. Ma in una i...

  • Page 757

    E. STATO ALL’ACCENSIONE, CONCLEAR E CON RESETB--63834IT/01APPENDICE742E STATO ALL’ACCENSIONE, CON CLEAR E CON RESETIl bit 6 del parametro N. 3402 (CLR) stabilisce se il reset mette il sistemanello stato di clear o nello stato di reset (0: stato di reset/1: stato di clear).Il significato dei s...

  • Page 758

    B--63834IT/01E. STATO ALL’ACCENSIONE, CONCLEAR E CON RESETAPPENDICE743VoceCon resetCon clearAll’accensioneOpera-zioni inMovimento×××zioni inesecu-zioneSosta×××zioneEmissione codiciM/S/T×××Correzione utensile×Dipende dal parametro LVK (N.5003#6)f: Modo MDINegli altri modi dipende dal...

  • Page 759

    F. CODICI USATI NEI PROGRAMMIB--63834IT/01APPENDICE744F CODICI DEI CARATTERI USATI NEI PROGRAMMICarattereCodiceCommentoCarattereCodiceCommentoA0656054B0667055C0678056D0689057E069032SpazioF070!033Punto esclamativoG071”034VirgoletteH072#035CancellettoI073$036DollaroJ074%037PercentoK075&038E c...

  • Page 760

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI745GELENCODEGLIALLARMI1) Errori di programma (Allarmi P/S)Numero MESSAGGIOSignificato000SPEGNERE IL CNCE’ stato immesso un parametro che richiede lo spegnimento del sistema.Spegnere il CNC.001ALLARMEPARITATHAllarme TH (La parità di un carattere è e...

  • Page 761

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/01746NumeroSignificatoMESSAGGIO028ERRORE DI SCELTA DI PIANONel comando di selezione del piano sono stati specificati due o più assiparalleli. Correggere il programma.029VALORE OFFSET ERRATOIl valore della correzione specificata dal codice T è troppo gr...

  • Page 762

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI747NumeroSignificatoMESSAGGIO059NESSUN NUMEROPROGRAMMANella ricerca dall’esterno del numero del programma, il numero programmaspecificato non è stato trovato. Oppure, il programma oggetto della ricercaè in corso di editazione nel background. Contro...

  • Page 763

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/01748NumeroSignificatoMESSAGGIO075PROTETTOE’ stato fatto un tentativo di registrare un programma il cui numero è protetto.076NON DESIGNATO L’INDIRIZZOPL’indirizzo P (numero programma) non è stato specificato nel blocco checontiene i comandi M98, ...

  • Page 764

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI749NumeroSignificatoMESSAGGIO096VALORE D’OFFSET LAVOROCAMBIATOPer la ripartenza del programma non può essere specificato il tipo P. (Dopol’interruzione è stato cambiato l’offset dello zero pezzo).Eseguire l’operazione corretta, secondo le ind...

  • Page 765

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/01750NumeroSignificatoMESSAGGIO130ERRORE DI COMANDO ASSEIl PMC ha emesso un comando per un asse controllato dal CNC o viceversa.Correggere il programma.131NUMERO DI ALLARMIECCESSIVISono stati generati 5 o più allarmi dall’esterno.Controllare il ladder...

  • Page 766

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI751NumeroSignificatoMESSAGGIO190SELEZIONE ASSE ILLEGALENel controllo della velocità di taglio costante, la specifica dell’arre è errata.(Controllare il parametro N. 3770.) Il comando asse specificato (P) contieneun valore illegale. Correggere il pr...

  • Page 767

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/01752NumeroSignificatoMESSAGGIO224AZZERARE GLI ASSIRitorno al punto di riferimento non eseguito prima di cycle start.231ERRORE DI FORMATO IN G10L50Il formato del comando di immissione dati da programma contiene unodei seguenti errori:1 Mancano gli indiri...

  • Page 768

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI753NumeroSignificatoMESSAGGIO5195DIRECTION CAN NOT BEJUDGEDQuando per la funzione B di immissione diretta delle correzioni utensilemisurate si usa un sensore a contatto con un solo segnale di ingresso, ladirezione dell’impulso memorizzato non è cost...

  • Page 769

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/01754NumeroSignificatoMESSAGGIO5306MODE CHANGE ERRORIn un richiamo macro autocancellante, il modo non è commutato normal-mente all’inizio.5311FSSB : ILLEGAL CONNECTION1. Questo allarme compare se in una copia di assi dei quali uno ha unnumero di servo...

  • Page 770

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI7554) Allarmi dell’encoder seriale (SPC)NumeroMessaggioSignificato360ASSE n: ABNORMAL CHECKSUM(INT)Errore di checksum nell’encoder incorporato.361ASSE n: ABNORMAL PHASE DATA(INT)Errore dei dati di fase nell’encoder incorporato.362ASSE n: ABNORMAL...

  • Page 771

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/01756#7DTE203#6CRC#5STB#4PRM#3#2#1#0#7 (DTE) : Errore dati#6 (CRC) : Errore CRC#5 (STB) : Errore bit di stop#4 (PRM) : Errore parametri. In questo caso è indicato anche un allarme asse relativoai parametri (N. 417).5) Allarmidegliassi (1/2)NumeroMessagg...

  • Page 772

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI757NumeroSignificatoMessaggio417ALLARME ASSE n: PARAMETERINCORRECTQuesto allarme si verifica quando l’asse n (n = 1 .. 4) è in una delle seguenticondizioni. (Allarme del servosistema digitale)1) Il valore del parametro N. 2020 (tipo di motore) è fu...

  • Page 773

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/01758NumeroSignificatoMessaggio441ASSE n: ABNORMAL CURRENTOFFSETIl software del servo digitale ha rilevato un’anomalia nel circuito di rileva-zione della corrente del motore.442ASSE n: CNV. CHARGEFAULT/INV. DB1)PSM: Il circuito di dissipazione di riser...

  • Page 774

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI759NumeroSignificatoMessaggio467ASSE n: ILLEGAL SETTING OFAXISNon è stata abilitata la funzione per quanto segue quando, sullo schermodi impostazione assi, è stato specificato un asse che occupa un singoloDSP (corrispondente a due assi normali):1)Ane...

  • Page 775

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/017606) Allarmi di sovra corsaNumeroMessaggioSignificato500OLTRECORSA: + nFine corsa memorizzato I nella direzione + dell’asse n superato.(Parametro N. 1320 o 1326 Note)501OLTRECORSA: -- nFine corsa memorizzato I nella direzione -- dell’asse n supera...

  • Page 776

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI7619) Allarmi della maschiatura rigidaNumeroMessaggioSignificato740ALL. MASCH RIGIDA:ERRECCESSIVODurante la maschiatura rigida, l’errore di posizione all’arresto del man-drino supera il limite specificato.741ALL. MASCH RIGIDA:ERRECCESSIVODurante la...

  • Page 777

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/01762I dettagli dell’allarme N. 750 sono visualizzabili con il dato diagnosticoN. 409, descritto qui sotto.#7409#6#5#4#3SPE#2S2E#1S1E#0SHE#3 (SPE) 0: Nel controllo seriale del mandrino, i parametri del mandrino serialesoddisfano le condizioni di startu...

  • Page 778

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI763Allarmi visualizzati sull’azionamento mandrino serie αN.MessaggioIndica-zioneSPM (*1)Posizione del guasto e rimedioDescrizione(750) SPINDLE SERIAL LINKERRORA0A1 Sostituire la ROM della schedaSPM.2 Sostituire la scheda dell’SPM.Il programma non ...

  • Page 779

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/01764N.DescrizionePosizione del guasto e rimedioIndica-zioneSPM (*1)Messaggio7n11 SPN_n_ : OVERVOLTPOW CIRCUIT111 Controllare il PSM selezionato.2 Controllare la tensione di ali-mentazione e le variazioni dipotenza nella decelerazione. Sela tensione è m...

  • Page 780

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI765N.DescrizionePosizione del guasto e rimedioIndica-zioneSPM (*1)Messaggio7n27 SPN_n_ : DISCONNECTPOS--CODER271 Sostituire il cavo.2 Ripetere la regolazione delsegnale del sensore BZ.1 Il segnale dell’encoder del man-drino (connettore JY4) è anorma...

  • Page 781

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/01766N.DescrizionePosizione del guasto e rimedioIndica-zioneSPM (*1)Messaggio7n37 SPN_n_ : SPEEDDETECT PAR.ERROR37Correggere il valore in base almanuale dei parametri.Il parametro relativo al numero diimpulsi del trasduttore di velocità nonè corretto.7...

  • Page 782

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI767N.DescrizionePosizione del guasto e rimedioIndica-zioneSPM (*1)Messaggio7n50 SPN_n_ : SPNDLCONTROLOVERSPEED50Controllare se il valore calcolato èmaggiore della velocità massimadel motore.Nella sincronizzazione del mandrino,il valore calcolato del ...

  • Page 783

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/01768N.DescrizionePosizione del guasto e rimedioIndica-zioneSPM (*1)Messaggio7n74 SPN_n_ : CPU TEST ER-ROR74Sostituire la scheda di controllodell’S PM.Un test della CPU ha rilevato unerrore.7n75 SPN_n_ : CRC ERROR75Sostituire la scheda di controllodell...

  • Page 784

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI769N.MessaggioIndica-zioneSPM (*1)Posizione del guasto e rimedioDescrizione9001 SPN_n_ : MOTOROVERHEAT011 Controllare e correggere la tem-peratura esterna e lo stato dicarico.2 Se il ventilatore è fermo, sosti-tuirlo.E’ scattato il termostato del mo...

  • Page 785

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/01770N.DescrizionePosizione del guasto e rimedioIndica-zioneSPM (*1)Messaggio9015 SPN_n_ : SP SWITCHCONTROLALARM151 Controllare e correggere il lad-der.2 Sostituire il teleruttore di com-mutazione.Nella commutazione mandrino/com-mutazione uscita, la sequ...

  • Page 786

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI771N.DescrizionePosizione del guasto e rimedioIndica-zioneSPM (*1)Messaggio9030 SPN_n_ : OVERCURRENT POWCIRCUIT30Controllare e correggere la ten-sione di alimentazione.Sovracorrente all’ingresso del circuitoprincipale del l’unità PSM. (Indica-zion...

  • Page 787

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/01772N.DescrizionePosizione del guasto e rimedioIndica-zioneSPM (*1)Messaggio9042 SPN_n_ : NO 1--ROT.POS--CODERDETECT421 Sostituire il cavo.2 Ripetere la regolazione delsegnale del sensore BZ.1 Il segnale di 1 giro dell’encoder delmandrino (connettore ...

  • Page 788

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI773N.DescrizionePosizione del guasto e rimedioIndica-zioneSPM (*1)Messaggio9055 SPN_n_ : POWER LINESWITCH ER-ROR551 Sostituire il teleruttore2 Controllare e coreggere lasequenza.Il segnale dello stato della linea delteleruttore per la selezione del man...

  • Page 789

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/01774N.DescrizionePosizione del guasto e rimedioIndica-zioneSPM (*1)Messaggio9084 SPN_n_ : SPNDL SEN-SOR DISCON-NECTED841 Sostituire il cavo della retroa-zione.2 Controllare lo stato della scher-matura.3 Controllare la connessione.4 Controllare i paramet...

  • Page 790

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI775Indica-zioneSPM(*1)DescrizionePosizione dell’errore e rimedio03Controllare i parametri relativi al trasduttoreper il controllo della contornatura Cs (bit 5 delparametro N. 4001 e bit 4 del parametro N.4018).Benché non siano specificati l’uso di...

  • Page 791

    APPENDICEG. ELENCO DEGLI ALLARMIB--63834IT/01776Indica-zioneSPM(*1)DescrizionePosizione dell’errore e rimedio20Controllare il bit 5 del parametro N. 4001, il bit5 del parametro N. 4014, e il bit 4 del parame-tro N. 4018.L’uso della funzione modo operativo slave (bit 5 del parametro N.4014 = 1...

  • Page 792

    APPENDICEB--63834IT/01G. ELENCO DEGLI ALLARMI777NumeroSignificatoMESSAGGIO930CPU INTERRUPTErrore CPU (interrupt anomalo).La scheda CPU principale è guasta.935SRAM ECC ERRORSi è verificato un errore nella RAM usata per la registrazione dei pro-grammi pezzo.Azione:Sostituire la scheda master (mod...

  • Page 793

    INDICEB--63834IT/01i-- 1[A ]Accensione, 386Accensione/spegnimento, 386Allarmi, 701Allarmi e funzioni di autodiagnosi, 458Altre, 692Ampiezza del movimento dell’utensile -- Zona di sicurezza, 27Arresto dell’esecuzione ad uno specifico numero di sequenza, 596Arresto in emergenza, 445Asportazione...

  • Page 794

    B--63834IT/01INDICEi-- 2Correzione geometria utensile e correzione usura utensile, 183Correzione utensile lungo l’asse Y, 591Correzioni, 185Correzioni utensile e numero di correttori, 242Correzioni utensili, 183Corsa massima, 31Creazione di un nuovo programma pezzo, 640[D ]Dati di ciascun ciclo...

  • Page 795

    INDICEB--63834IT/01i-- 3Immissione di un programma, 471Immissione diretta B delle correzioni utensile misurate, 586Immissione diretta delle correzioni utensile, 584Immissione parametri da programma (G10), 300Immissione/emissione dei parametri, 499Immissione/emissione dei parametri e dei dati di c...

  • Page 796

    B--63834IT/01INDICEi-- 4Procedura per l’arresto dell’esecuzione ad uno specifico numerodi sequenza, 596Procedura per l’avanzamento con volantino, 395Procedura per l’avanzamento in jog, 392Procedura per l’avanzamento incrementale, 394Procedura per l’editazione in background, 534Procedu...

  • Page 797

    INDICEB--63834IT/01i-- 5Procedura per la visualizzazione e l’impostazione del pannellosoftware dell’operatore, 604Procedura per la visualizzazione e l’impostazione del tempo dilavoro, del numero pezzi e dell’ora, 598Procedura per la visualizzazione e l’impostazione dell’offset delloze...

  • Page 798

    B--63834IT/01INDICEi-- 6Sistema di incrementi, 30Sosta (G04), 70Sostituzione della batteria dell’unità di controllo, 706Sostituzione di parole e indirizzi, 531Sottoprogrammi (M98, M99), 127Sovracorsa, 446Sovrataglio causato dalla compensazione raggio utensile, 229Specifica della velocità del ...

  • Page 799

    Elenco delle revisioniGE FANUC Serie 0i--TB MANUALE DELL’OPERATORE (B--63834IT)01Ago., 2002________________________________________EdizioneDataContenutoEdizioneDataContenuto

x